Home Forum General Obiettivo Rolegame Mage the Ascension
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Grandi fiere ludiche e interattive nell'era covid: Modena a settembre, Lucca a novembre. Se si dovessero realmente tenere ci andrai?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.228.11.9

Mage the Ascension

Mage the Ascension

Vorrei parlarvi un po' di quello che era e resta il mio GdR preferito in assoluto il caro e vecchio Mage the Ascension della Withe Wolf. Si tratta del vecchio the Ascension non del più nuovo the Awaking.
...E, ha, a me la seconda edizione piace più della revised.

Primo mito da sfatare sui Mage di the Ascension: i mage non sono (soltanto) mage, i mage sono esseri (umani) dotati di capacità demiurgiche, tutto il gioco ruota attorno a personaggi capaci di cambiare la realtà attraverso:
la magia,
la scienza,
la religione,
l'estasi
e perché no? Anche la medicina, la pubblicità, la cucina e chi più ne ha più ne metta (in un avventura amatoriale un nephando usava gli edifici e i percorsi come focus  Shocked).
I mage non sono maghi con il cappello a cono, la tunica stellata e la bacchetta magica (sebbene alcuni di loro lo siano).

Tutto il gioco ruota attorno alla modificazione e alla creazione della realtà: magia  tecnologia, religione, cultura, arte etc non sono altro che strumenti o più propriamente focus adatti al raggiungimento di questo obbiettivo.

I maghi non sono gente che se ne va in giro a castare palle di fuoco e incantesimi invisibilità (per quanto alcuni di loro facciano anche questo). Questo è più lavoro per gli Stregoni (mortali) e i Taumaturghi (vampiri).

Ora c'è gente che obbietta che in mage in realtà non puoi modificare niente perché c'è il paradosso, la tecnocrazia e bla e bla, volendo, e dico volendo, ha ragione ma se le modifiche profonde fossero semplici e automatiche non ci sarebbe gioco l'obbiettivo è cambiare la realtà tra te e l'obbiettivo c'è tutto un percorso irto di ostacoli tra cui i paradigmi di realtà e gli altri mage con capacità paragonabili alle tue (ma anche superiori).
C'è una lotta per il controllo della realtà... è in corso da millenni e da circa 500 sta volgendo decisamente a favore di un gruppo (la Thecnocrazia) ora l'ambientazione e il concept può piacere o non piacere ma date le premesse non è ragionevole che il primo PG appena risvegliato surclassi gente tanto più forte e radicata di lui e ignori paradigmi consolidati da secoli.

Il bello di Mage, secondo me, è (o era, prima della revised) che un mago o meglio un vero mago, davvero potente, poteva esplorare i vari livelli della realtà e accedere a piani d'esistenza e dimensioni parallele talmente esoterici che i più arcani tra i fatati e i più mistico tra i lupini li avevano si e no sentito nominare un paio di volte e persino viaggiare nel tempo meglio di un anziano true Brujha (attenzione al Paradosso però).

Il mage non si occupava di incantesimi e rituali, quello lo facevano gli Stregoni (mortali) e i Taumaturghi (vampiri). La magia delle sfere è un qualcosa che trascende completamente la magia a phats e rituals (non a caso chimata statica o lineare). Chi amasse questo tipo di magia e odiasse i viaggi e le esplorazioni dei vari livelli di realtà farebbe bene a giocare a Sorceres (cosa che, tra le altre cose, gli permetterebbe di risparmiarsi tutti i grattacapi legati a Paradigmi & Paradosso).

Tu puoi alterare il mondo reale:
o partendo dalla realtà e allora devi saper giocare secondo le regole della realtà che vuoi cambiare;
oppure partendo da un riflesso della realtà (l'Umbra, il Dreaming, le Shadowlands, la Digital Web, quello che vuoi) qui le regole sono più flessibili e fare le cose risulta più facile sia per te... ...Che per gli Altri (si altri con la a maiuscola), infatti lì il paradosso è meno rigoroso e potresti incontrare cose e creature che nel mondo reale non potrebbero esistere e che li fanno tranquillamente cose che nella realtà non potrebbero fare (come pietrificarti con lo sguardo, per dirne una).

...Insomma, in mage the ascension non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca: il che per un gioco uscito negli anni novanta non è poco.

Si è anche detto che mage non fosse abbastanza orrorifico, sarà! Io credo che il fatto che come gioco andasse un po' oltre il solito orrore non fosse necessariamente un male.
Si è anche detto che il mage pre revised non fosse abbastanza terra centrico, su questo io però dissento energicamente. Perché? Perché innanzi tutto ammettendo che ciò fosse stato vero, considerando ciò che sono i maghi che bisogno c'era di renderli terra centrici?
Ma comunque mage è sempre stato centrico quant'altri mai perché tutti i livelli della realtà non sono altro che riflessi del mondo terreno (che s'influenzano reciprocamente), e gli shard realms sono uniti a Gaia da un vincolo indissolubile, tutto ciò che esiste è alimentato dal flusso di quinta essenza generato di Gaia e sia che tu voglia cambiare, preservare o distruggere il creato con il pianeta Terra devi farci i conti.
E' vero che quando sei un mago davvero potente puoi costruirti il tuo reame sull'horizon (o anche oltre...) ma per mantenerlo ti servono i Nodi che si trovano solo sul pianeta Terra, inoltre sia che vivere sia per continuare ad essere un mago, cioé un individuo illuminato capace di accedere alla magia delle sfere, devi mantenere un legame con Gaia (problematico, distorto, contraddittorio e perfino malato, se ti piace, l'importante è che lo mantieni) o subire la disconnessione e conseguentemente perdere il tuo stato di mage.

Insomma della terra non puoi infischiartene puoi amarla e odiarla disperatamente ma non esserle indifferente.

ORCO NON LASCIARE CHE IL SOLE TRAMONTI SU DI TE DA QUESTE PARTI.
-Scritta in elfico incisa su un tronco d'albero in una foresta incantata

Conigliomannaro
Fan della serie Squilibrio.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1150 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

Ci credi che non lo conosco minimamente? Già che ci sei, visto che sembra tutto molto interessante, perchè non ci spieghi quali sono i presupposti e le ambientazioni di questo gioco e quale percorso si segue per iniziare a giocarci?

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10584 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

Ho poco tempo, fammi raccogliere le idee, mi servirà qualche giorno. Per intanto posto un intervento su un altro gioco OWD che tenevo nel dekstop da qualche giorno.

ORCO NON LASCIARE CHE IL SOLE TRAMONTI SU DI TE DA QUESTE PARTI.
-Scritta in elfico incisa su un tronco d'albero in una foresta incantata

Conigliomannaro
Fan della serie Squilibrio.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1150 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

Ottimo, fai con comodo ma non dimenticarti, mi interessa molto smile.

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10584 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

Cedo la parola a un vero luminare: è stata questa homepage che ha acceso in me il sacro fuoco di Mage.
http://members.xoom.virgilio.it/chaosmage/

ORCO NON LASCIARE CHE IL SOLE TRAMONTI SU DI TE DA QUESTE PARTI.
-Scritta in elfico incisa su un tronco d'albero in una foresta incantata

Conigliomannaro
Fan della serie Squilibrio.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1150 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

In teoria per ogni GdR esisterebbero tanti possibili approci quanti sono i diversi gruppi che lo giocano, questa affermazione è ancora più vero per Mage the Ascension. Il problema però è che se lo Storytelling (il master per capirci)per un motivo o per l'altro non vuole concedere libertà ai PG il gioco s'impoverisce di molto, se poi lo Storytelling pensa solo un gioco sui maghi siamo su una bruttissima china, il peggio che potrebbe capitare a questo punto sono giocatori che trovano teddioso agire con una certa dose di premeditazione.

Il sistema è lo storytelling della WW: cioé quello di Vampire the Masqueraide, per capirci.
Il sistema magico è estremamente potente ma anche difficile da spiegare.
Se non si afferrano concetti come Quinta Essenza, Paradigma e Paradosso.

I Maghi sono individui capaci di alterare la realtà.
Ci riescono grazie a un Avatar.
Ogni realtà è governata da un paradigma cioé da un modello ideale di norme che disciplinano il suo funzionamento.
Ogni qual volta un mago o un'altra creatura sovranaturale alterano la realtà quando escono dall'alveo di regole succitate possono incorrere in un paradosso.
Dovunque vi sia una realtà anche molto malleabile c'è sempre il paradosso.

Un modo per aggirare il problema di qui sopra è compiere azioni magiche mimetiche col paradigma vigente, in questo caso si parla di magia coincidenziale.

La quinta essenza è la benzina che alimenta la realtà: se la realtà fosse l'immagine proiettata da una lampada magica la quinta essenza sarebbe la fonte di luce, i vari paradigmi i filtri colorati.

Ogni mago opera seguendo un paradigma, in teoria potrebbero esistere tanti paradigmi quanti sono i maghi, e questo è vero per gli Orfani, maghi autodidatti che operano la magia secondo un loro paradigma personale, in pratica però sono più numerosi i maghi appartenenti alle craft, alle tradizioni o alle convenzioni thecnocratiche.
Le succitate cabale di maghi lottano da SEMPRE per imporre il proprio paradigma alla realtà, attualmente i Thecnocrati, fautori del metodo scientifico sperimentale, stanno per vincere questo conflitto chiamato Guerra dell'Ascensione e il paradigma scientifico tecnologico è a un passo dal dominare tutto il creato.
Quanto detto sopra è valido in generale ma non nello specifico ogni tradizione ha il suo modo di vedere e di definire: quinta essenza, paradigmi e realtà.
Per chi volesse approfondire le questioni tecniche in rete ci sono degli starterkit sia in inglese sia in italiano.

ORCO NON LASCIARE CHE IL SOLE TRAMONTI SU DI TE DA QUESTE PARTI.
-Scritta in elfico incisa su un tronco d'albero in una foresta incantata

Conigliomannaro
Fan della serie Squilibrio.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1150 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

la gestione della magia sembra molto simile a quello che abbiamo ideato per il Bardo di Uno Sguardo nel Buio...

Viridovix di Albernia
Uno Sguardo nel Buio - http://www.usnb.it - http://maps.usnb.it

Viridovix
Conte della Spada Spezzata
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
900 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

A ben vedere no.
Il Mage come ripeto non è soltanto un mago.
La Quinta Essenza che è un po' l'energia astrale della situazione.
Un Mage non la usa per castare. Lui casta gratis. La usa "solo" per rafforzare gli effetti.
Sono gli stregoni e tutte le altre creature magiche che hanno bisogno di spendere quinta essenza per usare la maggior parte dei poteri, i Mage no.
In teoria avresti anche trasceso l'uso dei phat & rituals (ma vabbé questo dipende dalle edizioni e dalle opzioni che adotta lo Storytelling).
L'unico problema che hai è o restare nell'alveo del paradigma.
...E di qui si capisce perché i vari gruppi di maghi cercano di promuovere il loro paradigma.
O di essere mimetico al paradigma stesso.
Ogni volta che, con la magia, compi un'azione non prevista nella realtà in cui operi la realtà in cui operi si difende bloccandoti, danneggiandoti o anche eliminandoti.
Se lanci un incantesimo in palese contraddizione col paradigma vigente prima di tutto potrebbe aumentarti il rischio di fallire, ma poi, se sei stato particolarmente sventato accumuli anche dei Punti Paradosso che erodono il tuo Pool di quinta essenza e che possono "esplodere" ad ogni tentativo di usare la magia infliggendoti una punizione paradossale.
Se lanci un incantesimo in modo che sembri una "coincidenza" ti becchi meno paraddosso o non te ne becchi proprio.

C'era un mago, Figlio dell'Etere, che castava gli incantesimi di Time (incantesimi divinatori per capirci) sempre coincidenziali, come focus aveva la matematica: era un po' tipo il matematico di Numbers, non so se avete presente il telefilm.
Un po' ha avuto anche fortuna ma con quella branca di magia non si è mai beccato una punizione paradossale, ha sempre lanciato in coincidenziale, il problema era che il focus era un po' lento, tutto lì.
(Accumuli paradosso anche fallendo le operazioni magiche coincidenziali ma è ovvio, cioé la realtà non è mai molto contenta di essere modificata e prova ad opporsi, i posti in cui la realtà è più malleabile sono dei brutti zupponi primordiali e non è molto divertente restare lì, nemmeno se si è un mago, visitare il Flux per credere).

ORCO NON LASCIARE CHE IL SOLE TRAMONTI SU DI TE DA QUESTE PARTI.
-Scritta in elfico incisa su un tronco d'albero in una foresta incantata

Conigliomannaro
Fan della serie Squilibrio.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1150 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

Questo sistema di mage sembra molto interessante, quando mi riferivo alla similitudine col bardo da noi creato (che evidentemente sei andato a leggere sul wiki - grazie) mi riferivo al solo aspetto delle "violazioni delle regole vigenti".

Nel nostro caso il bardo crea le sue Opere (non si parla di magie, visto che il bardo interviene sul creato con la musica) con opportune melodie che diventano tanto più complesse - e difficili da suonare - quanto maggiore è il numero di violazioni che il bardo cerca di realizzare...

Viridovix di Albernia
Uno Sguardo nel Buio - http://www.usnb.it - http://maps.usnb.it

Viridovix
Conte della Spada Spezzata
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
900 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Mage the Ascension

Conigliomannaro ha scritto:

I Maghi sono individui capaci di alterare la realtà.
Ci riescono grazie a un Avatar.
Ogni realtà è governata da un paradigma cioé da un modello ideale di norme che disciplinano il suo funzionamento.
Ogni qual volta un mago o un'altra creatura sovranaturale alterano la realtà quando escono dall'alveo di regole succitate possono incorrere in un paradosso.
Dovunque vi sia una realtà anche molto malleabile c'è sempre il paradosso.

Questo concetto è splendido, e mida l'idea che questo gioco si adattissimo per essere condotto da master votati più alla narrativa che all'azione. E' comunque una base molto profonda, da cui si possono sviluppare tantissime variazioni, storie situazioni,anche estremamente intricate. Affascinante.

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10584 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5067
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
144881
Totale Messaggi Oggi:
6
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
6556
Ultimo Utente Registrato:
La Tigre Danzante