Home Forum General Librogame e dintorni Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

A me piace molto il sistema di combattimento in D&D 3,5 ...
se vogliamo riassumerlo molto genericamente (sottolineo genericamente) esiste:
- classe armatura
- forza (o destrezza se si usa un arco o armi a distanza)
- i punti ferita

Personaggio giocato.
Punti ferita: 14
Classe armatura 10:
Forza/Destrezza: 12

Armi
Spada : 1d4
Lancia : 1d6



Nemico
Punti ferita:10
Classe armatura:10
Forza/Destrezza:10

Arma
Spada 1d4
Lancia 1d6

Il combattimento è semplice.

Si lancia (1d20 + forza/destrezza) se il risultato supera la classe armatura dell'avvesario si vede il tipo di arma usata e si calcola il danno che va sottratto ai punti ferita

Chi arriva a zero perde.

Se non si supera la classe armatura significa che l'avversario è stato bravo a schivare il colpo oppure l'armatura (se presente) ha bloccato i danni.

Mi sembra realistico e semplice.

Magari si dovrebbero modificare i tiri e non usare 1d20 - 1d6 - 1d4 ecc ecc ma rendere il sistema più semplice con un unico metodo di conteggio.. però è il sistema di gioco che ho trovato più divertente, che tiene conto della possibilità di schivare un attacco, dell'armatura, delle armi usate, bilanciando forza e destrezza...

thearch
Stefano
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
81 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

beh, coi punteggi che simuli non ci sarebbe neppure bisogno di tirare 1d20... wink

a parte questo: sì, mi sembra un sistema molto interessante e sfruttabile anche in ambito librogame (a parte, come fai notare tu stesso, l'utilizzo di meno tipi di dado, meglio se uno solo).

mi trovate anche su http://temalibero.forumfree.it/
le foto dei miei doppioni su flickr

SkarnTasKai
MeGATrON
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2057 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

SkarnTasKai ha scritto:

beh, coi punteggi che simuli non ci sarebbe neppure bisogno di tirare 1d20... wink

mmm si hai ragione, ma perché ho saltato un punto importante del gioco, colpa mia.

Diciamo che non si dovrebbe tirare 1d20 + forza/destrezza
per giusto dovrebbe essere 1d20 + il modificatore di forza/destrezza (che almeno nei primi livelli si aggira su +1 e +3)

più la forza/destrezza è alta più il modificatore è alto, se non ricordo male per 12 di forza è +1
quindi cambia tutto se ora si lancia

1d20 + 1...

ciò significa che l'esempio che ho proposto prima sarebbe fattibile.

Mi sono fatto prendere troppo dalla semplificazione  lol
Ciò non toglie che modificando alcuni aspetti del sistema per renderlo più veloce possa diventare un ottimo sistema per librogame.

thearch
Stefano
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
81 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

d&d 3.x
è un ottimo motore di gioco anche secondo me, ma trovo che riportarne le dinamiche su un librogame sia troppo difficile.. è effettivamente molto complicato..
anche solo gestire SEI caratteristiche e le infinite variabili del combattimento risulta semi-impossibile..
un librogame dovrebbe poter essere giocato quasi "a mente" con i dadi stampati nelle pagine e poco altro..
troppe regole non vanno molto bene..
a parte questo in passato sono state create diverse "SOLO ADVENTURES" con i regolamenti dei gdr.. in pratica hai il manuale delle regole e la tua scheda e l'autore ti prepara un aveentura in solitaria che puoi affrontare da solo invece che in gruppo e col master..

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5520 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

Più che altro come base di partenza per una semplificazione non è male, senza gestire sei caratteristiche ma usando ad esempio la classe armatura , i punti ferita e l'attacco ... Stop
Come sistema di numeri casuale una tabella del destino 0 - 20 in stile lupo solitario e le statistiche del combattimento sempre come lupo solitario dove ogni nemico ha riportato le sue tre caratteristiche. In più per renderlo completo e realistico ogni arma ha un suo bonus d'attacco che potrebbe essere casuale, alla fine un combattimento si fa estraendo due numeri dalla tabella del destino, se il primo numero + la base d'attacco supera la classe armatura dell'avversario, allora si calcolano i danni, se il secondo numero e tra 1-14 fai 4pt danni con l'arma impugnata 14-20 6pt con l'arma impugnata... Da sottrarre ai punti ferita

thearch
Stefano
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
81 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

facciamo una cosa.. se riesci a scrivere un regolamento in formato librogame (tipo a5) in 8 pagine o meno mi hai convinto della bontà dell'adattamento.. (effettivamente LS e BLOODSWORD ne hanno molte di piu..)

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5520 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

Lamello ha scritto:

Io non tollero tanto quello di re artù perché troppo semplicistico: colpisci con un 6 (e così i nemici) a prescindere da chi sei (e la tua abilità) e chi hai davanti (e la sua difesa).

Ma non è proprio così, te lo assicuro.
Il "colpire con un 6" è valido quando affronti molti nemici, ma non tutti: in alcuni casi il tiro è modificato e spesso ci sono regole particolari. Inoltre molti nemici sono provvisti di armatura. Per quanto riguarda i suddetti nemici, è ancora più raro che ti colpiscano con un semplice "6" e molti hanno regole particolari o provocano danni aggiuntivi.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2006 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Combattimento: bilanciamenti, divertimento, difficoltà

Rygar ha scritto:


Ma non è proprio così, te lo assicuro.
Il "colpire con un 6" è valido quando affronti molti nemici, ma non tutti: in alcuni casi il tiro è modificato e spesso ci sono regole particolari. Inoltre molti nemici sono provvisti di armatura. Per quanto riguarda i suddetti nemici, è ancora più raro che ti colpiscano con un semplice "6" e molti hanno regole particolari o provocano danni aggiuntivi.

Hai perfettamente ragione, ma io penso che sia più "giusto" (passami il termine) che il tuo colpire l'altro dipenda da te+lui e non solo da te. E' vero che Brennan pone certe difficoltà contro i mostri più forti, ma sono eccezioni (si colpisce Ansalom con lo stesso punteggio con cui si colpisce una guardia qualsiasi)

Il numero di pecorelle scannate dai pastori è di gran lunga superiore al numero di pecorelle mangiate dai lupi. Per cui, se qualcuno si proponesse di essere il vostro pastore per salvarvi dai lupi, pensateci bene

Lamello
Proprio
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
774 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5765
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
154268
Messaggi di questa settimana:
16
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
9887
Ultimo Utente Registrato:
Diciolla