Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2014 I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • gabrieleud
  • fireval78
  • Zakimos

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Nuove collane interattive composte da volumi snelli e non troppo lunghi. Secondo voi quale tematica, fantasy a parte, potrebbe funzionare per un tipo di pubblicazione simile?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 18.212.92.235

I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Ecco il nono Corto di quest'anno.

Liberami, disse l'uomo

Le votazioni per questo Corto si chiuderanno alle 23:59 di domenica 29 giugno.

Buona lettura!

gpet74
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2141 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Scaricato e letto.

Non ci ho capito niente. Riprovo domani.

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Spelling Police
Principe del Sole
ranks
useravatar
Online
5542 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Appare indubbiamente dotato di una trama complessa, quantomeno per quello riguarda la cornice.

ilsaggio79
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
5803 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Bene, sicuramente un'opera complessa e impegnativa, forse anche troppo.
La prosa è matura, il target più che adulto ovvero "adulto esperto di narrativa, aperto a testi difficili, con messaggi profondi, abbastanza criptici. Magari appassionato di fantascienza transumanista".
Mi rendo conto che siamo a livelli molto alti, ma purtroppo "non è la mia tazza di tè" come dicono gli inglesi (le cui metafore sono tutte incentrate sul tè, come sappiamo).
Se devo attenermi a una valutazione oggettiva, la trama e lo svolgimento mi appaiono troppo cupe, surreali e allucinatorie per i miei gusti. La mancanza di regolamento e l'uso dei bivi sono ben gestiti e credo che funzioni tutto a dovere. La voglia di rigiocare è stata molta, ma solo espressamente "per capire quello che sta succedendo", che forse non è proprio il massimo.
I miei consigli per mantenere lo stile e la storia e renderla magari più accessibile sarebbero quelli di spiegare qua e la meglio quello che accade. Non so come sia possibile, ma lo consiglio comunque vivamente.
In ogni caso, l'aspetto sperimentale e l'ottima realizzazione non possono essere penalizzati da un voto basso.
Un ottimo racconto, ma troppo criptico e cupo: si perde di freschezza e giocosità per un testo più che adulto: voto 8 per l'ottima prova, anche se non ricade nelle mie preferenze.

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5168 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Allora, stavolta NON sarà veloce la questione.
L'ho cominciato e rigiocato alcune volte; appena iniziato, l'istinto è stato: "Wow! Questo è quel che piace a me!" ed ero quindi già propensa ad un voto piuttosto alto, ma andando avanti devo ammettere che molte cose non mi tornano. Chi scrive ha certamente un'ottima conoscenza della fantascienza stile Gibson, ma sembra sfruttarla molto più nelle suggestioni che nella sostanza: quel che intendo è che ero lì ad aspettarmi di comprendere, anche se a poco a poco e in vie ritorte, chi fossero i "liberi" e chi realmente questi infanti. Invece, per ora, non ci ho capito ancora nulla, nel senso che il racconto continua a parlarmi dei "segni" della liberazione, degli infanti, ma a non darmi altri elementi per comprendere cosa significhi effettivamente, il che è abbastanza frustrante e fin TROPPO aperto ad interpretazioni. Comprendo anche che probabilmente nasconde una metafora, ma anche così sento la voglia di avere elementi più concreti nel racconto, che non toglierebbero nulla ad essa.
Vi sono poi delle imprecisioni tecniche che ho annotato.
Lo stile di scrittura è molto, molto bello, ma sento la mancanza di un minimo sistema di gioco, come in "Guerre di confine" (che finora è quello più "assimilabile" in quanto a sistemi).
Sono propensa al 7,5 ma voglio pensarci ancora.

“I'm not a psychopath, I'm a high-functioning sociopath”

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7569 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Onestamente non vedo perché non dargli un dieci.
Non è chiarissima la trama e va avanti facendo lampeggiare immagini, è una scrittura potente, visionaria, in filigrana, anzi in negativo si vede una fabula anticonsolatoria ma nienteaffatto disperata.
Non mi piace come operazione ma devo dire che l'intento creativo è andato nella direzione che si era prefisso l'autore che è pure riuscito a usare con cognizione di causa la narrazione in "terza persona" trasformandola in una sorta di telecamera.
Il mio voto è un 10 tondo, certo non è un racconto molto leggibile ma per volontà dell'autore che non ha inteso confezionare e servire un testo "facile" né leggibile".
Un consiglio: leggetelo come guardereste un quadro moderno.

Voto: 10

Il miglior materiale per gdr gratuito da 150 anni: http://makemake.forumfree.it/

E.A. Coockhob
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1062 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Premetto che non ho finito di rileggere tutte le strade (e non ho trovato finora epifanie...), ma vorrei gia' scrivere due parole.
Secondo me questo e' il tipo di corto adatto per questo contesto: nerd, provocante, criptico, senza compromessi e per nulla commerciale. Lo leggeremo forse in venti su questo sito (magari venticinque... op.cit.)
Probabilmente proprio per questo non vincera' il concorso pur essendo un lavoro messo insieme BENISSIMO sia dal punto di vista tecnico che letterario. Ecchissene.

Carissimo autore, se e' proprio qui che ti ha condotto finora la tua ricerca (come credo), non posso che abbracciarti e complimentarmi con te per avere avuto le palle di arrivare proprio fino a questo punto. Bravo!
Cose del genere non ti faranno mai guadagnare bei soldoni (nel caso ti interessasse fare soldoni con cose del genere, eh, che non e' mica detto...), ma hai tutta la mia riconoscenza per essere stato onesto con te stesso e aver seguito la tua strada dovunque ti conducesse, davvero.

Un' idea, un concetto, un' idea, finche' resta un' idea e' soltanto un' astrazione.
Se potessi mangiare un' idea avrei fatto la mia rivoluzione.

Yaztromo
re fuso
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
4444 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Non è nemmeno la mia cup of tea... dopo una prima lettura sino a un finale.

Edit: a quanto pare sono destinato al 24. Solo che la seconda volta ci sono arrivato mooooooooooolto in fretta.

Ho vinto È un gioco da ragazzi E In cerca d'avventura al primo tentativo.

Charles Petrie-Smith
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1549 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Coock, sono due volte che scrivi "non vedo perché non dargli un 10" e altrettante che mi viene voglia di stilare una lista di motivi. bigsmile

Io ci sto ancora riflettendo, anche perché ho problemi di lavoro e non vado veloce.
Onestamente, sullo stile niente da dire, lo sto già leggendo come leggerei Gibson (cioè rassegnata a non capirci un 80%), ma in questo caso sono molto perplessa. Perfino in Gibson alla fine ho avuto una vaga idea di cosa fossero i personaggi… qui intuisco un mondo, mi piace molto l'ambientazione creata, non mi dispiace soprattutto finire a casa di Ziggy Stardust ( smile2 ) e le Case del Riposo mi ricordano piacevolmente 2022: I sopravvissuti; ma continuo a non capire realmente chi cavolo siamo e perché. E per quanto possa leggerlo in chiave filosofica, non mi basta la "suggestione" a seguire una storia.

Ho annotato alcune delle mie altre perplessità a caso:

- Fuga in macchina: come facciamo a lasciarci cadere dal portabagagli? La macchina viaggia col portabagagli aperto? In tal caso ci avrebbero sgamati subito e comunque mi pare molto insolito.

- Il vecchio nel parco, che vuole denunciarci per la ricompensa: come fa a sapere che siamo noi “quelli fuggiti da…” se siamo APPENA scappati e sono passate neanche poche ore? In un altro punto si dice che tutti sanno tutto, ma in che senso? Sono interconnessi, si leggono nella mente e quindi può aver a che fare con ciò? Non lo sappiamo, ma pare improbabile, altrimenti sarebbe inutile fuggire: anche i nostri inseguitori saprebbero subito tutto su dove siamo. Quindi non è per quello che l'uomo sa di noi e torna il fatto che siamo appena fuggiti.

- Opzione “sprecata”: in almeno un paio di occasioni (una è sempre il parco, se non erro), perché dovrei tornare a casa quando posso fuggire? Già alla seconda giocata nessuno prenderebbe più il paragrafo 24, salvo l'alternativa non sia la morte. E finora non ho trovato la morte come alternativa, non immediata almeno.

- par 25. Manca un passaggio: (almeno alla prima giocata) non sono mai passata per la casa dei liberi (scelta all’inizio del parco) ma qui mi trovo l’opzione di “tornare alla casa e accettare l’invito dei liberi”. Quale invito e quale "tornare", se è la prima volta che ci vado?

- A questo proposito: la casa dei liberi è aperta al pubblico? Mi lascia perplessa.

“I'm not a psychopath, I'm a high-functioning sociopath”

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7569 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Liberami, disse l'uomo (23-29 Giugno)

Comunque altre che Gibson, altro che Black mirror, altro che Huxley: ciò che veramente ha ispirato questo corto è Razzi amari.  tongue

http://it.wikipedia.org/wiki/Razzi_amari

Ho vinto È un gioco da ragazzi E In cerca d'avventura al primo tentativo.

Charles Petrie-Smith
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1549 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4541
Totale Sondaggi:
95
Totale Messaggi:
136586
Media messaggi per ora:
1.1
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
4834
Ultimo Utente Registrato:
isabella112