Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2015 I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • overcesium
  • powerbob
  • bludipinto
  • sancio

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame dopo il Corona Virus: che ne sarà del mercato interattivo superata la crisi?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.235.66.217

I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi



Ecco il primo racconto dell'edizione 2015 de "I Corti di LGL". Questo racconto è presentato fuori concorso. Votatelo e giudicatelo come tutti gli altri, ma non concorrerà alla gara vera e propria.
Votazioni aperte da Lun 20 Aprile a Ven 24 Aprile.

Si aprono le danze!

Calendario completo e regole del buon giurato

Ultima modifica di: Mornon
Apr-19-15 21:58:15

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5338 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

Buongiorno a tutti e buon inizio settimana! Eccomi a inaugurare questo edizione 2015.

La prima cosa che mi viene da pensare quando giudico un corto "fuori concorso" è la motivazione che abbia portato alla sua esclusione. So che non c'entra con la valutazione, ma è più forte di me. Qui, a mio parere, si tratta del numero dei paragrafi, uno in più del consentito.

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Oppure il fatto che il bando sia stato rispettato solo formalmente e molto alla leggera: la locanda potrebbe essere un qualsiasi locale (infatti non si fa riferimento a nessuna possibilità di alloggiarvi), la nebbia è menzionata solo en passant e il sovrannaturale è relegato (forse) in un solo paragrafo di istant death.
Ciò premesso, non posso non apprezzare l'ambientazione casereccia e contemporanea. La parlata dei personaggi, la musica che ascoltano, la fede calcistica del protagonista e molti altri riferimenti li pongono da qualche parte in Padania Lombardia, a cavallo tra il secolo attuale e il precedente.
Anche le vicende narrate, lungi dal riguardare il destino del mondo, sono quanto di più ordinario ci si possa aspettare: un ragazzo di provincia che esce con i suoi amici (bifolchi quanto lui) e decide di imbroccare la propria vecchia fiamma delle medie.
Questa, insieme all'ambientazione, è senza dubbio la parte più divertente. I personaggi sono macchiette, è vero, ma quanti di noi non lo erano quando avevano 2X anni e uscivano la sera? C'erano l'oca, il bullo, la fighetta, il beone... Magari sono ragazzi che hanno personalità più complesse, ma è normale che si releghino in ruoli predefiniti quando escono assieme.
Ciliegina sulla torta per questa atmosfera scanzonata è il tono con cui l'autore apostrofa direttamente il lettore mentre espone le regole e commenta i finali "negativi".

La meccanica di gioco mi pare ben azzeccata e fa anche buon uso dei pochi paragrafi a disposizione. Il problema è che tutto si basa sull'avere il punteggio più alto in una caratteristica quando si lanciano i dadi e spesso non è chiaro quale delle quattro "F" si dovrà usare prima di ogni scelta.
È encomiabile anche la varietà di intrecci che conducono al primo checkpoint.
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Si può arrivare al 6 davvero in tanti modi.
I livelli di difficoltà calibrati aggiungono un minimo di rigiocabilità, per chi ama le sfide.

Un discorso a parte va fatto per il paragrafo 13.
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Premesso che trovo molto elegante attribuire a questo numero l'unica istant death vera e propria del racconto, mi pare che l'avvenimento sia un po' fuori luogo. Insomma, si parla di ragazzotti che cercano di beccare la sera e mi ci infilate un incrocio tra Pietro Pacciani e Jason Vorhees? Questa è una nota molto stonata, forse un easter egg messo apposta dall'autore.
Per quanto riguarda la valutazione, devo fare un profondo respiro e ricordare che l'attinenza al tema non costituisce un criterio che possa influenzare il voto (tanto più che questo è fuori concorso). Il corto mi è piaciuto e merita di essere letto, se non altro per l'originalità della trama.
Voto: 8

Giocabilità: 7
Divertimento: 9
Narrazione: 8

EDIT:
Inseriamo anche il riferimento culturale.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

applauso  applauso
Avvio spumeggiante!!
Ho letto ora il prologo, la Panda del cacciatore è un classico dalle mie parti. Magari bianca..
Mio papà ci andava a caccia veramente ma i sedili li ha sempre tenuti tutti  smile2

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2445 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

gli esimi giudici potrebbero fornire la ragione del perchè è fuori concorso? tongue

Sabretooth
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1297 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

Iniziamo bene: il racconto è molto bello.
Probabilmente è stato scartato per la non attinenza al tema.
Da dove parto?
Dalla struttura: la scelta delle tabelle alla fine di ogni paragrafo mi è piaciuta molto, ci sono tante scelte ad ogni bivio e gli intrecci sono davvero fatti bene, i paragrafi sono raggiungibili da più punti e la rilettura ne guadagna. Poi è una variante interessante rispetto al classico “Se vuoi fare questo vai al X, se vuoi fare quello vai all’Y”.
Mi è molto piaciuta anche la gestione dei codici e dei check-point: ce ne sono solo tre (tabelle), ma è davvero notevole il modo in cui tutti i codici sparsi lungo il racconto siano intrecciati a stabilire i modificatori.
Per quanto riguarda la rigiocabilità, la trovo davvero molto alta: già il racconto offre tante possibilità tra codici, check, caratteristiche e lanci di dado, ma l’autore poi ha stabilito davvero tanti livelli di difficoltà (le 8 “S” portano a 16 diversi partite in base alle varie combinazioni). Uniche note vanno fatte per alcuni livelli di difficoltà (il livello “Single per evidenti ragioni” è chiaramente ingiocabile se non con una discreta dose di fattore “C”) e per la scelta dei dadi nei livelli di difficoltà relativi a LEI (per chi non ha dadi a 10 facce, probabilmente si poteva offrire una doppia soluzione d10/d6).

Lo stile è frizzante, il contesto è giovanile e la narrazione scorre bene: è piacevole leggere le vicende di questi mattacchioni, queste storie le avremo vissute anche noi tante volte qualche anno addietro, quindi la lettura è tutto tranne che pesante.

L’ID al paragrafo 13 l’ho trovata piuttosto strana, scollegata con il resto del racconto, quasi un paragrafo a sé: drammatica e quasi inspiegabile. Da una parte è comprensibile che quando si viene inseguiti non si capisca “da chi” e si pensi solo a scappare (quindi c’è da apprezzare il realismo della scena), dall’altra in un racconto pieno di descrizioni è un po’ strano non capire cosa ci ha portato alla morte. D per sé, comunque, è un paragrafo ben scritto.

Un applauso all’autore.

Voto: 8

Giocabilità: 10
Divertimento: 8
Narrazione: 7

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
4872 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

Ho appena iniziato la lettura e sono al regolamento... ho il sospetto che faticherò a identificarmi in uno dal cranio rasato, interista, e che trova deliziosi degli stivaletti bianchi con tacchi di sei centimetri. (E poi io sono fino nel midollo un fottuto cittadino)
Per contro qualcosa in comune lo abbiamo,  e buttando tutti i punti su fegato e fosforo, magari con giusto 1 punto di fascino e 0 di fisico potrei anche ritrovarmici.

Edit: sto appunto giocando con fisico 0 fascino 1 fosforo 5 fegato 6, che è una discreta rappresentazione di me stesso.

Ho vinto È un gioco da ragazzi E In cerca d'avventura al primo tentativo.

Charles Petrie-Smith
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1549 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

Sabretooth ha scritto:

gli esimi giudici potrebbero fornire la ragione del perchè è fuori concorso?

Vari. Tra cui il fatto che ci sono 51 paragrafi.

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5338 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

No, ma poi una che innalza sopra tutti Ciajkovskij (copio e incollo la trascrizione scelta dall'Autore) è decisamente inadatta a me, per la figa non sono disposto a mentire o passar sopra queste cose.



(Intendiamoci: Piotr Ilitch mi piace, alle volte persino molto - VI sinfonia e concerto per violino, quartetti - ma pencola pericolosamente verso quello che si potrebbe definire pop-classic, una faciloneria che rischia di finire nel cattivo gusto)

(ho trovato un bel simulatore di dadi, se fossi a casa li avrei veri, ma anche qui posso comunque giocare davvero)

Ho vinto È un gioco da ragazzi E In cerca d'avventura al primo tentativo.

Charles Petrie-Smith
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1549 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

che trova deliziosi degli stivaletti bianchi con tacchi di sei centimetri.

Che ci sarebbe di male? ...perche' invece tu cosa preferiresti? Sandali alla "schiava"? ...o guardi direttamente ai tacchi da 12 cm (...no, per capire)  mad

Seven_Legion
100% SIMPY CERTIFIED
Moderatore
useravatar
Offline
4102 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - E' un gioco da ragazzi

Mornon ha scritto:

Sabretooth ha scritto:

gli esimi giudici potrebbero fornire la ragione del perchè è fuori concorso?

Vari. Tra cui il fatto che ci sono 51 paragrafi.

E quindi il racconto è stato volutamente pensato per un "fuori concorso".

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
4872 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4962
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
143199
Media messaggi per ora:
1.0
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5992
Ultimo Utente Registrato:
BlandoZ