Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Libri "one shot", collane composte da più volumi, raccolte di racconti brevi. Quali sono le vostre opere interattive preferite?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 54.236.35.159

Saghe fantasy

Re: Saghe fantasy

Tutta l'opera di Robert Howard non solo Conan ma anche Solomon Kane ed bellissimi racconti dell'orrore
La Trilogia di Kushiel di Jaqueline Carey ma è molto particolare vi avverto

LuciusRayne
Novizio
ranks
useravatar
Offline
20 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Pirata delle Alpi ha scritto:

Ho iniziato il ciclo di Shannara di Terry Brooks e il primo libro "La Spada di Shannara" non è niente male, ma devi apprezzare il fantasy classico.

Il primo era discreto, ma veramente scopiazzava senza ritegno alcuno da Il Signore Degli Anelli. Il due invece e il tre (le pietre magiche di shannara e la canzone di shannara) li ho trovati pieni di belle idee (certo Terry brooks potrebbe ave scopiazzato da altri libri che io non conosco...) e narrati in maniera sublime anzicheno, molto più scorrevoli del signore degli anelli. Anche il seguito, i figli di shannara non fu male. I libri successivi invece un po' pallosi (il druido e la regina degli elfi), o forse ero io che mi ero stancato. Si riacchiappa con l'ultimo volume I talismani di Shannara che purtroppo però si chiude con un finale tirato via in 10 minuti che dopo 7 libri ti aspettavi una chiusura epica e invece son dovuto andare 3 mesi in veneto a fare un corso accellerato di bestemmie per poter manifestare tutto il mio dissenso...
Poi ci furono ulteriori seguiti coi nipoti ma sospettavo di dover fare il corso avanzato di Bestemmie cattive da Spritz e li ho lasciati stare

ilsaggio79
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
5873 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Pirata delle Alpi ha scritto:


la saga di Darkwing di Davide Cencini mi sembra niente male.

una delle migliori
(e di fantasy ne ho letti veramente tanti)

inoltre é STRETTAMENTE legata al librogame “la caccia”: motivo in piú per esplorare quel fantastico mondo wink

e poi davide é uno di noi (uno dei personaggi principali si chiama vonatar... ho detto tutto wink )

tyorl
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
523 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Ritorno dopo lungo tempo su questa discussione, quasi pronto a fare il mio acquisto, per chiedervi un consiglio.
La mia scelta, dopo aver ridotto i possibili candidati, pensa che sarà tra:

- Robert Jordan, La ruota del tempo
- Steven Erikson, Il libro Malazan dei caduti
- Andrzej Sapkowski, The witcher
- Brandon Sanderson, Le cronache della folgoluce
- Robin Hobb, La trilogia dei lungavista
- Joe Abercrombie, La prima legge

So che in pratica sono tanti contendenti, ma confido nei vostri suggerimenti  cool
Grazie

Il_Bardo
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
132 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Bé, dipende da cosa cerchi. Ogni saga ha le sue peculiarità:

- “La Ruota del Tempo” si basa sull’epicità e sul destino. Per diversi aspetti assomiglia un po’ al “Signore degli Anelli”.
- “Il libro Malazan dei caduti” è un fantasy un po’ atipico: il vero protagonista è la storia del mondo, i personaggi sono quasi delle comparse (rispetto all’importanza che hanno di solito).
- La saga di “Geralt di Rivia” è conosciuta dai più grazie al videogioco, ma attenzione: gli eventi del videogioco non sono considerati canonici dall’autore. Detto questo, i primi libri in realtà sono delle raccolte di racconti. La saga vera e propria inizia con “Il sangue degli elfi”.
- “Le cronache di Folgoluce” non le conosco, quindi ho dato un’occhiata su Wikipedia. Ha una struttura davvero complessa. La saga è incompleta, e guardando gli anni di pubblicazione ti consiglio una certa cautela: potrebbe avere la “sindrome di Martin”, sebbene non in forma acuta.  smile2
- Avevo proposto la “Trilogia dei Lungavista”, quindi sono di parte, ma non posso non ribadire il suo valore. Difficilmente troverai personaggi caratterizzati meglio di quelli della Hobb.
- “La prima legge” è nota per la sua crudezza. Abercrombie non ti risparmia niente. Forse per certi versi (lo stile della scrittura, per esempio) è anche più spietato di Martin. Degna di nota è l’originalità dei titoli delle sue opere, memorabili rispetto ai titoli pieni di cliché che affliggono il genere fantasy.  applauso

Di recente ho scoperto l’esistenza di una saga che ha vinto il Premio Hugo per tre anni di seguito (non era mai successo, se ricordo bene): La “Trilogia della Terra Spezzata” di N.K. Jemsin. Non l’ho letta, ma direi che è da tenere d’occhio per un eventuale acquisto futuro.  cool

Spero di esserti stata utile!  wink

Netsuna
La blogger che non serviva
Novizio
ranks
useravatar
Offline
9 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Netsuna ha scritto:

Spero di esserti stata utile! 

Innanzitutto grazie mille per la risposta e scusami per il ritardo con cui ti replico.  sad

Sei stata super esaustiva e vorrei approfittarne per chiederti maggiori info.

Netsuna ha scritto:

i primi libri in realtà sono delle raccolte di racconti. La saga vera e propria inizia con “Il sangue degli elfi”.

Per quanto riguarda "The witcher" avevo notato proprio il dettaglio che evidenzi, ossia che i primi due volumi sono raccolte di racconti: è necessario leggerli? Oppure ha senso iniziare direttamente con il primo libro?

Netsuna ha scritto:

“La prima legge” è nota per la sua crudezza. Abercrombie non ti risparmia niente. Forse per certi versi (lo stile della scrittura, per esempio) è anche più spietato di Martin. Degna di nota è l’originalità dei titoli delle sue opere, memorabili rispetto ai titoli pieni di cliché che affliggono il genere fantasy. 

Mi sembra molto molto vicino a ciò che in questo momento cerco in una saga. Però ho letto opinioni contrastanti in merito a questo autore e ai suoi libri. Ho si notato un generale apprezzamento ma con dei distinguo che hanno generato dubbi: tu lo hai letto?

Netsuna ha scritto:

Di recente ho scoperto l’esistenza di una saga che ha vinto il Premio Hugo per tre anni di seguito (non era mai successo, se ricordo bene): La “Trilogia della Terra Spezzata” di N.K. Jemsin. Non l’ho letta, ma direi che è da tenere d’occhio per un eventuale acquisto futuro. 

Ti ringrazio ancora per la pazienza!

Il_Bardo
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
132 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Il_Bardo ha scritto:

Per quanto riguarda "The witcher" avevo notato proprio il dettaglio che evidenzi, ossia che i primi due volumi sono raccolte di racconti: è necessario leggerli? Oppure ha senso iniziare direttamente con il primo libro?

Secondo me dovresti leggere almeno uno dei due volumi: ti danno un’idea di cosa aspettarti dalla saga vera e propria, e vi appaiono diversi personaggi importanti. In più, leggere i racconti ti dà la possibilità di valutare più velocemente se la saga può suscitare o meno il tuo interesse.

Il_Bardo ha scritto:

Mi sembra molto molto vicino a ciò che in questo momento cerco in una saga. Però ho letto opinioni contrastanti in merito a questo autore e ai suoi libri. Ho si notato un generale apprezzamento ma con dei distinguo che hanno generato dubbi: tu lo hai letto?

Non ho letto la trilogia completa, quindi non posso darti una risposta esauriente. Quello che posso dirti è che alcuni sono rimasti delusi dai libri di Abercrombie perché pensavano di trovarvi molte più somiglianze con le “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”. Il paragone con Martin è una lama a doppio taglio: i due si somigliano per lo stile crudo, ma divergono molto per altri aspetti, come per esempio l’interesse per alcuni argomenti. Abercrombie è laureato in psicologia, e infatti la caratterizzazione dei personaggi e della società prende molto spazio, anche a discapito della trama generale. Martin, invece, è un appassionato di storia medievale (in particolare di quella anglosassone) e trae spesso ispirazione da essa per i suoi libri. Personalmente, credo che questo sia un bene: se le storie di Abercrombie fossero delle copie di quelle di Martin, tanto varrebbe risparmiare soldi e rileggersi l’originale.

Per trovare qualcosa di più vicino a Martin, ma senza alcun debito nei suoi confronti, dovresti orientarti sul romanzo storico. Alcuni sono abbastanza brutali e prevedono una piccola dose di magia. Potresti provare Bernard Cornwell.

Netsuna
La blogger che non serviva
Novizio
ranks
useravatar
Offline
9 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Sempre esaustiva e sul pezzo!  wink

Ti stavo per rispondere che mentre attendevo la tua risposta sono giunto alla mia personale scelta: proverò Joe Abercrombie....
Per poi scoprire con immenso stupore che i suoi libri non sono reperibili in alcun modo (colpa del fallimento della Gargoyle, da quel che ho capito - se volessi essere estremamente corretto dovrei dire che in realtà è stata fatta una versione "titan edition" della prima trilogia di Abercrombie: andate pure a vedere com'è fatta..).

Non sono particolarmente contento di questa scoperta ma credo che alla fine opterò per "The Witcher".
Seguirò anche il tuo consiglio di cominciare dalle raccolte!

Nonostante, per ora, sono quasi in procinto di iniziare questa nuova saga nutrendo nel contempo la speranza di trovare i libri di Abercrombie, rimango aperto a ogni tua/vostra dritta per ciò che riguarda saghe fantasy  bigsmile2

Il_Bardo
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
132 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Il_Bardo ha scritto:

Sempre esaustiva e sul pezzo!  wink

Ti ringrazio. Felice di essere d'aiuto.

Il_Bardo ha scritto:

(colpa del fallimento della Gargoyle, da quel che ho capito - se volessi essere estremamente corretto dovrei dire che in realtà è stata fatta una versione "titan edition" della prima trilogia di Abercrombie: andate pure a vedere com'è fatta..).

Già. Divisione in due colonne "stile Bibbia" che pregiudica la leggibilità, per non parlare della qualità scadente della carta e della stampa. Davvero una scelta editoriale pessima. 

Il_Bardo ha scritto:

Seguirò anche il tuo consiglio di cominciare dalle raccolte!

Ti ringrazio per la fiducia. Spero le troverai interessanti.

Netsuna
La blogger che non serviva
Novizio
ranks
useravatar
Offline
9 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Saghe fantasy

Ai tempi, in aggiunta ai precedenti preziosi consigli,
mi erano piaciute moltissimo le prime due saghe di David Eddings:

I Belgariad
- Il segno della profezia (Pawn of Prophecy, 1982)
- La regina della magia (Queen of Sorcery, 1982)
- La valle di Aldur (Magician's Gambit, 1983)
- Il castello incantato (Castle of Wizardry, 1984)
- La fine del gioco (Enchanters' End Game, 1984)

I Mallorean
- I guardiani della luce (Guardians of the West, 1985)
- Il re dei Murgos (King of the Murgos, 1988)
- Il signore dei demoni (Demon Lord of Karanda, 1988)
- La maga di Darshiva (Sorceress of Darshiva, 1989)
- La profetessa di Kell (The Seeress of Kell, 1991)

Enjoy.

samurai74
samurai74
Novizio
ranks
useravatar
Offline
10 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5106
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
145345
Totale Messaggi Oggi:
14
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
6757
Ultimo Utente Registrato:
tommasoamici