Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2019 I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Inizia il 2024: come sarà questo nuovo anno a livello di diffusione editoriale dei LG?

I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

Sotto terra
Un incubo a senso unico

Un incubo a senso unico perchè alla fine se non incappi un una istant death, decisamente di classe, il finale è uno ed uno solo; anche se si tratta di un finale ad effetto che poi ti potrebbe far ripartire in una spirale di orrore. Che a pensarci bene dal finale, ne potrebbe nascere un altro bel proseguimento che ti potrebbe portare ad un finale simile e di li ripartire divorandosi e rinascendo.
Ma tralasciando il galoppo della mia fantasia, inizio (insomma ho già scritto un po...) col dire che la scelta dellla scrittura al passato mi ha lasciato un po perplesso, perchè è lontana dallo stile dei LG, dove normalmente è tutto al presente. Insomma questo sembra più un racconto guidato, che ha un suo perchè, che risiede nel finale. Ma è una scelta che non mi ha gustato tantissimo.
Non c’è ombra di dubbio che il narratore, abbia una padronanza di lessico e tecnica tale che lo fanno apparire come un capitano di lungo corso della scrittura; così come il racconto sia immaginifico ed ammali il lettore, ma proprio per questo sembra più un esercizio di stile.
Anche l’enigma numerico per me era abbastanza difficile (e oltretutto manca una riga sui triangoli) e senza la soluzione non ci sarei mai arrivato e anche la scritta che se hai foglio e penna puoi utilizzarli, mi sembra un po borderline con il regolamento.
Mentre l’enigma letterario, al primo tentativo ho cannato; ma li ci stava.
Concludendo sembra l’incrocio fra il primo ed il secondo corto: del primo per gli enigmi e del secondo per l’ambientazione e per la padronanza di scrittura

Giocabilità in qualsiasi luogo
Decisamente giocabile in qualsiasi condizione, anche se per godersi a pineo dell’atmosfear, se effettuato in un luogo tranquillo si gode di più.
Pro
- Padronanza di scrittura a livello di termini e lessico.
- La capacità di ammaliare il lettore.
-
Pro-Con Che sta in bilico sul bello o meno bello
- Il finale che se da un lato è agghiacciante e studiato bene, dall’altro ci si arriva in maniera passiva.
Contro
- l’utilizzo del passato per narrare.
- L’enigma numerico
-

Ipotesi genere
" Horror o fantascienza, magari la storia di uno zombie sotterrato.
Fantascienza no. Horror di stampo moderno si. Quindi come per il primo corto 50%

Centratura tema contest
Svolgendosi praticamente sotto terra il tema è stato centrato. Anche perchè il tema era ostico e se dovessi confrontarlo con Dardqualcosa, qui mi sembra più performante.
Tempo di lettura
Circa 1 ora.
Voto inviato in PM a LordAxim

Tomcat75
Diversamente intelligente
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
85 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

babacampione ha scritto:


E quello del disegno, non capisco a cosa servano Carta e penna, si puó risolvere facendo i conti a mente.

ribadisco il mio pensiero: forse era una provocazione verso il bando di quest'anno wink

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2713 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

Pirata delle Alpi ha scritto:

Perché, secondo me, il senso di questo Corto è quello: uno era implicato in un affare strano, tipo Codice Da Vinci, e doveva scappare da questo "Conclave Obscurum".

Una teoria che rivaluta il Corto ai miei occhi, e che rende il protagonista ben più che lo scalatore della domenica che mi era parso a una prima lettura applauso

Chissà se l'autore voleva veramente fare trasparire questo scenario.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2713 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

GGigassi ha scritto:

babacampione ha scritto:


E quello del disegno, non capisco a cosa servano Carta e penna, si puó risolvere facendo i conti a mente.

ribadisco il mio pensiero: forse era una provocazione verso il bando di quest'anno wink

mah, sai che ogni tanto questo sospetto emerge nei commenti ai corti? anche gli anni passati è capitato che qualcuno avesse tali sospetti, ma mi sembrerebbe davvero strano partecipare al concorso per poi criticarlo, io negli anni in cui i temi non mi ispiravano semplicemente non ho partecipato.
Comunque ce lo dirà l'autore al termine del concorso

Remember, remember, the fifth of November...

djmayhem
Re dei refusi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2367 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

Un racconto lovecraftiano in piena regola!

(Anche stavolta procederò in modo caotico, per meglio conformarmi alle sensazioni provocatemi dal corto).

Molto curato, ottimamente impaginato.
Insolita e originale la scelta della prima persona e del tempo passato.
Proprietà di linguaggio decisamente sopra la media, ottime capacità narrative, probabilmente le migliori viste finora nel concorso di quest'anno e tra le migliori di sempre.
Tuttavia tengo a sottolineare che a volte la foga di usare vocaboli forbiti ha portato a un loro uso improprio. Faccio qualche esempio:
Par. 6: "effimero" vuol dire che ha breve durata; se la foresta è stata cristallizata per l'eternità, come fa la stasi a essere effimera?
Par. 12: l'uso iperbolico di "eone" secondo me è inadatto al registro del racconto (è un uso ironico, equivalente a "un secolo")*.
Par. 29: l'uso di "parossismo" senza un riferimento a uno stato d'animo ritengo non voglia dire niente.

*: il racconto ha un sapore molto lovecraftiano, ed è noto l'uso del vocabolo "eone" in una sua famosa "citazione" del Necronomicon (dove però è usato con un altro significato), quindi potrebbe essere stato un inserimento intenzionale da parte dell'autore (anche se un po' forzato).

Il corto di per sè non l'ho trovato particolarmente difficile. Sono andato avanti facendo sempre le scelte contrarie al mio istinto (gettare l'idolo, invece che tenerlo come farei per qualsiasi oggetto in un librogame; guadare una pozza di fango ribollente e nauseabonda, anzichè cercare di superarla per via aerea; fermarmi, anzichè fuggire, a vedere cosa sono quegli strani movimenti, anche se con ogni evidenza è un mostro; dire al mostro che è rivoltante, invece che mentire; etc), arrivando in fretta al par. 33. Dove non sono riuscito a risolvere l'enigma. Al che ho pensato "probabilmente mi sono perso qualche indizio per strada", ricominciamo da capo. Ho preso l'altra strada, stavolta sono morto un paio di volte, e sono sempre arrivato al par. 33.
Diciamo che nel corto si procede un po' a casaccio, le scelte in cui bisogna ragionare non sono molte, e sono quasi tutte del tipo "fai l'opposto di quello che faresti secondo logica".

Dei tre oggetti, due sono inutili (l'idolo può anzi portare a morte).

La scena al par. 46 ricorda la scena finale del film "Annientamento".

Al par. 33 trovo incompleto il fatto che non venga presentato un rimando dove andare nel caso non si riesca a risolvere l'enigma, in cui venga detto cosa succede (ID o qualsiasi altro epilogo), o anche solo una riga nello stesso paragrafo che contempli il caso in cui non si risolva l'enigma. Invece così, l'alternativa non esiste, il racconto rimane sospeso e senza conclusione. Cosa succede se non lo risolvo? Magari rimango intrappolato nell'incubo per sempre, chissà, può darsi, o può darsi di no, semplicemente non viene detto.

Inoltre l'enigma del par. 33 secondo me viola il regolamento. Se si è trovato il foglio di carta e la penna, li si può usare anche nella realtà per risolvere l'enigma, sennò bisogna andare a mente. Una soluzione molto elegante, tra l'altro inedita. Però contravviene alle regole del bando! C'è da dire che l'enigma si può risolvere benissimo a mente.

E parlando degli enigmi:
Quello del par. 28 è un vecchio noto enigma, formulato qui in una variante. Il fatto che vengano fornite le possibili risposte, laddove invece il fatto di essere a risposta aperta è la vera difficoltà di questo tipo di enigma, lo rende semplice da risolvere.
Quello del par. 33 in tutta onestà, pur avendo capito il significato dei tre numeri, non sono lo stesso riuscito a risolverlo e sono dovuto andare a guardare la spiegazione in ultima pagina.

Dopo l'enigma del par. 33 ben OTTO paragrafi di fila senza scelta!!! Che in realtà rappresentano un unico epilogo suddiviso in otto paragrafi. Capisco che ciò sia stato fatto per aumentare il pathos, ma al terzo paragrafo di fila senza scelta ho esclamato "ancora???", e in realtà ciò ha provocato l'effetto opposto di distrarmi dal contenuto. In un librogame è inaccettabile andare oltre i due paragrafi di fila senza bivi. Qui siamo a quota OTTO.

ID count: 10 su 52 paragrafi, il 19% (escludendo il cùl de sac del par. 33 nel caso in cui non si risolva l'enigma). Però se consideriamo la sequenza finale come un unico paragrafo, siamo in realtà a 10 su 45, ovvero il 22%.
Le ID sono tutte bellissime, ed è stato un piacere rigiocare il corto solo per incappare in una nuova morte.

Il finale, beh, mi ha colto di sorpresa, ma d'altronde cos'altro potevo aspettarmi in un racconto lovecraftiano? smile

Giudizio finale: un ottimo racconto dell'orrore, scritto benissimo e con maestria, che trasmette appieno un senso di angoscia e claustrofobia, con un finale a sorpresa che cambia il significato di tutto quanto si è letto prima.
Purtroppo l'aspetto game del corto è il punto debole: i pochi oggetti sono per lo più irrilevanti; i bivi sono pochi; l'enigma finale da risolvere obbligatoriamente per finire il corto non mi convince appieno.

Chicca: la possibilità di incontrare un Grande Antico (e impazzire nel processo).

Voto inviato a user_id=%userid%

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

djmayhem ha scritto:

GGigassi ha scritto:

babacampione ha scritto:


E quello del disegno, non capisco a cosa servano Carta e penna, si puó risolvere facendo i conti a mente.

ribadisco il mio pensiero: forse era una provocazione verso il bando di quest'anno wink

mah, sai che ogni tanto questo sospetto emerge nei commenti ai corti? anche gli anni passati è capitato che qualcuno avesse tali sospetti, ma mi sembrerebbe davvero strano partecipare al concorso per poi criticarlo, io negli anni in cui i temi non mi ispiravano semplicemente non ho partecipato.
Comunque ce lo dirà l'autore al termine del concorso

Non dimentichiamoci che questo "confronto critico" dette origine all'indimenticato IO STO IN CRISI teach

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2713 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

¿„ãßꪧ¬ ha scritto:


Par. 6: "effimero" vuol dire che ha breve durata; se la foresta è stata cristallizata per l'eternità, come fa la stasi a essere effimera?

Vero, non ci avevo fatto caso.
In merito alla sospensione se non si risolve l'enigma, io la trovo suggestiva. Tanto è una Instant Death e avanti non si va.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2713 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

GGigassi ha scritto:

¿„ãßꪧ¬ ha scritto:


Par. 6: "effimero" vuol dire che ha breve durata; se la foresta è stata cristallizata per l'eternità, come fa la stasi a essere effimera?

Vero, non ci avevo fatto caso.

Ma la pianta non si polverizza non appena la sfioriamo?

Quindi la stasi cristallizzata non è così solida ed eterna come appare all’inizio. smile

RaccontoGame SOTTO TERRA: Gioca Subito!


Sotto Terra per Android
Sotto Terra per Apple iOS

DarkSeed
Arkham Legacy
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
185 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

Abeas ho notato solo ora il tuo “titolo”: Arkham Lêgãcy ¬...

WTF?!? XD

RaccontoGame SOTTO TERRA: Gioca Subito!


Sotto Terra per Android
Sotto Terra per Apple iOS

DarkSeed
Arkham Legacy
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
185 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2019 - Sotto terra - 1 marzo/10 marzo

DarkSeed ha scritto:

GGigassi ha scritto:

¿„ãßꪧ¬ ha scritto:


Par. 6: "effimero" vuol dire che ha breve durata; se la foresta è stata cristallizata per l'eternità, come fa la stasi a essere effimera?

Vero, non ci avevo fatto caso.

Ma la pianta non si polverizza non appena la sfioriamo?

Quindi la stasi cristallizzata non è così solida ed eterna come appare all’inizio. smile

bene, stavolta ho proprio azzeccato l'autore al Totoautori cool

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2713 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5711
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
153049
Totale Messaggi Oggi:
9
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
9661
Ultimo Utente Registrato:
Xae0n