Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2015 I Corti 2015 - In cerca d'avventura
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Play 2022 e Il Salone del Libro hanno avuto altissime adesioni, la stagione delle fiere sembra essere ripartita alla grande. Ritenete che il momento critico sia passato e che il trend dei librogame sarà di nuovo in forte crescita da adesso in poi?

Assolutamente si, i numeri lo dimostrano, i librogame hanno ripreso in pieno l'ascesa - 17.5%
Ci sarà ancora qualche strascico legato al costo dei materiali, ma il trend è comunque positivo - 19.7%
L'emergenza pandemica è finita, ma la situazione internazionale è complessa e il futuro sarà condizionato da continui alti e bassi - 15.3%
La pandemia tornerà in autunno e con la guerra in Ucraina il settore è destinato a un nuovo stop da cui ripartiranno solo in pochi, i meglio organizzati - 16.1%
È solo un fuoco di paglia. I problemi sono troppi, il settore è destinato a implodere e tornare aglli anni pre-Rinascimento - 15.3%
Ci sono eccessive variabili per lanciarsi in previsioni di qualsiasi tipo - 16.1%

Voti totali: 137

I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Letto e finito al primo tentativo. Non era facile, sono io che sono bravo bigsmile

Darò un voto domani, mi limito a dire che sto ridendo da solo per il "CODICE VOMITO"

Non si finisce mai di stupirsi bigsmile Fantastico

Hieronymus
Maestro Nabbo
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
138 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Raga, qui le cose so' due:
1) "E' un gioco da ragazze" è come "50 sfumature di grigio": fa schifo a tutti, ma tutti l'hanno visto di nascosto. E hanno trovato ispirazione.

2) E' primavera e qui dentro state rovinati come cervi di montagna dopo un luuuungo inverno.

Quale delle due? bigsmile


Passando al corto, prima immediata protesta: eh no, caro autore, qualcosa non va! Ma come? Faccio di tutto per non ubriacarmi troppo, ben consapevole che rischio qualche scherzo, arrivo con punteggio Alcool pari a 4... sono a un passo dalla meta... mi trovo al bivio: "Se il tuo punteggio di Alcool è minore o uguale a 5, oppure se è minore o uguale a 7 ma hai il codice VOMITO, vai al 14. Altrimenti vai al 18" e penso "Evvai! E' verg..." ah no, "Evvai! Sono sobrio, t'ho fregato!", tutta contenta vado al 18 e finisco in bianco per un incidente da nausea???
Semmai il contrario! Scusa, ma se il punteggio Alcool si alza con ogni bevuta, è chiaro che indica il mio tasso alcolico, NON la mia resistenza all'alcool! Allora, per logica, se ho punteggio minore o uguale a 5 sono a posto.
Non puoi farmi 'sti scherzi! Dovrei andare al 14. Errore di distrazione? Di rimando? Di revisione?

Altra incongruenza che riscontro, nell'uscire a combattere coi mezzorchi leggo: "La nebbia, invece, si dev’essere alzata: ora, a parte il buio, non ci sono più problemi di visibilità". Ehm, pardon, semmai l'opposto: di solito, quando la nebbia SI ALZA, arrivano i problemi. E poi, MAPPORCAMISERIA, l'UNICA occasione che hai di sfruttare sta nebbia e darle un senso, cioè rendere lo scontro difficoltoso... e non me la usi??

Come per altri corti: 'sta nebbia dove sta? Che ruolo gioca? Ok, il tema è "la locanda nella nebbia" e la locanda c'è e sta pure nella nebbia, come vediamo solo nel prologo e in questo breve passaggio; ma poi? Se la locanda fosse stata ai Caraibi cosa sarebbe cambiato? Eppure era abbastanza chiaro sia dal tema che dalle spiegazioni a suo tempo fornite che il fattore nebbia doveva essere una discriminante, invece molti l'hanno proprio messa lì a contorno, togliendole quasi ogni valenza.

La narrazione è graziosa e simpatica, senza pretese, come senza pretese sono vicende e personaggi; i dialoghi sono generalmente molto ingenui: sembrerebbe di avere di fronte un racconto fantasy per ragazzini, non fosse per le osservazioni sulle chiappe della povera Isabel (e quante gliene abbiamo fatte passare... non voglio nemmeno immaginarlo). Diciamo che l'impressione è quella di qualcuno che si sia divertito a scrivere e che occasionalmente scribacchi (in senso buono) racconti tratti da qualche sua avventura di gioco, ma non sia (o non sia ancora) uno scrittore provetto. C'è MOLTO da imparare. Ciononostante, il gioco è divertente, anche se totalmente l'opposto della sua versione realistica quanto a difficoltà: sta Isabel me la sono bevuta come una fanta, corrompendo a destra e a manca bardi, mercanti, tavernieri... eppure così facendo, sono riuscita ad arrivare para para con le monete allo scopo. Sempre così facendo, ho guadagnato tanto di quel fascino da stendere l'intera taverna e qualche altra dopo, quindi direi che meglio non poteva andare (non fosse per quel rimando incongruente al 18, che però non ho considerato). Considerato che non sono una grande seduttrice di donne, come dimostra il mio approccio a "Ciumbia che nebbia", forse è TROPPO facile?
Va beh, l'attenuante è che, rispetto a quest'ultimo, non ha pretese di realismo, ma di puro cazzeggio fantasy e quindi prendiamo per buona la cameriera non troppo complicata e il bel guerriero fascinoso. Non so se qualcuno abbia riscontrato maggiore difficoltà, forse sono io che rimorchio facile le cameriere, come mi insegna la mia esperienza in altri giochi... aspetto di sapere.

La giocabilità è buona, viene voglia di riprovare con diversi punteggi e cambiando tattiche, niente da dire per un corto. Al massimo, ne trovo un po' scontate alcune: si capisce fin troppo facilmente che è meglio non eccedere con l'alcool, che è meglio fare regali e ammaliare con le canzoni, senza contare che la mia scelta di attaccare i mezzorchi di sorpresa si è rivelata FIN TROPPO liscia. Ho pensato "beh, stanno ciarlando, non mi notano...dovrebbe essere la cosa migliore" ed è andata ESATTAMENTE così! Fino alla fine. Ho vinto, punto. Un paragrafetto in più l'avrei sprecato, magari per far sì che fosse la mossa più efficace, ma portasse un qualche svantaggio imprevisto e quindi un altro bivio pericoloso da risolvere, che so... per esempio nel punto in cui vengo messo in svantaggio durante lo scontro, prima di atterrare l'avversario definitivamente con un pugno.

Cose che ho maggiormente gradito: codici e punteggi, quelli mi piacciono sempre, ampliano la giocabilità. In più, se quella dell'alcool l'abbiamo in comune con "E' un gioco da ragazzi" (ce l'avete proprio nel sangue l'alcolismo, ragazzi), assieme al fascino, qui troviamo la variante delle monete e trovo simpatica l'idea di corteggiare la nostra bella con qualche basso trucco ad effetto. Unica cosa, andrebbero tarati meglio questi punteggi: è troppo facile guadagnare fascino, troppo capire come fare per non arrivare in fase critica con alcool, monete e carisma. Qui potrei davvero dire che c'è da imparare qualche trucco di "E' un gioco da ragazzi", che mi ha messo addosso molti più dubbi sulle azioni giuste da compiere.

Il finale si rivela paradossalmente più realistico del suo "fratello" realista, ma dopotutto siam qui di fronte a un avventuriero bello e muscoloso e a una cameriera la cui personalità ci è oscura (a parte il fatto che è bona, vergine e arrossisce facile), quindi è chiaro che il paragone sia prettamente scherzoso. Continuo, comunque, a trovarlo più plausibile. Oh, magari pure questi si sposeranno in un futuro libro, parlo dello stato attuale.

Nel complesso: niente di eccezionale, semplice ma piuttosto dinamico e divertente. La scrittura non è il massimo, con qualche refuso, ma è simpatica e scorrevole. Resta un mistero come mai sta locanda abbia ispirato tante storie di rimorchio, ma anche qui la nebbia è un refolo.

Direi che un 6,5 va bene, incoraggiando l'autore a migliorare la tecnica e osare qualcosa di più audace. In entrambi i sensi, che sia comico o che sia fantasy "serio", puoi dare una marcia in più.

A head full of dreams

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Aloona ha scritto:

Passando al corto, prima immediata protesta: eh no, caro autore, qualcosa non va! Ma come? Faccio di tutto per non ubriacarmi troppo, ben consapevole che rischio qualche scherzo, arrivo con punteggio Alcool pari a 4... sono a un passo dalla meta... mi trovo al bivio: "Se il tuo punteggio di Alcool è minore o uguale a 5, oppure se è minore o uguale a 7 ma hai il codice VOMITO, vai al 14. Altrimenti vai al 18" e penso "Evvai! E' verg..." ah no, "Evvai! Sono sobrio, t'ho fregato!", tutta contenta vado al 18 e finisco in bianco per un incidente da nausea???
Semmai il contrario! Scusa, ma se il punteggio Alcool si alza con ogni bevuta, è chiaro che indica il mio tasso alcolico, NON la mia resistenza all'alcool! Allora, per logica, se ho punteggio minore o uguale a 5 sono a posto.
Non puoi farmi 'sti scherzi! Dovrei andare al 14. Errore di distrazione? Di rimando? Di revisione?

Aloona, questo intervento non fa che suffragare la tesi di chi vorrebbe impedire il voto nelle prime ventiquattro ore.
Il rimando è corretto. Se si è bevuto poco (Alcool < 5) o se si è bevuto un po' di più ma c'è stato modo di " liberarsi" (Alcool < 7 e VOMITO), allora si va al 14; altrimenti si va in bianco.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1989 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Aloona prende questi corti come un drink game. Ogni volta che il protagonista della storia beve, beve anche lei...

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5418 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Se "La Nebbia" mi aveva tediato a morte, a differenza della maggior parte di voi, che lo ha trovato una genialata (ovviamente rispetto i vostri gusti e i vostri voti, ci mancherebbe altro), io sono riuscito a divertirmi con quest'ultimo corto che più che "In Cerca di Avventura" lo avrei chiamato "In cerca di passera".
Purtroppo, divertimento a parte, ho riscontrato parecchi difetti a causa dei quali darò un voto bassino. Ma andiamo con ordine.

Introduzione: io ODIO le introduzioni dove non viene spiegato praticamente nulla dei protagonisti ma allo stesso tempo vengono descritti paesaggi e ambienti in maniera quasi maniacale. Dopo aver letto l'introduzione so che specie di alberi i personaggi hanno incontrato, ma non so che facciano nella vita e quanti anni abbiano.

Regolamento: il regolamento invece lo ho trovato adatto a un corto. Ben costruito ed equilibrato. Funzionale alla storia che ho affrontato. Niente da dire, il regolamento non è certo un punto debole, grazie ad esso verrebbe quasi voglia di leggiocare il corto anche più di una volta.

La storia: premesso che io personalmente da un'avventura mi aspetto battaglie, ricerche, enigmi, tesori, trappole, ecc.   Venire a sapere che lo scopo finale è sbattersi una cameriera, mi ha lasciato perplesso ma alla lunga mi ha appassionato, complice anche una scrittura semplice e scorrevole (a differenza di quella adoperata per l'introduzione) e la presenza di situazioni di certo non epiche, ma comunque interessanti, la mia letture è risultata piacevole ed appassionante. Non vedevo l'ora di giungere alla fine per scoprire se mai Ash sarebbe riuscito a sverginare la leggiadra cameriera.
Per la cronaca: ho portato a termine con successo quest'avventura al primo tentativo, semplicemente facendo le scelte che farei anche nella vita reale. Questo, insieme all'assenza di situazioni esagerate ed assurde, dona una bella dose di realismo in un racconto fantastico, che non guasta mai.

Epilogo: va bene l'effetto sorpresa finale ma, detto tra noi, dove la trovate una ragazza che molla il proprio compagno solo perché egli a avuto una storiella in un gioco di ruolo da tavolo? Mi è sembrata un'esagerazione che va a cozzare proprio contro quel realismo mantenuto nella parte "fantastica" della storia.

Il mio voto finale è appena  sufficiente, complici alcuni errori grammaticali veramente grossolani e, specialmente, la mancanza totale di un ruolo della Nebbia. Sapere che altri autori si sono sbattuti per dargli una certa rilevanza, mi costringe a dare voto 6 .

Nonostante ciò ringrazio l'autore per avermi fatto divertire. Il CODICE VOMITO avrà sempre un posto nel mio cuore.

Hieronymus
Maestro Nabbo
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
138 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Ma il tema di quest'anno era la ricerca della bernarda?!?

firebead_elvenhair
Ultimo Vero Eroe
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2771 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

A questo punto del concorso comincio ad avere le idee un po' confuse.... Mi trovo estromesso In Fuga Tra Le Montagne che, per come l' ho inteso io, rispetta il regolamento e poi leggo in gara In Cerca Di Avventura dove la nebbia è pesantemente sotto livelli di minimo sindacale per non dire inesistente.
La mia impressione è che si sia stati rigorosi sull'elemento Locanda ma estremamente sportivi su quello Nebbia, quando da regolamento pareva dovessero avere pari dignità.
Non intendo penalizzare il corto (che tra l'altro mi è piaciuto) per questo motivo ma sarei curioso di sapere, anche a fine concorso, con che criteri i giudici, che comunque non sono gli ultimi arrivati, hanno giudicato la validità degli elaborati.

La vita è dura per i soldati di ventura.

Jhongalli
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
516 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Rygar ha scritto:

Aloona ha scritto:

Passando al corto, prima immediata protesta: eh no, caro autore, qualcosa non va! Ma come? Faccio di tutto per non ubriacarmi troppo, ben consapevole che rischio qualche scherzo, arrivo con punteggio Alcool pari a 4... sono a un passo dalla meta... mi trovo al bivio: "Se il tuo punteggio di Alcool è minore o uguale a 5, oppure se è minore o uguale a 7 ma hai il codice VOMITO, vai al 14. Altrimenti vai al 18" e penso "Evvai! E' verg..." ah no, "Evvai! Sono sobrio, t'ho fregato!", tutta contenta vado al 18 e finisco in bianco per un incidente da nausea???
Semmai il contrario! Scusa, ma se il punteggio Alcool si alza con ogni bevuta, è chiaro che indica il mio tasso alcolico, NON la mia resistenza all'alcool! Allora, per logica, se ho punteggio minore o uguale a 5 sono a posto.
Non puoi farmi 'sti scherzi! Dovrei andare al 14. Errore di distrazione? Di rimando? Di revisione?

Aloona, questo intervento non fa che suffragare la tesi di chi vorrebbe impedire il voto nelle prime ventiquattro ore.
Il rimando è corretto. Se si è bevuto poco (Alcool < 5) o se si è bevuto un po' di più ma c'è stato modo di " liberarsi" (Alcool < 7 e VOMITO), allora si va al 14; altrimenti si va in bianco.

Rygar, ancora con questa storia. Ora lo dichiaro formalmente, ufficialmente e definitivamente: non ho MAI considerato degli eventuali errori di rimando come criteri di abbassamento di voto, in quanto possono capitare in una revisione per la fretta o altri fattori, ma di certo non sono "cattiva scrittura" o errori nel sistema. Tantopiù che su un programma di scrittura può capitare che il correttore o altre funzioni prendano vita propria e uno non se ne accorga. Certo, è sempre bene revisionare, ma il tempo è poco e questo è un concorso AMATORIALE, fatto da gente che lavora o studia e non scrive per vivere. Non ho troppe pretese di questo genere, pertanto. Meglio, ora? L'ho anche specificato subito che ho "ignorato" quel che credevo un errore e sono passata direttamente a considerare la vittoria, la mia protesta era più un dire "correggi".
Inoltre, vuoi la prova che non servirebbe a un tubo? Ok, facciamo sta regola e vediamo quanti useranno il tempo in più per rileggere e quanti per leggerlo dopo.
Quanto al rimando, ok ok ho capito cosa non va. Domando scusa. Da buona dislessica, ho invertito per BEN due volte i rimandi, cioè ho letto dove avrei dovuto andare e sono andata dall'altra parte. Non quadrandomi la cosa e ben convinta di aver fatto giusto, mi sono appuntata il fatto su word, ovviamente sbagliato. Ti posso assicurare che queste cose mi capitano in varie situazioni, indipendentemente da quando mi metto a leggere o scrivere e purtroppo non posso farci molto. Puoi non credermi e lo capisco, ma ti posso assicurare che l'ho letto davvero 3 volte almeno, prima di segnarmelo e perché mi suonava davvero strano, senza contare che qualcuno prima di me ha postato di averlo finito eppure non aveva fatto notare questo "errore".
Non temere, autore: ribadisco quanto sopra. Il mio 6,5 è per tutto il resto.
Ricordo anche che finora è stato permesso variare il proprio voto, fino a chiusura, almeno di mezzo punto e che non sarebbe stato certo questo a trasformare un 6,5 in un 8 o viceversa, quindi calma, pace e amore.

A head full of dreams

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

Chissà se è questo racconto ad essere un "E' un gioco da ragazzi" in chiave fantasy, o se è Un gioco da ragazzi ad essere un "In cerca d'avventura" in chiave moderna.
Comunque è interessante.
Devo rileggerlo per dare un giudizio completo.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
5301 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti 2015 - In cerca d'avventura

La risposta è che "Kiss me Licia" c'ha rovinato l'infanzia.

Mornon ha scritto:

Aloona prende questi corti come un drink game. Ogni volta che il protagonista della storia beve, beve anche lei...

E va bene, lo ammetto: ieri sera venivo da una degustazione di prodotti calabresi. Sul serio. Non ero proprio sobria.

Fire non ha tutti i torti. Inizio a domandarmi se la parola "locanda" non abbia qualche significato dialettal-metaforico che mi è ignoto.

Hieronymus ha scritto:

Epilogo: va bene l'effetto sorpresa finale ma, detto tra noi, dove la trovate una ragazza che molla il proprio compagno solo perché egli a avuto una storiella in un gioco di ruolo da tavolo? Mi è sembrata un'esagerazione che va a cozzare proprio contro quel realismo mantenuto nella parte "fantastica" della storia.

Va beh, maddai... era una cosa palesemente ironica! E poi, conoscendo certe donne, io non ci metterei la mano sul fuoco... forse non ho conosciuto ragazze che hanno mollato i ragazzi per questo, ma ho conosciuto più di una coppia che ha pesantemente litigato per ragioni di gioco e gente che s'è presa a sberle perché "tu ci provi con la mia ragazza/il mio ragazzo in gioco". Provare Vampiri live per credere.  smile2
Io, poi, tutto questo iperrealismo non ce lo vedo nella storia. Insomma, non ci sono molte varianti occasionali a complicarci la vita. Tipo, che so, un briciolo di personalità della bella, contro cui scontrarsi. Se regalo a Isabel un gioiello, lei mi casca ai piedi. Ogni azione ben riuscita aumento di fascino ai suoi occhi in modo incontrovertibile, roba che magari fosse così nella vita. Con una sola mossa azzeccata stendo 4 energumeni, divento l'eroe della serata e lei mi ricasca ai piedi. E' tutto fin troppo facile. Se vogliamo, il protagonista m'ha ricordato più volte Gaston de "La Bella e la Bestia" in versione buona: tutto muscoli e ammiccamenti, senza contare che il racconto inizia con una bella scena di doccia indesiderata, che smitizza decisamente l'idea del guerriero eroico coperto di sangue dopo un'impresa.
Non ha fatto impazzire neanche a me l'epilogo, ma rientra abbastanza nel tono scherzoso generale.

A head full of dreams

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5510
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149634
Totale Messaggi Oggi:
2
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8408
Ultimo Utente Registrato:
KeshawnBahringer