Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2014 I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • Ombraverde
  • SkarnTasKai
  • F.A.S.

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Grandi fiere ludiche e interattive nell'era covid: Modena a settembre, Lucca a novembre. Se si dovessero realmente tenere ci andrai?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.215.174.30

I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Regà, però, mamma mia che nervi scoperti, eh?

Non ho criticato né il commento di Aloona al racconto, né il voto.

Mi faceva solo sorridere l'osservazione, perché boh, è chiaro che se c'è Leonardo qualcuno può aumentare il voto di gradimento, ma è una cosa talmente soggettiva. La ruffianata ha infinite dimensioni e varietà: c'è il film di merda che però c'è Scarlett Johansson e allora lo si va a vedere lo stesso e magari non sembra nemmeno così male, c'è il romanzo di merda che però c'è il tipo intrigante sadomaso e allora lo leggono tutte le donne, c'è il Nintendo Wii reclamizzato da Panariello per venderlo alle nonne, lo spot di beneficenza con la velina tettona, quello dell'auto con Richard Gere, la seri di librogame "dello stesso autore di Lupo Solitario", ecc.

Quando ci fu quel Corto ambientato a Lucca, anni fa, con San Martino nel finale, a qualcuno la cosa piacque tanto da alzare il voto. A qualcun altro, no.

Magari qualcuno di noi ha avuto un prof o una prof che gli hanno fatto odiare Leonardo per chissà quale motivo, e quindi abbasserà il voto che intende dare a questo Corto smile2

Insomma, come al solito abbiamo montato un caso su un commento spiritoso ad un'osservazione.
Relax! bigsmile

EGO
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1985 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

EGO ha scritto:

Quando ci fu quel Corto ambientato a Lucca, anni fa, con San Martino nel finale

Quello è il corto di cui parla LordAxim. wink

EGO ha scritto:

Insomma, come al solito abbiamo montato un caso

A me non sembra che sia nato nessun caso... semplicemente ognuno la spara come crede, come è giusto che sia...

monpracem
Scienziato Pazzo
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1595 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Devo sbrigarmi a votare ma sono perplesso.

Ho vinto È un gioco da ragazzi E In cerca d'avventura al primo tentativo.

Charles Petrie-Smith
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1549 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

le votazioni di questo corto finiscono per essere boicottate dalla attuale situazione "allerta-virus" del forum. Si tratta del solito servizio "StopBadware" di Google che sta dissuadendo la gente ad entrare.

Seven_Legion
100% SIMPY CERTIFIED
Moderatore
useravatar
Offline
4108 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

basta skipparlo con chrome

lonewolf79
The Black Swordsman
Moderatore
useravatar
Offline
3859 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Allora letto il corto in questione.

VOTO 10 E LODE (se la lode conta qualcosa)

Complimenti vivissimi all' autore, sia per la conoscenza dei personaggi, periodo e anche ricostruzione totale dell' evento.

Oltretutto per chi fosse poco ferrato su leonardo e la figura dell' apprendista, consiglio lo sceneggiato della rai Con Philippe Le Roy nei panni di Leonardo da Vinci degli anni 70 epoca in cui la Rai spendeva per fare gran belle cose ( lo trovate in dvd, in torrent o anche su rai.it in 5 parti). Non so  se l' autore abbia fatto riferimento anche a quello ma come materiale di documentazione video è ottimo.

Ebbene in questo corto tutto s' incasta, la scelta del soggetto che richiede comunque dimistichezza, l inserimento del linguaggio , la scelta dei disegni /enigmi il quale dal punto di vista grafico è il piu' elaborato di tutto il concorso.
Non per ultima anche le note di rimando con spiegazioni.

Insomma Lo spettacolo di Lionardo ha tutte le carte per essere il vincitore di questo concorso. Spero che l' autore ci racconti la genesi di questo piccolo capolavoro e soprattutto la scelta del soggetto e la creazione dei disegni /enigmi.

Magari il prossimo anno fatemi anche Caravaggio e Botticelli e mi fate un grande regalo. smile2

lonewolf79
The Black Swordsman
Moderatore
useravatar
Offline
3859 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Ma io non me la sono presa, ho solo spiegato. Mi sembra solo che vengano estrapolate frasi, ma il complesso trascurato. Al di la' di quanto possa essermi piaciuto, mi sono trovata d'accordo con Anima di Lupo nello "sforzo" di restare oggettiva tecnicamente, senza farmi troppo prendere dal mio entusiasmo per Leonardo. Per amor di cronaca, anni di Assassin's Creed e Codice Da Vinci dimostrano una tendenza di base positiva nei suoi confronti, a livello commerciale, che il contrario. Quindi dubito che molte maestre siano riuscite nel diabolico intento.
La mia paura era non fare come a certi talent, dove a parita' di bravura vince chi colpisce per qualcosa di eclatante (tipo l'abito da suora) e gli altri si sa gia' che andranno secondi dall'inizio.

A head full of dreams

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7594 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Di solito non lo faccio, ma proverò ad assegnare un voto alle singole componenti del corto:

    Ambientazione e relativa documentazione: 9,5; ottimo lavoro fatto, abitando io stesso nei pressi di Porta Tosa ho apprezzato molto la ricostruzione della mia città.

    Illustrazioni: 9; lo stile è veramente leonardesco, l'aggiunta delle frasi con scrittura a specchio in filigrana è un'ulteriore raffinatezza.

    Stile di scrittura e linguaggio: 7; l'autore ha evitato la faciloneria alla simil-Brancaleone nel ricreare la parlata dell'epoca, e tuttavia uno studioso di storia della lingua italiana ci potrebbe trovare parecchie pecche. Tanto per cominciare il personaggio è lombardo, ma scrive in fiorentino (il che si può giustificare solo parzialmente dicendo che che è stato a lungo a bottega da Leonardo), in generale il punto è che utilizzare correttamente il lessico del XVI secolo* è di una difficoltà estrema, quindi gli errori sono inevitabili, e per altro - come qualcuno ha scritto - questo affatica un po' la lettura di noi fruitori.

    Qualità degli enigmi: 7, non troppo difficili, variati, divertenti. Buono il lavoro sulla numerazione dei paragrafi per la risoluzione: la presenza dei rimandi automatici negli altri paragrafi aiuta a non perdersi; in versione cartacea sarebbe un po' più scomodo.

    Struttura da librogame: 5; questo è il punto debole. La mia prima partita l'ho fatta da assistente e in quel percorso non c'è nulla da scegliere, solo enigmi da risolvere; nel percorso paggio qualche scelta compare, ma queste non influenzano in nessun modo lo sviluppo della vicenda, cambiano solo i punti ausilio guadagnati, e quindi poi i relativi finali, che però in fondo differiscono bene poco, visto che poi il destino conclusivo è lo stesso (ovviamente, essendo realtà storica). In effetti la storia è completamente lineare, giusto all'inizio ci sono delle minime differenze di percorso, ma dall'inizio della festa è un susseguirsi di "scene" principali uguali per tutti.


La media matematica sarebbe 7,5 ma non troverei giusto dare in voto così basso a un corto simile, e per altro non credo che tutte le componenti debbano avere lo stesso peso (anche se per un tipo assolutamente poco visivo come me le illustrazioni - che se considerate essenziali alzerebbero la media - contano poco), quindi assegno senza dubbio un 8, che è però da vedere come un compromesso tra le sue componenti d'eccellenza e la debolezza della parte ludica.



*la vicenda si svolge a fine XV, ma è da immaginarsi che queste pagine il Caprotti le abbia scritte verso la fine della sua vita, quindi negli anni 20 del '500.

Ho vinto È un gioco da ragazzi E In cerca d'avventura al primo tentativo.

Charles Petrie-Smith
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1549 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Ecco come mi piace veder valutare un racconto. Se non lo fai di solito...continua.  smile2

A head full of dreams

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7594 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Lo Spettacolo di Lionardo (7 - 13 luglio)

Lo stile è superlativo. Lo sforzo profuso dall'Autore per rievocare l'italiano del XV secolo nel corso di tutto il racconto è encomiabile.
A dire il vero qualche appunto lo devo fare ugualmente, perchè in alcuni casi per eccesso di zelo nel tentativo di imitazione dell'italiano antico, sono state usate parole inappropriate, ad esempio:
- l'assenza di accento su "né", "sé", "sì"
- "iorno" al posto di "giorno"
- "agnolo" per "angelo"
(C'è da dire che l'autore immaginario del testo è il protagonista, e non Leonardo, quindi tali "errori" potrebbero essere intesi come errori di scrittura commessi dal protagonista).
D'altro canto alcune delle frasi usate da Leonardo nel racconto sono citazioni letterarie di aforismi realmente usati dal nostro nei suoi scritti ("Ecci una cosa, che quanto più se n’ha di bisogno, più si refiuta", "Nessuno effetto in natura sanza ragione; intendi la ragione e non ti bisogna sperienza", ecc).
Un tocco di classe l'allineamento a sinistra del testo, essendo la rappresentazione di un manoscritto.
Una nota di merito va data al corto in quanto l'unico racconto del concorso (finora) ad avere usato meno dei 50 paragrafi massimi stabiliti dal regolamento: ne vengono usati 45, e non si sente affatto la mancanza dei 5 paragrafi avanzati, il cui uso a tutti i costi avrebbe rappresentato chiaramente una forzatura.
Molto creativo l'uso di paragrafi a 3 cifre, con grossi salti tra un paragrafo e l'altro, per uso e consumo dei sette enigmi numerici del racconto.

L'evento storico attorno a cui ruota il racconto è realmente avvenuto: Leonardo nel 1490 ha effettivamente organizzato le decorazioni e i festeggiamenti per le nozze tra Gian Galeazzo Sforza e Isabella d'Aragona nel Castello Sforzesco. Anche la presenza del poeta Bernardo Bellincioni nel racconto è coerente con gli eventi storici.
Lo stesso protagonista Gian Giacomo Caprotti è stato realmente allievo di Leonardo dall'età di 10 anni in poi. Molto gradevole che il corto ci metta nei panni di una persona realmente esistita, che realmente ha assistito Leonardo da Vinci, che realmente è stato dal nostro soprannominato "Salaì" e appellato come “ladro, bugiardo, ostinato, ghiotto”, tutti ottimi punti a favore del corto.
In questo contesto tuttavia sembra poco plausibile che Leonardo potesse decidere di fare affidamento per la gestione di un evento così importante come le nozze Sforza su un discolo decenne appena conosciuto qualche ora prima. (E infatti la presenza del Caprotti alle nozze come aiutante di Leonardo è un evento spurio, l'unica "licenza" del corto.)

Dal punto di vista ludico, l'Autore ha delineato due strade parallele nel racconto, definite dalle scelte dei paragrafi iniziali: quella del paggio e quella dell'assistente.
Nel percorso "paggio" i punti ausilio si guadagnano tramite decisioni a fondo paragrafo, mentre nel percorso "assistente" tramite sei dei sette enigmi presentati in appendice.
Riguardo a quest'ultimo percorso, c'è da dire che il racconto, una volta assegnato il ruolo di assistente, cessa totalmente di essere un librogame, perchè di scelte a fondo paragrafo non ce ne sono mai più. Nel percorso "assistente" di fatto ci sono in tutto due bivi (tre, nel caso si ottengano 3 punti ruolo) nell'intera partita. Un po' pochini.
Nel percorso "paggio" i bivi ci sono, ma si limitano a 6-8 (tutti tra due scelte tranne nell'ultimo caso). In più anche nel ruolo di paggio viene presentato un enigma non saltabile e da risolvere, pena il game over. Un po' strano, perchè avevo capito che il percorso del paggio fosse rivolto a chi non voleva scervellarsi in enigmi. Invece ci si presenta l'enigma più infido del corto, in quanto presenta DUE soluzioni entrambe valide, che producono i numeri 335 e 115*.
(* A dire il vero nel testo che porta all'enigma ci viene dato l'indizio che Giacomo è un buongustaio, da cui desumo si dovrebbe assegnargli il piatto di lumache invece della zuppa.)

Un altro aspetto che non ho compreso appieno è la logica con cui l'Autore ha deciso che in alcuni enigmi ci si poteva arrendere senza conseguenze (tranne la perdita di punti ausilio, ma potendo comunque progredire nel corto) e in altri invece arrendersi porta subito alla sconfitta.
Di tutti gli enigmi, quello che mi sembra più assurdo che non si possa saltare è proprio quello in cui non è Leonardo ad assegnarci il compito, ma è una nostra spontanea iniziativa, quella di aiutare Ludovico il Moro (enigma 5). Arrendersi porta al 600 in cui ci viene detto che il compito mi era stato affidato da Leonardo (ma quando???) e che era di basilare importanza, tanto che Leonardo ci rimprovera di averlo deluso. Mah, non ha alcun senso. Com'è che posso arrendermi nel compito di trovare gli attrezzi di Leonardo tanto da poter tornare al Castello senza conseguenze (e Leonardo come diavolo fa ora, senza gli strumenti che ci aveva chiesto di portargli?), mentre invece non posso arrendermi nel compito auto-assegnatomi di aiutare il Moro a risolvere un indovinello?
La beffa è ancora più grande, perchè di tutti gli enigmi è l'unico che è impossibile da risolvere con la logica: è un rebus! Oltretutto l'indicazione del numero di lettere della figura a sinistra è sbagliato, a maggiore offesa. Siccome non sono in grado di capire che parola di 10 lettere assegnare a due mele infilzate da una freccia sopra un tavolino, non posso risolvere l'enigma, e quindi non posso finire il corto come assistente.

Anche i tre finali sono debolucci. Ok, in base a quanto sono stato d'aiuto durante la giornata, Leonardo avrà parole più o meno d'elogio nei nostri confronti quando ci riconsegna al padre, ma qualsiasi cosa accada, Leonardo ci assumerà comunque come assistente.
Ad esempio il finale del par 145 è autocontradditorio:

Passò 'l tempo, nel quale m'ero oramai convinto d'esser stato dimenticato da Lionardo, quando in capo a sei o sette mesi, esso fece recapitar una missiva allo padre mio: acconsentiva a prendermi a bottega come apprendista. Una semplice carta, che segnò la vita mia per sempre.
Valutazione finale: Leonardo ti ha considerato poco utile.

In realtà, conoscendo la Storia, Leonardo DEVE assumerci, perchè il vero Leonardo assunse realmente Gian Giacomo Caprotti nel luglio 1490.
Però il lettore che non sa (e non è tenuto a sapere) che il protagonista è un personaggio reale e che Leonardo lo assunse realmente, trova il tutto senza alcuna logica: se abbiamo deluso Leonardo e ci ha trovato poco utile, perchè mai ci dovrebbe assumere pochi mesi dopo?
Forse si poteva risolvere l'illogicità del finale peggiore in un altro modo, e/o rendere i tre finali diversamente.

A parte questi dettagli, "Lo spettacolo di Lionardo" rimane un ottimo corto, che rasenta l'eccellenza per stile, contesto storico e meccanica di gioco.
Spettacolari i disegni degli enigmi, con tanto di note scritte a mano da Leonardo nella sua tipica scrittura ribaltata (e che è possibile leggere solo con un programma di grafica).

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Per curiosità, eccole trascritte:
> Enigma 1: "Con movimento roteante lo portone aprirà la via sanza chiave et serratura."
> Enigma 3: "Aiuta questo bove a ricordar parole nuove!"
> Enigma 5: "Lo enigma per immagini permetterà d'iscoprir una sempiterna verità."
> Enigma 6: "Servi le pietanze alli giusti commensali, fallo bene o saran mali!"
> Enigma 7: "Lo divin equino bufferà vapor, essendo esso vapor condotto all'infori da pression propria."
Voto: 9

Gran Contab"\uFFFD"0x0000FFFDýýý
  var _gaq = _gaq || [];
  _gaq.push(['_setAccount', 'UA-20389873-1']);
  _gaq.push(['_trackPageview']);

abeas
ýýýý
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5061
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
144840
Totale Messaggi Oggi:
2
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
6537
Ultimo Utente Registrato:
Ombraverde