Seleziona un forum

Seleziona un forum

Questo Corto è nato morto, finito in fretta e furia all’ultimo momento e praticamente senza nessuna revisione. Curiosamente, nessuno ha rilevato la cosa e confesso che leggendo alcuni commenti mi rotolavo dal ridere dietro la tastiera (come quello di qualcuno, forse Prodo, che diceva che si vedeva quanto l’autore avesse curato il Corto smile2 ).
Il punto è che mi c’ero messo di buzzo buono e circa a un mese dall’uscita del bando avevo già delineato una “mappa” del Corto, solo che volevo scriverne anche altri (ehi, ho degli obblighi verso il mio pubblico bigsmile2 ), come testimoniato dal thread in cui parlavo dei Corti che non ci sono stati. Alcuni li ho cominciati effettivamente a scrivere, mentre altri li ho solo “progettati” graficamente oppure mi sono arrovellato per capire come farli: in ogni caso è stato tutto tempo sottratto alla realizzazione di questo. Tempo sprecato, perché per un motivo o per l’altro (di solito certezza di finire fuori concorso) non li ho concretizzati! sad

In più di un’occasione qualcuno ha lamentato dei difetti che sono però connaturati nella collana SLTA: ad esempio il tono infantile, oppure le ripetizioni, o i paragrafi non “mescolati” o ancora l’assurdità che una missione così delicata sia affidata a dei ragazzini. Si tratta di scelte volute, proprio per omaggiare la collana, anche se purtroppo non ho avuto modo di ristudiarmela come mi ero ripromesso di fare per scrivere questo Corto. Un paragrafo, quello delle caverne con elementi da inferno dantesco, l’ho preso di peso (accorciandolo opportunamente) da Il Castello Proibito. Prendendo un libro a caso degli SLTA, uno degli ultimi, ho trovato un’opzione meravigliosa: il lettore poteva scegliere se telefonando a casa di un personaggio lo trovava oppure no! Ma l’ho visto solo in fase avanzata di scrittura, quindi non sono riuscito a mettere una cosa del genere nel mio Corto.

Gabrieleud ha rilevato uno stacco un po’ repentino in un paragrafo in cui Mark prende in mano la spedizione perché “ha una vista migliore”. Anche qua mi sono rotolato dal ridere: in origine in quel paragrafo avevo messo un dialogo serrato in cui spiegavo quanto l’uso del termine “indescrivibile” (così inviso a Gabrieleud) fosse legittimo, perché il protagonista aveva visto delle sagome solo per un istante, non aveva nessun riferimento mnemonico a cui associarle, ecc.  smile2
Chiaramente ho dovuto tagliare tutto in fase di scrittura per problemi di limiti di parole  sad2

Shangri-la viene citata in L’Abominevole Uomo delle Nevi e il finale in cui la si raggiunge è una citazione diretta di un paragrafo di vittoria di quello SLTA.

I disegni fanno cagare, lo so. Inoltre non sono affatto congruenti con quelli degli SLTA, che erano realizzati al tratto anche per sopperire ai limiti cartotecnici (forse qualcuno di quelli con Indiana Jones era a mezzatinta? Boh, non ricordo). Il punto è che non avevo tempo di mettermi a elaborare delle illustrazioni in bianco e nero che fossero dignitose e “mimetiche” con quelle originali, e con il colore si possono risolvere molto facilmente certe cose come i contrasti di luce (una pennellata e via) e si può “imbrogliare” sui dettagli, senza perdere tempo a fare un lavoro di fino col pennino o il rapidograph, con cui peraltro un millimetro in più o in meno può rovinare l’insieme. Inoltre per realizzare le illustrazioni e la copertina, consapevole che con china e acquerelli avrei risparmiato tempo, ho usato un album di fogli da disegno per acquerello che mi era stato regalato da un amico, scoprendo che conteneva fogli lisci e non ruvidi! Non gliene faccio una colpa non essendo lui un esperto (chissà io quante ciofeche gli avrò rifilato in buona fede regalandogli sigari e dischi jazz) e a onor del vero la carta ha retto bene l’inchiostro di china, però non è proprio la più adatta per gli acquerelli con cui ho realizzato la copertina.
Le illustrazioni sono stato costretto a farle in fretta e furia (mezzora tutte e quattro, basandomi su alcuni schizzi fatti distrattamente sul lavoro) e non avendo uno scanner ho dovuto fotografarle con una macchina digitale che avendo 10 anni sul groppone ha pensato bene di cominciare ad abbandonarmi proprio nei giorni a ridosso della consegna! Insomma, proprio un Corto sfigato  sad  Sulla copertina stendo un velo pietoso, vi segnalo solo che contiene tre “citazioni” da altre copertine di SLTA, per il resto sarà una vergogna con cui un giorno spero di riuscire a venire a patti.

Ultima considerazione: ho notato con sorpresa che più di un utente ha citato le atmosfere “anni ’80-’90” che avrebbe il mio Corto. Ora, gli anni ’80 ci sono tutti (anche se a causa del tempo ridotto non ho potuto verificare se, ad esempio, l’arrivo dei computer 386 fosse congruente con la presidenza Reagan) ma gli anni ’90 dove diavolo li avete visti? La stessa collana originale degli SLTA, correggetemi se sbaglio, non fece in tempo a vederli, gli anni ’90, almeno in Italia.

GGigassi
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

GGigassi ha scritto:

Ultima considerazione: ho notato con sorpresa che più di un utente ha citato le atmosfere “anni ’80-’90” che avrebbe il mio Corto. Ora, gli anni ’80 ci sono tutti (anche se a causa del tempo ridotto non ho potuto verificare se, ad esempio, l’arrivo dei computer 386 fosse congruente con la presidenza Reagan) ma gli anni ’90 dove diavolo li avete visti? La stessa collana originale degli SLTA, correggetemi se sbaglio, non fece in tempo a vederli, gli anni ’90, almeno in Italia.

La Mondadori pubblicò la serie dal 1986 al 1988. Nell'88 avevo 9 anni, non potevo ancora comprarli in edicola, così aspettavo il giorno del mercatino* per prenderli a mille lire (e sortilegio, oberon, lupo solitario a tremila lire). Molti dei LG li ho recuperati fra le bancarelle di seconda mano, e così come me molti altri ragazzi li hanno assaporati ben dopo l'anno delle Notti Magiche.
Nel mio commento ho scritto che "un adolescente degli Anni 80/90" avrebbe voluto esserne il protagonista, non che nel libro ci sono gli Anni '90.
Credo che anche altri utenti abbiano inteso che "il libro fa rivivere le atmosfere degli anni '90" nel senso che hanno rivissuto i LORO anni '90 poiché hanno letto gli SLTA in quel periodo.

* A Pordenone, a metà ottobre, il Comune organizzava già allora il Bazar 6-15, ovvero un grande mercato cittadino in cui i bambini vendevano fra di loro i vecchi giocattoli e libri, senza intromissione da parte degli adulti. Il Bazar è vivo e vegeto ancora oggi.

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Complimenti, Ggigassi. Hai scritto davvero un bell'esemplare di SLTA. Ce lo fai anche stampabile? Starebbe benissimo vicino agli altri.

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

GGigassi ha scritto:


Ultima considerazione: ho notato con sorpresa che più di un utente ha citato le atmosfere “anni ’80-’90” che avrebbe il mio Corto. Ora, gli anni ’80 ci sono tutti (anche se a causa del tempo ridotto non ho potuto verificare se, ad esempio, l’arrivo dei computer 386 fosse congruente con la presidenza Reagan) ma gli anni ’90 dove diavolo li avete visti? La stessa collana originale degli SLTA, correggetemi se sbaglio, non fece in tempo a vederli, gli anni ’90, almeno in Italia.

il 386 è stato commercializzato nel 1985 e Reagan era ancora presidente e fino al 1989. Io l'ho trovato tantissimo anni 80 e non a caso mi ha ricordato "i goonies"; ma anni 90 manco per idea. Gli anni 90 era lo splendore del mostrare la ricchezza e la spensieratezza californiana con Baywatch e Beverly Hills 90210. Con l'aggiunta della chicca Twin Peaks ed il tormentone "chi ha ucciso Laura Palmer?" che era perfino sulle t-shirt.
Complimenti per il corto e speriamo che quelli che non hanno visto la luce un giorno possano nascere dal tuo grembo mentale.

Tomcat75
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

gabrieleud ha scritto:

Ce lo fai anche stampabile?

Eh?! hmm

(en passant, hai tre anni meno di me, sono vecchio...)

GGigassi
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Tomcat75 ha scritto:

Io l'ho trovato tantissimo anni 80 e non a caso mi ha ricordato "i goonies"; ma anni 90 manco per idea. Gli anni 90 era lo splendore del mostrare la ricchezza e la spensieratezza californiana con Baywatch e Beverly Hills 90210. Con l'aggiunta della chicca Twin Peaks ed il tormentone "chi ha ucciso Laura Palmer?" che era perfino sulle t-shirt.

tu invece devi essere più giovane di me, nonostante il 75 nel tuo nickname wink
Gli anni Ottanta furono quelli del Riflusso, dell'Edonismo Reaganiano, dello Yuppismo e della Milano da Bere! Nei '90 con Mani Pulite già il castello di carte cominciava a mostrare le falle.
Tra l'altro credo che Reagan avesse fatto due mandati, perché è proprio il primo presidente americano di cui ho memoria (e mi ricordo il fantastico video dei Genesis che lo parodiava insieme a Gorbachov lol)
La scritta sulla maglietta io me la ricordo nella variante "IO ho ucciso Laura Palmer"

GGigassi
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

GGigassi ha scritto:

gabrieleud ha scritto:

Ce lo fai anche stampabile?

Eh?! hmm

Intendo dire se hai previsto una versione "LibriNostri" in formato Mondadori, così lo facciamo stampare e lo infiliamo nella libreria fisica

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

GGigassi ha scritto:

La scritta sulla maglietta io me la ricordo nella variante "IO ho ucciso Laura Palmer"

https://www.barzellette.net/26177.htm

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

gabrieleud ha scritto:

GGigassi ha scritto:

gabrieleud ha scritto:

Ce lo fai anche stampabile?

Eh?! hmm

Intendo dire se hai previsto una versione "LibriNostri" in formato Mondadori, così lo facciamo stampare e lo infiliamo nella libreria fisica

No, non sono in grado di farlo, bisognerrebbe anche dividerlo in pagine e non in paragrafi, fare una quarta di copertina, fare dei disegni decenti, ecc. troppo lavoro.

GGigassi
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

GGigassi ha scritto:

gabrieleud ha scritto:

GGigassi ha scritto:

gabrieleud ha scritto:

Ce lo fai anche stampabile?

Eh?! hmm

Intendo dire se hai previsto una versione "LibriNostri" in formato Mondadori, così lo facciamo stampare e lo infiliamo nella libreria fisica

No, non sono in grado di farlo, bisognerrebbe anche dividerlo in pagine e non in paragrafi, fare una quarta di copertina, fare dei disegni decenti, ecc. troppo lavoro.

Ma che caspita dici, è già praticamente pronto così, mandami l'odt che te lo sistemiamo in quattro e quattr'otto. NON ACCETTO OBIEZIONI!!

Zakimos
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Zakimos ha scritto:

l'odt

hmm

GGigassi
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Va bene anche doc.

Zakimos
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

gabrieleud ha scritto:

GGigassi ha scritto:

La scritta sulla maglietta io me la ricordo nella variante "IO ho ucciso Laura Palmer"

https://www.barzellette.net/26177.htm

Grandiosa.

Tomcat75
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Zakimos ha scritto:

Va bene anche doc.

Doc Manhattan o il Doc di Ritorno al Futuro? hmm

Comunque penso che ci sia troppo lavoro da fare per renderlo veramente un simil-SLTA, e i disegni e la copertina sono vergognosi, andrebbero rifatti.
Ma poi dov'è il problema del cartaceo? Appena fate il LibroNostro dei Corti 2019 lo avete anche in quella versione, no?

GGigassi
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Io ho scritto "atmosfere anni 80/90" perchè ho visto dei pc, e giustamente ho pensato che i pc non esistevano negli anni 80 smile2

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

GGigassi ha scritto:

Tomcat75 ha scritto:

Io l'ho trovato tantissimo anni 80 e non a caso mi ha ricordato "i goonies"; ma anni 90 manco per idea. Gli anni 90 era lo splendore del mostrare la ricchezza e la spensieratezza californiana con Baywatch e Beverly Hills 90210. Con l'aggiunta della chicca Twin Peaks ed il tormentone "chi ha ucciso Laura Palmer?" che era perfino sulle t-shirt.

tu invece devi essere più giovane di me, nonostante il 75 nel tuo nickname wink .

mi piacerebbe, ma sono della classe del 1975 (che fa molto chiamata alal leva); 44 anni compiuti con tanto di barba bianca...  sad2

GGigassi ha scritto:

Gli anni Ottanta furono quelli del Riflusso, dell'Edonismo Reaganiano, dello Yuppismo e della Milano da Bere!

A riguardare adesso a quell’epoca, con la testa di oggi, hai proprio ragione; ma all’epoca frequentavo molto una cugina del 1969 e che mi parlava di film come: Footlose, Dirty Dancing, etc (Film che avrei visto successivamente sulle tv private di Berlusconi).
Che mi facevano sembrare l’America la mia Eldorado. Anni in cui l’edonismo americano sfruttava a tutto campo il cinema per fare propaganda: Commando, Rocky IV e soprattutto Top Gun. Proprio su quest’ultimo è uno dei miei film della vita e non a caso il mio nick deriva dal Grumman F14 Tomcat, protagonista della vicenda. Un film che sapevo a memoria da quanto avevo visto e che riguardandolo oggi lo giudico come un videoclip espanso e retorico, ma all’epoca mi faceva brillare gli occhi.
Fra le tante con il discorso su reagan, mi è tornato a mente l’attentato che subì nel 1981 ad opera di John Hinckley Jr. Che a stagione ormai avvita, fece cambiare il cognome del protagonista di Ralph Supermaxieroe (The greatest American Hero) da Hinkley a Hanley.

GGigassi ha scritto:

Nei '90 con Mani Pulite già il castello di carte cominciava a mostrare le falle.

Anche qui, devo ammetere che in quegli anni, seppur votante, il mio pensiero era quasi del tutto dedicato alla passera  cool , allo studiare il minimo indispensabile e giocare a pallone tutto il giorno.
Anni in cui la politica mi sembrava una cosa da grandi e io non mi sentivo tale, anche se la conferenza di Caponnetto a scuola che riguardava la morte di Falcone e Borsellino mi avevano segnato; ma lo sdegno era contro i mafiosi.

E’ un vero piacere discutere con te e ancora complimenti per il corto.

Tomcat75
useravatar
Offline
Add post to split topic  

Re:

Di nuovo complimenti per la vittoria.
Purtroppo, come già detto, non riesco ad apprezzare a pieno gli SLATA, pur riconoscendo che questo è fatto molto bene per lo standard di uno SLATA.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
useravatar
Offline
Add post to split topic