Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2018 I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Play 2022 e Il Salone del Libro hanno avuto altissime adesioni, la stagione delle fiere sembra essere ripartita alla grande. Ritenete che il momento critico sia passato e che il trend dei librogame sarà di nuovo in forte crescita da adesso in poi?

Assolutamente si, i numeri lo dimostrano, i librogame hanno ripreso in pieno l'ascesa - 17.5%
Ci sarà ancora qualche strascico legato al costo dei materiali, ma il trend è comunque positivo - 19.7%
L'emergenza pandemica è finita, ma la situazione internazionale è complessa e il futuro sarà condizionato da continui alti e bassi - 15.3%
La pandemia tornerà in autunno e con la guerra in Ucraina il settore è destinato a un nuovo stop da cui ripartiranno solo in pochi, i meglio organizzati - 16.1%
È solo un fuoco di paglia. I problemi sono troppi, il settore è destinato a implodere e tornare aglli anni pre-Rinascimento - 15.3%
Ci sono eccessive variabili per lanciarsi in previsioni di qualsiasi tipo - 16.1%

Voti totali: 137

I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Non fare mai oggi quello che puoi fare domani... ma domani è troppo tardi per votare!

Sarò conciserrimo. Mi piace l'idea, un Corto sull'acchiappo sarebbe proprio nelle mie corde. Mi piace moltissimo l'assenza di regolamento. Idem per la mancanza di casualità.
Simpatiche le tante piste false per gli addetti al settore.
Stile da perfezionare (vedi magistrale commento di gabrieleud) ma siamo sulla buona strada. Qualche buco logico nella trama.
Divertimento intermedio: i giochi di parole sono spesso pesanti, e uno in particolare mi ha dato molto fastidio.
Struttura semplice... una volta che hai trovato il primo step!

Una buona prova per un buon inizio di concorso!
Voto inviato a dario.

Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

I miei racconti

Apologeta
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1724 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Apologeta ha scritto:

Non fare mai oggi quello che puoi fare domani... ma domani è troppo tardi per votare!

Sarò conciserrimo. Mi piace l'idea, un Corto sull'acchiappo sarebbe proprio nelle mie corde. Mi piace moltissimo l'assenza di regolamento. Idem per la mancanza di casualità.
Simpatiche le tante piste false per gli addetti al settore.
Stile da perfezionare (vedi magistrale commento di gabrieleud) ma siamo sulla buona strada. Qualche buco logico nella trama.
Divertimento intermedio: i giochi di parole sono spesso pesanti, e uno in particolare mi ha dato molto fastidio.
Struttura semplice... una volta che hai trovato il primo step!

Una buona prova per un buon inizio di concorso!
Voto inviato a dario.

Il classico voto affannoso dell'ultimo minuto bigsmile bigsmile

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10790 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

E con il voto di Apologeta si chiudono le votazioni per il primo corto in gara.
A breve gli aggiornamenti e i voti dei Giudici.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
5301 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

PAROLA ALLA TERNA!



Ciao Bad Boys!

Avete dormito bene? Io no. Ma chi se ne frega, vediamo subito le recensioni della Potentissima Terna!

Adriano ha scritto:


Ed ecco la mia recensione:

Vedo che il personaggio True Path ha fatto proseliti... E questo ne amplifica la portata. smile

REGOLAMENTO
Si entra subito nel vivo del racconto senza regolamento, e questo non è di per sé un male.

TRAMA

Un racconto con protagonista una ragazza che deve rimorchiare un ragazzo. Non è proprio nelle mie corde ma, bene o male, si legge con molto piacere.
Il problema è che non sono però riuscito ad immedesimarmi nel racconto, non tanto per come sono descritti i pensieri della protagonista, quanto per il modus operandi: le scelte della protagonista mi sembrano spesso fuori contesto. Mi spiego meglio.
All’inizio della storia individuiamo Unico. Se vogliamo rimorchiarlo, magari potremmo semplicemente farci strada tra la folla per intercettarlo subito, oppure girare subito tutta la biblioteca come pazzi. Invece, ci troviamo a cercare indizi su testi mai sentiti (non capendo come la ricerca su un testo francese possa aiutarci a trovare Unico), a ricordare indizi sulla sua famiglia (non che questo ci aiuti a localizzarlo nella biblioteca), a parlare con i ragazzi che conosci (questo ha senso, ma perchè chiedere consiglio quando dobbiamo solo approcciarlo?) o a cercare informazioni su riviste come Ciak (chiara opzione fuorviante, ma perchè La Gazzetta dello Sport, Linus o Flash art dovrebbero fornire indizi utili? Se voglio rimorchiare non mi servono indizi, mi serve coraggio). Tra l’altro, perché mai dovremmo parlare con Gianna quando abbiamo individuato Unico in uno dei banchi? Vogliamo davvero rimorchiarlo e concupirlo entro stasera? Andiamo fino al tavolo dove sta seduto, lo prendiamo per mano e lo trasciniamo via. Oppure scriviamo qualcosa sul nostro cellulare e glielo facciamo leggere... O, al limite, ci piazziamo davanti all’uscita della biblioteca in attesa che Unico esca...
Insomma, per come sono descritte le azioni della protagonista, ho il serio dubbio che vogliamo veramente concupire Unico con tutte le nostre forze…
A conti fatti, il true path in un racconto non mi dispiace a prescindere, ma qui proprio non riesco ad immedesimarmi nelle azioni della protagonista. O meglio, ci riesco pure, ma la protagonista non fa nulla di sensato per rimorchiare Unico, quindi il racconto diventa al servizio del true path (e non viceversa) con alcune azioni poco sensate (nessuna ragazza avrebbe mai fatto pensato di cercare indizi per rimorchiare un ragazzo).

STRUTTURA

Il racconto è di per sé molto semplice, alla fine un buon true path.

PARTE LUDICA

Non manca, fortunatamente. La scelta di utilizzare somme e sottrazioni non è originale ma funziona perfettamente.
Magari alcuni indizi potevano essere gestiti in maniera un po’ più enigmatica o posti in altra forma (come quello del paragrafo 41: “una lontana zia che si chiama Somma Tredici, sposata col signor Giusto Paragrafo”??)

NARRAZIONE

Il racconto è scritto in un gergo semplice ed efficace, a volte sembra un dialogo anziché una narrazione (“Come dicevamo...” nell’intro). Non è un male, anzi.
Nel racconto ci sono comunque molte ripetizioni, a volte figlie dello stile narrativo, a volte erano evitabili.
Si capisce subito che il corto non si prende troppo sul serio, anche perché passi Vera Strada, ma Unico Percorso è un tantino forzato. smile

A conti fatti, rimane alla mente come un buon racconto, leggero e frizzante, semplice al punto da ricordarci che un buon corto non sempre deve essere infarcito da decine di pagine di regolamento e una valanga di parametri di gioco, ma troppo forzato nella sua trama e dinamiche da risultare del tutto irreale, quasi che l’intero racconto sembra creato per giustificare l’utilizzo del true path.
Un bravo comunque all’autore.

Dario III ha scritto:


Giorno prima degli esami si presenta come un testo pulito, dallo stile buono anche se non impeccabile: talvolta l’autore non controlla del tutto il lessico, facendomi un po’ aggrottare la fronte. Cito due casi che mi hanno turbato: ‘concupire Unico’ (a braccio direi che Vera potrà concupire Unico tutta la vita, se così vorrà; quello che può fare solo oggi è ‘conquistarlo’, o forse ’lumarlo’, ma ammetto che non mi è chiaro cosa intendesse l’autore); ‘proverbiale studentessa’ (non mi venuto in mente alcun proverbio che parli di una studentessa; forse si intendeva ‘tipica studentessa’, o ‘studentessa per antonomasia’).

Il tono generale è scanzonato e leggero, ma senza riuscire a essere genuinamente divertente; questo tratto però aiuta a tollerare meglio la natura dei personaggi, molto stereotipa: nella descrizione di quelli femminili, in particolare, si evince una punta di compiaciuta misoginia, tripartiti come sono tra donnette fatue, ragazzine isteriche e femmine assatanate. L’autore pare osservare i suoi personaggi con ironico distacco, forse troppo, e ne traspaiono mancanza di empatia e senso di superiorità.

La fitta trama di ammiccamenti e allusioni divertite (più che divertenti) dimostrano grande conoscenza del concorso dei Corti e dei codici linguistici del forum di LGL, ma personalmente trovo la circostanza più stucchevole che intrigante, anche perché tanta autoreferenzialità non può che respingere o confondere un lettore anche espertissimo di letteratura interattiva, ma che sia semplicemente lontano dalla vita del forum. Anche il ricorso continuo, se non ossessivo, a falsi indizi numerici rientra in un più generale filone citazionistico e parodistico che personalmente non mi piace e che limita il mio coinvolgimento, già messo a dura prova dallo scenario sentimental-adolescenziale e dalla natura banale dei personaggi. A raffreddarmi contribuisce senz’altro la mia preferenza verso gli scenari fantastici e avventurosi e la scarsa inclinazione verso la commedia, e uno sforzo di oggettività può soltanto in parte bilanciare il giudizio, perché primo e sacro dovere di un Corto, per me, è divertirmi, e se non ci riesce per me non è un buon Corto.
Detto ciò, lo stronchiamo? No, tutt’altro. Il voto è, nonostante l’ampia critica, assai positivo, e fondamentalmente per un unico, importante merito: la struttura. Benché, a voler essere pignoli, a volte sia un poco pedante e non del tutto logica o chiara in certe espressioni (perché per esempio ‘Somma Tredici’ e ‘Giusto Paragrafo’, per poi tornare subito al più tradizionale ‘aggiungi 5’ e tanti saluti?), la struttura rimane davvero astuta e divertente. Anche se non ci importa un fico di Vera e di Unico, la climax ‘tecnica’, se così si può dire, è netta; la raccolta progressiva di indizi, la gestione intelligente degli spazi della biblioteca ai fini dell’avanzamento, condita con la (mi pare) conoscenza diretta dell’habitat e dell’ecologia locale sono lodevoli e personalmente mi hanno conquistato, facendone un ottimo esempio di ‘Unico Percorso’. Il corto è ben congegnato e ha un grado di sfida moderato ma comunque interessante, che mi ha avvinto attraverso la sua graduale progressione, facendomi quasi dimenticare gli aspetti che non mi sono piaciuti.

Pirata delle Alpi ha scritto:


La Storia del Mondo

5000 A.C : Invenzione della scrittura, erroneamente attribuita a Gianni Morandi

2015: Abeas aprì il vaso di Pandora con il traumatico ma bello "La Nebbia".

2016: Adriano, dopo un forte attacco di abeasite, scrisse "True Path"

2017: GGigassi scrisse "Apocalisse!", con tanto di riferimento a "True Path", mentre il figlio di Charles Path era una presenza fissa nella Gazzetta dei Corti.

2018: L'autore misterioso ha scritto questo Corto con due omonimi di "True Path": Vera Strada e Unico Percorso.

Recensione di "giorno prima degli esami"

Corto ben scritto che proietta il lettore in una  realistica biblioteca municipale. Non manca niente: i vecchi che leggono la Gazzetta, gli studenti che provano di studiare tra due distrazioni, la sala informatica, quella multimediale (beh, non so se vengono utilizzate come nel Corto...) e quant'altro. Bene per il tono ironico  per descrivere le avventure di una teenager, come in tutti questi telefilm americani sulla vita dei brufolosi in preda a gravi crisi ormonali. Dal punto di vista della scrittura, non c'è niente da ridire e la lettura del corto è stato un buon divertimento, complimenti per le strizzatine d'occhio ai vari corti delle edizioni precedenti.

Niente regolamento, un buon racconto a bivi senza lancio di dadi, né mostri da combattere o truppe e carri d'acqua a gestire e questo mi piace sempre di più. Quello che mi ha intrigato è il modo per arrivare finalmente a combinare qualcosa con quell'imbranato di Unico: si deve pensare come un'adolescente e Naar sa quanto è difficile! Ma la vera difficoltà di questo Corto è che la soluzione è semplice, ma immersa in mezzo a mille trabocchetti che l'autore a messo solo per renderci pazzi e farci perdere il sonno. Il gioco è abbastanza longevo per un Corto e questo è un pregio. Mi è piaciuta la soluzione logica che sfrutta un meccanismo semplice ma efficace, complimenti!

Complimenti per i Cleverphone e gli Ultra-Tablet, la real-TV, la Corea del Nord e le conseguenze di un'eventuale conflitto tra superpotenze nucleari sui programmi universitari. Grazie autore per avermi regalato queste buone risate!

"Giorno prima degli esami" è un Corto chiaramente ispirato a "La Nebbia " (il paragrafo 48 mi ricorda il fatidico paragrafo 6) e non ce ne allontaniamo molto leggendo l'Epilogo anche se il giocatore ha trovato la soluzione per fare colpo su Unico. Buon divertimento con delle idee semplici ma funzionali al livello ludico. Amico autore, ti ringrazio per avere incluso Vixi nel tuo Corto, ma non è una cantante pop ma bensì una cantatrice neomelodica del periodo post-apocalisse clown...

"We will survive, fighting for our lives, the winds of fortune always lead us on,forever free, for the world to see,the fearless masters, Masters of the sea"

Pirata delle Alpi
Erede di Misson
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1043 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Mi sono dimenticato due piccole annotazioni da fare.

Ho apprezzato anch'io i riferimenti ai vecchi Corti e nel caso l'orario nei paragrafi sia un omaggio al mio 11/09, ringrazio sentitamente. bigsmile2

I falsi indizi sparsi nel racconto sono molto belli e quasi tutti credibili (in particolare quello del numero di telefono palindromo letto al p.59 che ho provato a usare in più modi, successivamente, al paragrafo 10).

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2539 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Pirata delle Alpi ha scritto:

Unico Percorso è un tantino forzato.

Suo cugino si chiama Ultimo Indizio.

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Lo scopavirgole
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6449 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Com'è che aprendo il pdf, il titolo visualizzato sulla barra è "Il tuo amore è Unico"? mad

SQUACK!

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

Perché – immagino – quello era il titolo (originale) del documento di Word. Successivamente l'autore deve averlo modificato in Giorno prima degli esami ma quello vecchio è rimasto nel 'riepilogo' di word e da lì sarà passato al pdf. Questa almeno è la mia ricostruzione!

Dario III
Inadatto a regnare
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1014 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

La cosa divertente è che per la biblioteca di questo Corto mi sono ispirato alla planimetria di una biblioteca realmente esistente. Ci sono passato l'altro giorno: han fatto dei lavori e hanno sconvolto tutto. hmm

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2561 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I. Corto 2018: Il giorno prima degli esami

GGigassi ha scritto:

La cosa divertente è che per la biblioteca di questo Corto mi sono ispirato alla planimetria di una biblioteca realmente esistente. Ci sono passato l'altro giorno: han fatto dei lavori e hanno sconvolto tutto. hmm

Vedi se c'è Gianna murata viva da qualche parte

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Lo scopavirgole
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6449 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5510
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149638
Totale Messaggi Oggi:
2
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8411
Ultimo Utente Registrato:
Spoletu