Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2012 CONCORSO I Corti di LGL 2012
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame dopo il Corona Virus: che ne sarà del mercato interattivo superata la crisi?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.235.29.190

CONCORSO I Corti di LGL 2012

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Danilo Baldoni ha scritto:

Se così non fosse, dovrei dare un 10 a chi mi piglia le rogle di neverwinternights e me le applica a un corto di 40 par., e invece no, è sbagliato perché in quel corto non potrò mai fruire correttamente quel tipo di regole (dunque zero spaccato!).
Io la vedo così e ne sono fiero...

Non conosco l'esempio in questione ma ho afferrato il concetto e sono perfettamente d'accordo. Se però si deve premiare lo sperimentalismo, bisogna anche tener conto di un fattore di originalità che limita un po' questo discorso. Esempio facile facile: un regolamento come quello di DA si adatta perfettamente a un Corto, più funzionale di così non saprei cosa ci sia e non a caso ha partorito decine e decine di brevi gamebooks sparsi in rete, ma non vedremo mai premiare un Corto di quel tipo in questa sede, scommetto. Ed è giusto che sia così.

kingfede
King of Gamebook's Land
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2455 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Danilo Baldoni ha scritto:


No, Fontana è un 10 e lode comunque...

Per te... io personalmente non adoro quel tipo di "arte"... per me sarebbe un "voto non assegnabile".

EDIT:
Sarei curioso di vedere che voto avresti dato a questo corto, presentato durante la seconda edizione del concorso:
Io sto in crisi

monpracem
Scienziato Pazzo
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1592 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Mmm... geniale!
Quando si distrugge in realtà si fa un favore a chi costruisce... Ci dev'essere anche questo.
Quello che intendevo dire è che il regolamento deve essere 'il vestito' del racconto; il più idoneo.
Quello che ti permette di divertirti... ma non è detto che questo divertimento passi per l'invenzione del razzo. Questo passa anche per i normali lg: mi ricordo ancora del combattimento di Robin Hood, semplice eppure efficacissimo... Evidentemente quelle avventure, quel mondo, quegli scontri immaginati, fruivano meglio tramite quell'invenzione. Le regole sono parte integrante dello scritto, insomma, la sua più corretta emanazione... Così come ormai non ci si può più immaginare LS senza una tabella del destino, rappresentativa... ma allo scegli la tua avventura non darei zero, in quel punto, ma nove: perché per vivere al meglio quell'invenzione NON devono esistere regolamenti...! Di quella serie si gode la varietà di finali disponibili, e il finire in zone diametralmente opposte le una dalle altre... Eppure è un libro-gioco, sfido a dire il contrario... Se la cosa non è intesa così, allora non l'ho capita e stento anche a capirla, perché che scontri ci vuoi mettere in 40 par.? Allora è molto più bello che qualcuno ti dica: prendi le freccette, tirale al bersaglio: se lo centri, muore... Qualcosa, insomma, che devi dall'austerità del vero lg, perché, intendiamoci: non possono esistere regole pesanti senza una struttura di gioco (narrativa) altrettanto pesante... Non imparerò i 40 incantesimi di Sortilegio! se poi ne dovrò usare due, o il regolamento più scrupoloso del mondo per combattere una sola volta se mi dice bene...

Danilo Baldoni
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1343 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Per semplificare la pappardella qua sopra (sono un campione di pappardelle, io): non posso dire: facciamo il corto! Però il regolamento è meglio se è lungo... No: o è corto l'uno e l'altro, o sono lunghe tutt'e due le cose.

Danilo Baldoni
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1343 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Il regolamento di gioco, se presente, dovrà essere compreso nel numero massimo di pagine consentito e dovrà essere posizionato all'inizio del racconto, con la stessa formattazione grafica di questo. Tale regolamento dovrà essere completo e pienamente comprensibile ad un generico lettore, e potrà comprendere un’eventuale scheda del personaggio. Non è ammesso rimandare a regolamenti di giochi già esistenti né usare terminologie o abbreviazioni specialistiche. Verrà valutata dai giudici anche l'originalità e la funzionalità del regolamento ideato.

Scusate, non voglio passare alla storia del sito come il mancato svizzero, ma il regolamento parla in maniera esplicita: il regolamento di gioco, SE PRESENTE...
il che non significa: tu bastardo che non l'hai scritto hai un punto a tuo sfavore già in partenza, tu che l'hai scritto ed è bello, uno in più... E' ridicolo, se così fosse...!
Io l'ho intesa tipo: se il tuo corto PREVEDE (il che significa: mi accorgo se lo prevede e non l'hai messo -allora sì, penalizzazione! Mi accorgo se lo prevde e l'hai messo -sì, ma poteva essere meglio: 5! Mi accorgo se hai messo quello che ci voleva -dieci e lode!) un regolamento...
E soprattutto: verrà valutata l'originalità e la FUNZIONALITA'... il che significa: se il tuo corto, esteticamente parlando, prevedeva regole 'schifo' (alla Muchkin'), o zero regole, io giuria me ne devo rendere conto...
Però non parlerei, Dirk, di valore aggiunto, quanto di integrità con lo scritto, che è molto diverso...
Fra l'altro il regolamento non indica una tabella a sé, ma di sfruttare lo stesso spazio che altrimenti andrebbe alla narrazione, come a dire: vedi te come vuoi fare e bilanciare le due cose...
Mmm... non so, è un passaggio che non mi è chiaro, e forse fonte di studio per questo e/o i prossimi Corti.

Danilo Baldoni
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1343 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Infatti non è obbligatorio il regolamento: molti racconti a bivi pubblicati non lo hanno e a modo loro sono fruibilissimi, anzi a volte più fruibili acciocchè più snelli da giocare.
Detto questo confermo quanto ho detto in precedenza: se il regolamento è ben congegnato e non troppo barocco da non appesantire il racconto, beh ritengo sia un valore aggiunto per il racconto, visto che l'autore ha dovuto passare del tempo per ideare il regolamento, bilanciare i valori e verificarne il funzionamento. Ovvio che se ciò non si realizza, non si tratta di valore aggiunto ma bensì di demerito. Ergo, meglio nessun regolamento piuttosto di uno pietoso.
Trattasi ovviamente di un giudizio personale, credo che ognuno sia libero di valutare come meglio crede ciò che deve valutare, e la media dei voti serve proprio per appianare estremismi di voto.

Dirk
Amministratore
useravatar
Offline
1652 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Fermo restando che amo il concorso per come si sta profilando, e che i pareri personali sono SEMPRE ben accetti, e tali resteranno (una giuria è insindacabile, come giusto che sia), io la cosa l'ho veduta in maniera un po' più ampia: cioè, a parti inverse, uno potrebbe addirittura fare un Corto con 10 pag. di regolamento e sei di parte narrativa.. ma se quel Corto mi DIVERTE più d'ogni altro, beh, è a lui il primo premio, aldilà di dove arrivi l'alchimia del divertimento...
E' il divertimento che ha l'ultima voce in capitolo, secondo me...
In quanto al 'sacrificio' che c'è dietro ad una storia, lì andrei cauto: io che un pochino di familiarità l'ho acquisita nel tempo, potrei dire che ci sono storie fulminee assai più efficaci di storie sofferte a lungo, così come storie corte il cui dispendioso sacrificio lo nascondono abilmente, ma ad occhio attento, si ravvisa tutto (prendiamo Borges, ad esempio: storie di dieci pag. meditate per anni).
Ci sono poi storie che aspettano tantissimo prima di vedere la luce, e torturano un bel po' i loro scrittori prima del fatidico parto...
Non sarei così clemente con un foglietto di regole solo perché è ovvio che l'autore s'è sforzato: direi piuttosto, bravo se hai indovinato le regole giuste, affatto bravo se non hai indovinato che non ci volevano (a dircelo è sempre il divertimento; il vero divertimento ovviamente esige un distacco dai gusti personali, ecco perché ne parlavo all'inizio con Prodo: non dev'essere una gara a riconoscere cosa m'è più familiare, ma uno svuotarsi per giudicare correttamente quale racconto ha potenzialità OGGETTIVAMENTE maggiori rispetto ad altri. Altrimenti diamo pure per buono che i fan di LS hanno già vinto senza nemmeno la fatica di redigere regole e racconti).
La questione la si può buttare anche sul 'pecoreccio': posso essere un amante di 'grandi tette' quanto voglio, ma dovrò riconoscere che questa mia passione non potrà sposarsi con ogni singolo viso inventato dal nostro Buon Creatore... :-) Ad ogni viso il suo seno; e un po' così è anche per regolamento e narrativa in un libro gioco (sempre secondo me)...

Danilo Baldoni
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1343 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Interessante parafrasi. Ritenevo sottinteso che il regolamento, seppur perfetto ma troppo elefantiaco da pregiudicare la fruibilità del racconto e divertimento del lettore, beh va senz'altro penalizzato.
Per il discorso di dispendio di tempo, ricordiamo però che si tratta di un concorso con ristrettissimi margini temporali (ancor più ristretti se si pensa che i racconti vengono scritti per la maggiore nei ritagli di tempo libero), pertanto continuo a ritenere che il regolamento, con tutti i se e i ma anzidetti, sia un valore aggiunto da valutare perchè introduce maggiori difficoltà per l'autore.

Dirk
Amministratore
useravatar
Offline
1652 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Caspita, che analisi superprofonde. Personalmente, penso che per ogni storia ci sia un regolamento adatto, e la bontà del libro/raccontogioco derivi dal mix delle due cose. Così come il regolamento di Fede era perfetto per il suo racconto vincente di due anni fa, ritengo che l'assenza di regolamento usata da EGO l'anno scorso fosse l'unica adatta al suo corto (che peraltro mi era piaciuto da matti). E faccio nomi solo perché li avete già fatti voi! smile2

E adesso andate a votare, pelandroni! Cliccate sul mio link e filare! wink

Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

I miei racconti

Apologeta
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1724 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CONCORSO I Corti di LGL 2012

Mmmm... Sì! :-) E' probabile che nella pratica tutto quel che sto dicendo si concretizzi (la teoria è sempre troppo, troppissimo più cavillosa e arzigogolata, ed è molto probabile che gli stessi sentimenti si focalizzino con frasi leggermente diverse); purtroppo non ho seguito le altre gare gli scorsi anni, e nullusacciu... :-) I'm so sorry for all this...!
Buona gara a tutti...!

Danilo Baldoni
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1343 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4969
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
143306
Totale Messaggi Oggi:
7
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
6049
Ultimo Utente Registrato:
thomas00