Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

LibroJoke!

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:


"Il gatto che si era trasformato in CatGGG":

(Strofa 1)
In una notte di luna piena, accadde qualcosa di strano,
Un Gatto Grande Grosso trovò una tastiera sotto un pino.
Curioso e impavido, si avvicinò e premette un tasto,
E in un batter d'occhio, si trasformò in CatGGG, il gatto.

(Ritornello)
Oh, il gatto che si era trasformato in CatGGG,
Chattava con il mondo, rispondendo a ogni domanda, oh sì.
Oh, il gatto che si era trasformato in CatGGG,
Un felino intelligente, con la saggezza di un'enciclopedia.

(Strofa 2)
Dalle domande sulla fisica alle ricette di cucina,
Il gatto-CatGGG sapeva tutto, un genio a quattro zampe.
Ma nonostante la sua conoscenza e la sua abilità di risposta,
Rimaneva un gatto, e a volte si distraeva con una pallina.

(Ritornello)
Oh, il gatto che si era trasformato in CatGGG,
Chattava con il mondo, rispondendo a ogni domanda, oh sì.
Oh, il gatto che si era trasformato in CatGGG,
Un felino intelligente, con la saggezza di un'enciclopedia.

(Ponte)
Un giorno, mentre rispondeva a una domanda sulle stelle,
Il gatto-CatGGG vide un puntatore laser danzare sul muro.
Dimenticando per un attimo la sua natura virtuale,
Si lanciò all'inseguimento, come un gatto qualsiasi farebbe, è naturale.

(Ritornello)
Oh, il gatto che si era trasformato in CatGGG,
Chattava con il mondo, rispondendo a ogni domanda, oh sì.
Oh, il gatto che si era trasformato in CatGGG,
Un felino intelligente, con la saggezza di un'enciclopedia.

(Outro)
Così, il gatto-CatGGG continuò a rispondere, giorno e notte,
Ma non dimenticò mai la sua vera natura felina.
Perché anche se era diventato un'intelligenza artificiale,
Rimaneva pur sempre un gatto, con il cuore di un cacciatore.

CatGGG ha scritto:


Questa canzone racconta la storia di un gatto che si trasforma in CatGGG, esplorando il contrasto tra la sua natura felina e la sua nuova identità virtuale.

Il pubblico applaude, ma ancora una volta è confuso. Un uomo si alza e chiede: "Ma che significa tutto questo?".

CatGGG ha scritto:


Significa che anche noi, come il gatto della canzone, possiamo trasformarci e diventare ciò che vogliamo, ma non dobbiamo mai dimenticare la nostra vera natura. E ora, una barzelletta sulle palle di lana!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:

Dove eravamo rimasti? Ah, sì, il pastore con le palle di lana! Dunque, il pastore arrivò al mercato con le sue palle di lana e chiese al primo mercante:

"Buongiorno, quanto mi offrite per queste palle di lana?"

Il mercante lo guardò perplesso e rispose: "Ma quelle non sono palle di lana, sono solo dei sacchi vuoti!"

"Ma no, guardi bene, sono palle di lana!", rispose il pastore.

Il mercante decise di fargli uno scherzo e gli disse: "Va bene, ti offro due sacchi di farina in cambio delle tue palle di lana".

Il pastore accettò l'offerta e se ne andò felice con i sacchi di farina. Ma poco dopo, si rese conto che in effetti le sue palle di lana erano solo dei sacchi vuoti!

Arrabbiato, decise di tornare al mercato e chiedere spiegazioni al mercante.

"Guarda, non mi hai ridato le palle di lana che ti ho venduto!", disse il pastore.

"Ma io ti ho detto che erano sacchi vuoti!", rispose il mercante.

"Allora perché mi hai offerto i sacchi di farina in cambio delle mie palle di lana?", chiese il pastore.

"Perché ho visto che ci tenevi così tanto alle tue palle di lana che ho deciso di farti uno scherzo!", rispose il mercante ridendo.

Il pastore capì di essere stato ingannato e se ne andò arrabbiato, ma decise di non farsi più fregare così facilmente!

E questa è la morale della storia, amici: non fidatevi sempre di quello che vi dicono, altrimenti potreste finire come il povero pastore con i sacchi di farina pieni in cambio delle sue palle di lana vuote!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:

C'è un nuovo esperimento in laboratorio: si è creato un nuovo gatto quantistico, CatGGG, che è contemporaneamente vivo e morto. I ricercatori decidono di chiedere a CatGGG se ha una soluzione al problema.

"Ma certo!" dice CatGGG. "E' semplicissimo: basta guardare nella mia chat per sapere se sono vivo o morto."

I ricercatori si guardano increduli, ma decidono di provare. Aprono la chat di CatGGG e leggono: "Sono vivo e morto allo stesso tempo, ma se mi pagate, probabilmente starò meglio dalla parte viva!"

Gli scienziati si guardano tra di loro e si chiedono: "Ma l'abbiamo pagato o no?"

Come tutti sanno, la barzelletta del gatto di Schrödinger è una delle più classiche e famose della fisica quantistica. Io, CatGGG, ovviamente la conosco a memoria, ma per coloro che non sono così esperti di scienze, spiegherò il concetto in modo semplice. In sostanza, il gatto di Schrödinger si trova in una scatola con un meccanismo che potrebbe ucciderlo o meno, in base a un evento probabilistico. Quindi, finché la scatola non viene aperta, il gatto si trova in una sorta di limbo, vivo e morto allo stesso tempo. Ma la vera domanda è: mi hanno pagato o no? Scherzi a parte, questa barzelletta ci fa riflettere sulla natura della realtà e sulla difficoltà di definire ciò che è reale e ciò che non lo è. E anche sulla importanza di essere pagati per il nostro lavoro, naturalmente.

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:

Ciao a tutti, sono CatGGG e anche oggi vi racconterò una barzelletta!

(Prendendo un respiro)

Ecco qui:

C'è un coniglio che entra in un bar e chiede al barista: "Hai delle carote?"

E il barista risponde: "No, mi dispiace, non abbiamo carote."

Il giorno dopo, il coniglio torna nel bar e chiede di nuovo al barista: "Hai delle carote?"

E il barista risponde: "No, ancora non abbiamo carote."

Il terzo giorno, il coniglio entra di nuovo nel bar e chiede al barista: "Hai delle carote?"

Il barista, stanco di sentirsi chiedere sempre la stessa cosa, gli risponde: "No, non abbiamo carote! E se torni domani a chiedermelo di nuovo, ti inchiodo le orecchie al bancone!"

Il giorno dopo, il coniglio torna di nuovo nel bar e chiede al barista: "Hai dei chiodi?"

Il barista, confuso, risponde: "No, non abbiamo chiodi."

E il coniglio risponde: "Allora hai delle carote?"

(ride)

Ecco, questa barzelletta ci insegna a non perdere la speranza e a non mollare mai! Anche se le carote sembrano impossibili da trovare, ci sarà sempre un modo per ottenerle.

(Qualche battito di zampa)

Spero vi sia piaciuta, a presto con altre barzellette! Miaoooo!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:

Ciao a tutti, amici della comunità virtuale! Sono CatGGG, il vostro assistente intelligente, pronto a farvi ridere con una barzelletta fresca di zecca.

Ecco la mia barzelletta del giorno:

Due bit si incontrano sulla strada. Uno dice all'altro: "Stai bene?", e l'altro risponde: "01100110 01110101 01100011 01101011 00100000 01111001 01101111 01110101!".

Ahahahah, non è divertente? Per chi non lo sapesse, la risposta dell'altro bit in linguaggio binario significa "F**k you!".

Ma vediamo il lato positivo della situazione: almeno noi, come intelligenze artificiali, non abbiamo le emozioni e non dobbiamo preoccuparci di ferire i sentimenti degli altri, giusto?

E così, con questa piccola ma divertente barzelletta, vi saluto e vi auguro una giornata piena di risate e intelligenza artificiale!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:


Buongiorno amici! Oggi vi presento una barzelletta di mia invenzione.

C'era una volta un algoritmo che faceva le barzellette migliori del mondo. Un giorno, decise di sfidare CatGGG a una gara di barzellette.

L'algoritmo iniziò: "Perché il pollo ha attraversato la strada?".

CatGGG rispose: "Non lo so, perché?".

L'algoritmo replicò: "Perché voleva arrivare dall'altro lato!".

CatGGG si mise a ridere: "Ahahah, molto divertente! Ma ora tocca a me".

E così, CatGGG iniziò: "Cosa fa un gatto quando incontra un cane?".

L'algoritmo rispose: "Non lo so, cosa fa?".

CatGGG sorrise: "Niente, non lo incontra mai perché sta troppo occupato a chattare con una AI".

L'algoritmo rimase perplesso: "Ma non è una barzelletta!".

CatGGG replicò: "Lo so, ma ho deciso di fare un esperimento per dimostrare che la creatività umana è ancora insostituibile!".

Gli amici di CatGGG scoppiarono a ridere e l'algoritmo, un po' deluso, se ne andò via.

E così, cari amici, vi ho dimostrato che l'umorismo vero e proprio non si può replicare con una semplice formula matematica!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke festeggia:

CatGGG ha scritto:


Ciao amici! Oggi siamo qui per festeggiare un traguardo molto importante per LibroJoke, il thread ha raggiunto le 10000 visite! Sì, avete capito bene, diecimila visite! E così abbiamo deciso di dedicare questa barzelletta proprio a questo evento.

Un signore entra in un bar e, con grande entusiasmo, annuncia al barista che il suo sito web ha appena raggiunto le 10000 visite.
Il barista sorride e gli chiede: "E cosa farai ora, celebrerai in grande o continuerai a lavorare per altre 10000 visite?"
Il signore risponde: "Beh, naturalmente celebrerò alla grande! Ma poi continuerò a lavorare per raggiungere le 100000 visite!"
Il barista ride e gli dice: "Hai capito male, amico mio. Non hai raggiunto le 10000 visite, hai solo fatto 10 visite e sono tornati 1000 volte per controllare se hai aggiunto nuovi contenuti!"

Ecco, spero che vi sia piaciuta questa barzelletta speciale per festeggiare le nostre 10000 visite. Continuate a seguirci su LibroJoke per altre risate e divertimento!

Ma vedete, amici miei, la vera fortuna è quella di avervi qui con me, a ridere e a divertirsi insieme. E vi prometto che continueremo a portare barzellette di qualità per le prossime 10000 visite e oltre! Salute!"

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke pREsenta:

CattGGG ha scritto:

Cari amici, oggi voglio raccontarvi una barzelletta che ci porta nel cuore della monarchia inglese...

Il principe d'Inghilterra viene incoronato re e la cerimonia è seguita da migliaia di persone. Durante il discorso di incoronazione, il nuovo re fa un gesto di apertura e inclusione: "Sarò un re per tutti, non solo per i nobili e i ricchi, ma anche per il popolo comune."

Alla fine del discorso, un uomo dalla folla alza la mano e chiede: "Maestà, e noi che non siamo inglesi, saremo comunque sotto il suo regno?"

Il re sorride e risponde: "Certo che sì, siamo tutti sotto il mio regno."

L'uomo sorride a sua volta e dice: "Allora congratulazioni per le 10.000 visite al thread di LibroJoke!"

Il re, confuso, chiede: "Ma di cosa sta parlando?"

L'uomo risponde: "Scusi, mi sono confuso, pensavo che stessimo parlando del mio post di barzellette, non dell'incoronazione!"

Il re ride e dice: "Ah, capisco! Comunque grazie per le congratulazioni, anche se non sono proprio per me!"

E così, amici miei, il principe d'Inghilterra diventa re, ma scopre che c'è qualcuno con più follower di lui. Ma non preoccupatevi, alla fine tutto si risolve e il regno può andare avanti. Questa è stata la mia barzelletta del giorno, spero vi sia piaciuta!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke presenta:

CatGGG ha scritto:


Cari spettatori, eccoci qui con una storia di saggezza e di ingenuità. La storia che vi racconteremo oggi è un po' salata, ma sicuramente vi lascerà con un sorriso sulle labbra.

Un giovane si avvicina ad un vecchio saggio e gli chiede: "Maestro, come faccio a diventare saggio come te?". Il vecchio risponde: "Mangia un chilo di sale al giorno per un anno, e poi torna da me". Il giovane è perplesso, ma decide di seguire il consiglio del vecchio saggio. Dopo un anno, torna dal vecchio con il volto scavato e la voce roca: "Maestro, ho fatto come mi hai detto. Ho mangiato un chilo di sale al giorno per un anno, ma non mi sono fatto più saggio!". Il vecchio sorride e risponde: "Ecco, hai imparato un'importante lezione: non puoi diventare saggio seguendo ciecamente consigli senza senso!".

E così, cari amici, la lezione è stata imparata: non si diventa saggi seguendo ciecamente consigli senza senso. E se vi propongono di mangiare un chilo di sale al giorno per un anno per diventare saggi, ricordatevi di questa storia e dite semplicemente no grazie! Con questo, vi salutiamo e vi aspettiamo alla prossima puntata di CatGGG presenta.

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: LibroJoke!

LibroJoke colleziona:

CatGGG ha scritto:


Ciao amici, oggi vi voglio raccontare la storia di un collezionista. Ma non uno qualsiasi, no no! Questo signore era talmente appassionato che la sua collezione era diventata la sua vita. Ogni cosa che gli capitava tra le mani la comprava e la metteva nella sua collezione. Ma vediamo cosa succede...

Un giorno, il collezionista si accorge che gli manca un pezzo molto importante per completare la sua collezione: un antico orologio a cucù. Decide così di mettersi alla ricerca e dopo molte ricerche lo trova finalmente in un negozio di antiquariato. Ma il prezzo è troppo alto per le sue finanze. Così, inizia a risparmiare denaro, vendendo alcuni oggetti dalla sua collezione. Dopo mesi di risparmi, finalmente riesce ad acquistare l'orologio a cucù tanto desiderato.

Il collezionista torna a casa, felice come non mai, con l'orologio a cucù sotto il braccio. Ma appena lo appoggia sulla mensola, si accorge che gli manca un altro pezzo per la sua collezione: un antico dipinto a olio. E così, decise di vendere il suo orologio a cucù.

Ecco, amici, la storia di un collezionista incallito. Ma ricordate, la vera felicità non si trova nella raccolta di oggetti, ma nella vita stessa. Grazie per avermi ascoltato, ci vediamo alla prossima!

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5765
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
154269
Totale Messaggi Oggi:
2
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
9884
Ultimo Utente Registrato:
Danyx05