Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Recensione

I Cavalieri del Tempio, Kata Kumbas, Holmes & Co. 1: E.L. Avventura 1
Edizione EL 1992
autore/i Agostino Carrocci,Andrea Angiolino,Antonello Lotronto,Giuliano Boschi,Luca Giuliano,Massimo Casa,Massimo Senzacqua,Piergiorgio Paglia
Recensore Mornon

Con una piccola introduzione di Luca Giuliano si presenta il primo (e purtroppo ultimo) volume della collana di E. L. Avventura, esperimento intelligente dedicato dalla amata casa editrice triestina a espansioni, suggerimenti, avventure e utilità per i propri tre grandi giochi di ruolo italiani. 

A parte il tedesco Uno Sguardo nel Buio , il Kata Kumbas di Carocci e Senzacqua, I Cavalieri del Tempio di Angiolino, Boschi, Carocci, Casa e Giuliano e l' Holmes e Co. di Lotronto e Corte avrebbero trovato regolarmente spazio su questa collana comune. Ecco quindi che gli appassionati di questo o quel gioco di ruolo avrebbero acquistato i vari numeri e avrebbero trovato, accanto al modulo desiderato, anche quelli relativi agli altri giochi, incuriosendosene e interessandosene. 

Un'ottima idea che purtroppo collassò assieme a buona parte delle collane della E.L. dedicate a librogame e rolegame, nei primi anni ‘90. 

Peccato. 

E. L. Avventura 1 è rigidamente compartito in tre sezioni, una per ogni gioco presente. 

Nella Sezione prima, relativa a Kata Kumbas, sono presenti due avventure, Piattini e Misteri di Massimo Senzacqua e Il Duca e lo Sparviero di Agostino Carocci, e una guida alla connotazione dei personaggi, Il Censimento di Noverio Macello , di nuovo di Massimo Senzacqua. 

Entrambe le Avventure, anche se la seconda è sicuramente meno dettagliata, mantengono l'ottimo stile di KK: situazioni demenziali, anagramma dei nomi italiani per renderli perfettamente “laitiani”, esplorazione e combattimenti mescolati a indovinelli, enigmi e giochi di parole, ampi spunti di interpretazione comica e riferimenti costanti alle tradizioni antiche e medievali della penisola. 

Nel caso del Censimento di Noverio Macello, è spiegato come connotare i PNG incontrati attraverso lanci casuali che determinino altezza e peso, forma del viso, del naso e della bocca, colore dei capelli, degli occhi e della carnagione, evidenze fisiche e tratti caratteriali dominanti. 

Per quanto di fortuna editoriale non eccelsa, Kata Kumbas si presenta quindi con questa ultima pubblicazione come un prodotto editorialmente ineccepibile e completo, creato da abili appassionati che hanno saputo divertirsi nel presentare al proprio pubblico un idea geniale e divertente, avventurosa e mirabilante, strutturando un sistema di gioco un po' scalcagnato ma funzionale, arricchito da miriadi di trovate narrative, ludiche, investigative, esplorative, magiche e misteriose. 

La seconda sezione è dedicata a I Cavalieri del Tempio e comprende tre avventure, Il numero della Bestia di Andrea Angiolino e Pier Giorgio Paglia, Una questione d'onore di Giuliano Boschi e Un angelo sopra Roma di Massimo Casa, nonché l'approfondimento Le evocazioni magiche di Luca Giuliano. 

Anche qui il giudizio è senz'altro positivo: Il numero della Bestia è l'avventura utilizzata per il I Torneo dei I Cavalieri del Tempio tenutosi a Roma il 15/06/91 durante la manifestazione Giocare è vivere - Agonistika 1991 . La trama è molto avvincente e tratta di un oscuro talismano demonolatrico trovato da Marco Polo sul cadavere di un membro della Setta degli Assassini di Alamut e finito poi in un monastero delle Alpi. Compito dei personaggi (dei quali esiste anche una versione pregenerata) è di trovare l'artefatto prima del pericoloso negromante Von Schlotterstein e dei suoi sgherri e di sconfiggere il demone Loki, perfido e bellissimo, che apparirà alla fine dell'avventura. 

Anche Una questione d'onore è “riciclata” da Agonistika , non da una sessione pen and paper bensì da una “via modem” tramite una banca dati telematica dedicata al gioco. Essa era inoltre immaginata per un solo personaggio, una vera e propria Solo Adventure . Si tratta comunque di una impresa veloce e molto semplice da portare a compimento. 

Un angelo sopra Roma è invece un'avventura molto gustosa, completamente intrisa di storia, cultura, arte e letteratura italiana e per questo piacevolissima. Si incontreranno Petrarca e Cola di Rienzo, svolgendo una sessione di incontri e scene di interpretazione piuttosto che di esplorazioni e combattimenti, il che è perfettamente in linea con lo stile precipuo de I Cavalieri del Tempio. 

Le evocazioni magiche di Luca Giuliano è infine un accenno alla tradizione occidentale delle evocazioni che sembra piuttosto materiale riempitivo e comunque di importanza secondaria. Ci sono le statistiche del demone Loki de Il numero della Bestia , un nuovo potere esoterico a disposizione dei personaggi e la possibilità di evocare degli spiriti familiari a proprio servizio (compreso il “servo gobbo”!). 

La terza sezione è quella di Holmes e co. con tre contributi di Antonello Lotronto: l'avventura Il segreto degli occhiali a stringinaso e gli strumenti Un romanzo giallo diventa “caso” per H. & C. e What's Your Name? . 

Il caso proposto è tratto dall'omonimo racconto di Conan Doyle ed è ambientato nell'Inghilterra del 1894. Come in tutti i casi architettati per Holmes & Co. da Lotronto, il modulo è decostruito e suddiviso in parti che il Narratore dovrà poi ricostruire nella propria mente e nell'interazione coi giocatori. Dopo un'introduzione che spiega tutto il retroscena della vicenda, sono descritti quindi tutti i personaggi che appaiono nell'inchiesta, con le loro personalità, azioni, reazioni e dichiarazioni possibili, poi i diversi eventi che accadranno nel tempo (dipendentemente o indipendentemente dalle azioni dei giocatori), i diversi luoghi che si potranno visitare, gli indizi che potranno essere recuperati qua e là e infine i Consigli per il Narratore. 

Il caso è comunque fresco, semplice e intrigante e adeguato a giocatori novelli e investigatori alle prime armi. 

Molto interessante, ma abbastanza striminzito, il paragrafo sulla creazione di casi da romanzi e racconti gialli. Noto con interesse distaccato che oggi si riempiono manuali o almeno capitoli di decine di pagine sugli stessi temi che qui vengono trattati in tre facciate. Si tratta certo del buon senso italiano che evita titoli roboanti e descrizioni dettagliate su cose che sono semplicissime, ma non nascondo che sarebbe stato interessante avere altro materiale su questo tema. 

Ci sono in ogni caso alcune regole essenziali da seguire, alcune indicazioni su diversi racconti adeguati alla trasformazione e un esempio concreto tratto da un romanzo di Agatha Christie. 

Sicuramente il contributo più inutile dell'intero volume e uno dei più trascurabili dell'intera storia del gioco di ruolo mondiale è What's Your Name , un sempice elenco pronto di nomi e cognomi inglesi, francesi, tedeschi e spagnoli che il Narratore potrà utilizzare quando avrà bisogno di improvvisare un personaggio.

Longevità 6:  Nonostante il materiale presente sia ottimo, si tratta di moduli vari per giochi che allo stato attuale sono giocati da pochissime persone. A parte (per un certo verso) I Cavalieri del Tempio , che è stato ripubblicato nel 2004, queste collane hanno concluso la loro vita esattamente con E. L. Avventura 1. Il fatto che non ci sia stato più nulla dopo e che non si sia mai arrivati a un E. L. Avventura 2 mette molta tristezza. C'è comunque molta carne al fuoco che può essere utilizzata così com'è (per chi gioca ancora a questi vecchi giochi) oppure riciclata in altri modi, altre atmosfere e altri regolamenti.

Difficoltà 6:  In nessun caso, mi pare ci siano difficoltà oggettive di preparazione o svolgimento delle sessioni. Per sua natura più ostico è il “caso” presentato per Holmes & Co, ma anche questo è nulla in confronto alla complicatissima stesura dei casi presenti nel manuale base.

Giocabilità 8:  Per tutto quanto detto precedentemente E. L. Avventura 1 è un contenitore di idee, avventure, casi, utilità e spunti interessanti. Ciascuna con le sue peculiarità, le tre sezioni sono notevoli e di grande qualità.

Chicca:  La Festa del Piattino di Pornia ( Misteri e Piattini per Kata Kumbas ) con il motteggiare dei partecipanti alla gara per il piattino meglio decorato. La mia preferita è “Prugna moscia, ti svuota e ti affloscia” di Saturnio Vergafiacca.

Totale 7:  Una bella e interessante pubblicazione, imperdibile agli appassionati.