Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2020 Corto numero 2: Fuga dal castello del drago
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Si avvicinano le vacanze natalizie: quale delle più amate collane classiche di librogame EL è perfetta da leggere in questo periodo dell'anno?

Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Rispondo ad una domanda che mi è arrivata tramite PM

"Appena il timer arriva a zero devo andare a leggere il paragrafo 20?"

Autore Misterioso ha scritto:

Quando si arriva a 0 minuti si ha diritto a leggere comunque il paragrafo nel quale si è arrivati. Il tempo scade solo se si è a 0 minuti E bisogna compiere una scelta evidenziata in rosso.

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Lo scopavirgole
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6450 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Leggendo più volte questo corto, devo purtroppo dire che il mio giudizio è piuttosto negativo.
Prima di tutto, a parte i 20 minuti necessari per completare il libro, il termine "venti" non viene utilizzato in alcun altro modo. Potevano essere 25, 32... Insomma, l'opera in sé ha un tema che poteva andare bene in qualunque frangente, ma così è del tutto fuori tema.
Lo stesso racconto, poi, punta troppo sulla fortuna. Io dico basta ai classici e continui "vai a destra o sinistra?", dove il lettore non fa mai ricorso alle proprie abilità per andare avanti nel libro. Mi sono ritrovato morto più volte per questioni di semplice fattore random, e non penso che sia un buon segno. La fortuna deve esserci, ma non si può certo basare tutto su di essa. Alla fin fine, o riesco a seguire il percorso stabilito dall'autore, o sono destinato a morire e perdere.
L'epilogo pure poteva essere fatto meglio. Non so perché, ma avevo la sensazione che dopo tutto questo ambaradam avrei scoperto che la reliquia o non sarebbe servita a nulla, o il suo valore mi si sarebbe ritorto contro. (mi ha fatto comunque sorridere il cartello con il cavallo, come fosse un cane fuori dai negozi XD)
Intuisco si tratti di un autore emergente, e non voglio affatto sminuire il suo operato (essendo io stesso alle prime armi, e di sicuro avrò anche io fatto errori di qualche tipo dovuti alla poca esperienza)... Ma devo comunque essere oggettivo nella votazione, che purtroppo non raggiunge la sufficienza.

powerbob
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
391 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Fuga dal castello del drago
Il cui titolo completo è: "20 minuti - Fuga dal castello del drago", che è un riassunto perfetto di quello che si fa in questo corto. Si fugge, tentando di trovare la strada che ci fa compiere meno passi possibili, fino a individuare un true path a forza di prove ed errori.
Dei corti finora, è quello su cui mi riesce più difficile dare un giudizio.

Ce n'è da criticare!
Innanzitutto i 20 minuti sono 10, moltiplicati per due per farlo rientrare in bando, il tempo delle azioni è oggettivamente arbitrario (usare una biglia per far scattare le trappole ci farà impegare 2 minuti, mentre percorrerlo piastrella per piastrella 8?).
Poi spesso le scelte non hanno un perché, sono messe un po' lì, alla rinfusa (destra/sinistra/est/ovest/...). Se questo è comprensibile nei momenti in cui andiamo a scegliere il nostro percorso, dobbiamo esplorare, ci sta che proseguiamo a caso, non lo è per sezioni come l'aprire i cassetti.
Mancano tutta una serie di dettagli e accorgimenti e lo spazio per aggiungerli c'era, la struttura stessa non ha una complessità e una tridimensionalità tali da renderla interessante. Il check a metà racconto semplifica parecchio e toglie possibilità ed è subito abbastanza chiaro quali oggetti abbiano un reale uso e quali no.
Anche il finale non è granché, per quanto ammetto che, non essendoci una trama, non avrei saputo fare di meglio.

Allo stesso tempo, però, ho adorato l'idea. È un piccolo Skyfall, come potrei non adorarlo?
Il dungeon è genuinamente divertente da esplorare, mapparlo per trovare la soluzione dà soddisfazione, per quanto non sia particolarmente complicato.
Alla fine, sicuramente darò la sufficienza e forse anche qualcosa di più.
Mannaggia a me, mi faccio sempre incantare da questo tipo di sfida.

(I voti li invierò in settimana dopo aver letto anche i pareri degli altri, così da assicurarmi che non mi sia sfuggito niente)

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1388 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Idea carina quella di minidungeon con temporizzatore, purtroppo lo ritengo un genere che poco si collima con il corto, anche se nulla toglie all'inventiva dell'autore.
L'atmosfera mi ha ricordato alla Corte di Re Artù, con anche alcun intermezzi simpatici (tipo la coscia di pollo), per cui esprimerò un giudizio comunque positivo.

voto in arrivo

Remember, remember, the fifth of November...

djmayhem
Re dei refusi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2103 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Bellissimo incipit con la trappola che scatta sul più bello, quando crediamo che sia fatta.
Spero che lo sviluppo del Corto sia all'altezza.

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2539 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Andiamo a votare!
La forza di questo corto è soprattutto in una caratteristica secondo me: la rigiocabilità assoluta che l'autore è riuscito a garantire in un racconto di cinque paragrafi.
Grande l'idea di far morire il protagonista ma di NON togliergli gli oggetti che ha scovato fino a quel momento. In questo modo l'esplorazione assume più senso, perché il cortissimo si trasforma da un esplorativo piuttosto banale con un serrato true path in un esplorativo divertente dove morire fa parte della strategia per uscire fuori. Bella idea, e se non fosse stato per i limiti di spazio che non hanno consentito di approfondirla più di tanto sarebbe potuta essere addirittura geniale.
Come diceva anche Fabbix il labirinto, sebbene non grande né particolarmente complesso, è divertente da esplorare e ci sono delle trovate ghignose che rompono la monotonia di un'esplorazione fantasy dura e pura.
La via in cui dobbiamo calarci nella latrina con una corda per conquistare l'uscita è meravigliosa, mi ha ricordato il miglior Squilibrio; molto bella anche la trovata finale da stagista mediovale: probabilmente qualcuno la giudicherà fuori contesto, ma personalmente l'ho apprezzata moltissimo.
Le note negative, al di là di qualche refusetto che pure c'è (ma minore):
1) I rimandi destra sinistra mischiati con est-ovest io li ho sempre odiati. Sono accettabili quando c'è qualche indicazione per determinare il punto cardinale (come accade quando l'autore ci dice che il sole è alle nostre spalle e sta nascendo, poi ci chiede di andare a destra, sinistre ecc.). Ma se sono dati in maniera assoluta senza criteri per discernere diventa difficile, soprattutto se sono alternati con indicazioni basate sui punti cardinali.
2) Il discorso dei minuti è gestito in maniera facilona. Azioni molto diverse in termini di dispendio di tempo portano ad aggiunte simile di minuti e questo in certe occasioni infastidisce. Saltare da una mattonella all'altra per percorrere pochi metri non può portare via 8 minuti per esempio. So che gli spazzi ristretti costringono a scelte dolorose, ma si poteva ovviare con descrizioni più ragionevoli sui minuti spesi.

Probabilmente questo corto risente più di altri dello spazio ristrettissimo, perché l'idea di fondo è buona e alcune trovate ottime e la prosa, seppur ridotta all'osso, non è sgradevole. Complessivamente mi ha divertito leggiocarlo e secondo me merita un voto più alto della sufficienza: non lo ritengo un capolavoro e credo che difficilmente alla fine si piazzerà nelle primissime posizioni. Resto comunque convinto che un po' ampliato e limato potrebbe diventare un gioiellino.

Voto inviato a Gabriele

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10807 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Un Indiana Jones tirocinante addetto alle fotocopie, carina l'idea!

Gestire 37 paragrafi in 6 pagine non è stato sicuramente facile, qualcosa doveva per forza diventare telegrafico. Con un solo percorso corretto si spinge il lettore a rigiocare il corto per trovare il finale, comunque sia, essendo le decisioni dettate dalla fortuna e non intuibili dal lettore, rimane un po' l'amaro in bocca.
Ho trovato qualche piccolo refuso ma la coscia di pollo perdona tutto.

Voto inviato a gabrieleUd

AlessandroD
Novizio
ranks
useravatar
Offline
48 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Avevo predetto dungeon crawler e dungeon crawler è stato: ed è un quasi-capolavoro! Tantissima giocabilità in poche pagine, un dungeon coerente e vecchia scuola (lo so che i rimandi brutali "destra-sinistra" sono superati, non lo nego, ma in questo contesto posso accettarli), la bella trovata dei "punti azione" da spendere mascherati da time limit... la sequenza finale ricorda perfino una sezione di La Città degli Antichi, cosa potrei volere di più?

Uniche cose: autore, i refusi! Qualcosa può sempre scappare ma "Il corridoio svolata a sinistra e termia una sala vuota" si poteva beccare con un semplice controllo ortografico su word (funzione troppo spesso sottovalutata).
Secondariamente: carinissima la possibilità di ripartire con gli oggetti, ma l'inventario poteva essere gestito meglio.

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
Se prendo la coscia di pollo, la tiro all'alligatore e poi muoio mi ricompare in tasca? La ritrovo in cucina? Quante volte posso riprendere lo stesso oggetto?
Anche il fatto che l'autore abbia dovuto specificare nel topic quando scalare i punti azion... ehm, i minuti lascia intendere che si poteva curare di più l'impianto della parte gioco.

Al netto di queste critiche, lavoro eccellente e soprattutto DIVERTENTISSIMO. Complimenti!

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1682 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Un Cortissimo frenetico e divertente che mi ha tenuto incollato allo schermo anche se sono riuscito a finirlo relativamente presto (più per fortuna che altro). La situazione classicissima sfugge alla banalità grazie ai tocchi umoristici dell'epilogo. Bello il meccanismo delle "resurrezioni". Il resto delle dinamiche di gioco avrebbe potuto essere limate un po' di più come già fatto notare da altri utenti ma per i miei gusti vanno bene anche così.

Non me ne voglia l'autore se lo voto subito senza averlo approfondito troppo (pardonnez-moi!) ma mi pare evidente che sia fuori concorso: non supera il test della sostituzione del 20 e oltretutto la formattazione dell'epilogo mi pare non essere quella obbligatoria.
Voto inviato

P. S.: non è che il vero titolo fosse "20 Minuti" e "Fuga dal castello del drago" il sottotitolo?

P. P. S.: anche voi cliccavate sui testi in rosso per muovervi nei paragrafi? smile2

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2580 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

FinalFabbiX ha scritto:

mapparlo per trovare la soluzione dà soddisfazione, per quanto non sia particolarmente complicato.

Concordo, alla fine il divertimento più grande del Corto è questo. Mettersi lì e valutare tutte le vie finché non si trova quella giusta (solo dopo aver trovato da solo l'epilogo mi sono accorto che l'autore ci dà la soluzione senza morire). È un approccio alla "Progetto Mortale", dove devi sapere quasi tutto per trovare la strada giusta. E a me piacciono questi "rompicapi".

GGigassi ha scritto:

anche voi cliccavate sui testi in rosso per muovervi nei paragrafi

Lo ammetto. smile2

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2539 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5540
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149909
Totale Messaggi Oggi:
3
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8637
Ultimo Utente Registrato:
Fabio79