Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2020 Corto numero 2: Fuga dal castello del drago
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Si avvicinano le vacanze natalizie: quale delle più amate collane classiche di librogame EL è perfetta da leggere in questo periodo dell'anno?

Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Non so quanto questo corto possa essere considerato in tema da parte della terna, darò il mio voto senza farmi influenzare dalla cosa.

- REGOLAMENTO
Il corto parte forte, dando subito una sensazione di fretta e tensione.
Snello e funzionale, l’ho trovato davvero ben costruito: in una pagina c’è tutto ciò che serve per far iniziare l’avventura nel migliore dei modi. Un’opzione che poteva essere valutata era quella di utilizzare la seconda pagina per caratterizzare meglio il castello, anziché per l’epilogo, ma questa è una scelta puramente soggettiva.
- TRAMA
Avvincente l’idea della fuga dal castello. Mi chiedo, però, perché questo titolo: in realtà, si parla del drago solo nella prima riga del paragrafo 1, per il resto non è mai citato. Non che sia una cosa tale da ridurre il voto, però mi ero realmente immaginato che sarei stato sotto gli attacchi di questa bestia, sono solo rimasto un po’ deluso perché mi ero immaginato una sorta di escape con il drago a renderci difficile la fuga... Per il resto, il castello non è reso male: quest’anno c’è poco spazio, quindi costruire una buona trama era comunque difficile.
- STRUTTURA
Non mi dispiacciono affatto le strutture a loop, l’unica cosa che non capisco però, a questo punto, è il significato dei "20 minuti"... Cioè, sbaglio o si può giocare a questo corto senza mai far caso ai 20 minuti? Se muoio, ricomincio; se supero i 20 minuti vado al paragrafo 20, dove il castello implode, e poi ricomincio. Autore, così mi togli tutto il gusto della tensione per la fuga...
Il senso di fretta, comunque, permea tutto il corto, ed è una cosa buona. I tanti bivi, però, vanno un po’ a discapito delle descrizioni, alcune delle quali sono davvero di fretta... Non è colpa dell’autore, certo, però forse qualche bivio in meno avrebbe giovato. Per fare un esempio: 1-13-15 e mi ritrovo nel bagno, mi calo con la corda e vado al 14, e qui, dopo essere finito nel letame, non mi resta che attraversare il giardino.  neutral  Quale giardino? Come ci sono finito nel giardino se ero in fondo al letamaio? Ecco, scene come questa mi hanno fatto rimanere un po’ perplesso.
Per il resto, a parte i numeri dei paragrafi a sinistra, direi che i vari bivi e le varie possibilità sono state distribuite bene.
- PARTE LUDICA
Mi aspettavo un grande lavoro sotto questo punto di vista, e fino a che parliamo di gestione degli oggetti da prendere faccio un applauso all’autore (per quanto il poco spazio gli abbia dato modo di spingersi poco oltre).
Quello che, invece, non mi è piaciuto sono i bivi puramente casuali (Nord/Est/Ovest, oppure destra/sinistra), senza che la nostra scelta sia motivata dal benché minimo indizio. Capisco il poco spazio, ma forse era il caso di ridurre un po‘ i paragrafi.
Piccolo dettaglio per la gestione degli oggetti: per la corda, si poteva forse inserire una specifica che ne determinava la perdita una volta usata: effettivamente, se mi calo lungo una latrina, si presume che, una volta arrivato giù, la corda non possa più portarla con me in quanto legata a qualcosa in alto.
- NARRAZIONE
Probabilmente il corto risente della fretta con cui è stato scritto: ci sono alcuni errori ortografici, anche se niente di drammatico. Purtroppo l’autore non ha avuto modo di sviluppare la narrazione, forse per far rientrare tutti i paragrafi che aveva programmato di scrivere: alcune frasi suonano un po’ meccaniche e frettolose ma, ripeto, è sicuramente anche dovuto alla compressione sia di paragrafi che di testo.
Piccolo rimpianto per le morti: mi aspettavo tantissimo da questo corto a livello di instant death, ma alcune di esse sembrano effettivamente un po’ una soluzione affrettata (come quando, al par. 33, ci caliamo con una corda, che però è troppo corta! Ma come? Non ce n’eravamo accorti? E non potevamo risalire? E come mai, se ci caliamo dal castello con la stessa corda, questa ci fa arrivare in fondo? Ammesso e non concesso che la corda fosse corta, autore: dove sta lo schianto?  smile2 Fammi almeno sentire il suono delle ossa che si sfasciano, no?  smile ). Altro rimpianto per l’ID al paragrafo 20, anche qui avrei voluto sentire il corpo del protagonista accartocciarsi... Ma forse sono troppo sadico io, o semplicemente troppo fissato con le instante death... smile2

In definitiva, un corto simpatico, fresco e dalle molte potenzialità, che però risente negativamente delle scelte casuali e di una struttura a loop che snatura un po’ il concetto di fuga.
Ad ogni modo, bravo all’autore che è riuscito a farmi passare minuti spensierati con questa piccola escape-story.

Voto inviato a gabrieleud.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
5301 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Questo secondo corto dal ritmo serrato mi ha divertito parecchio. Peccato per alcuni refusi, ma in sole sei pagine abbiamo un avventura con countdown, oggetti da trovare, un piccolo inventario da tenere e un mini dungeon da esplorare.. e alla svelta per evitare l'implosione del castello da cui dobbiamo fuggire!

Talmente sbeffeggianti le morti che mi sono trovato a ricominciare a ripetizione una partita dopo l'altra, tenendo il conto del tempo con le dita (come specificato dal primo corto) per fare prima.
Il taglio è umoristico e generalmente lo trovo molto rischioso da inserire in un librogame, difatti non mi è piaciuto molto l'epilogo ma tant'è. Il punto di forza di quest' opera è il comparto game e difatti sembra un videogame. 

L'autore ha messo la regola che dopo la morte del personaggio si mantengono gli oggetti trovati, ho pensato che se avesse scelto di farceli perdere, ne avrebbe giovato la longevità.
Ad ogni modo ottimo lavoro, non penso si possa pretendere molto di più da un corto di sei pagine!

Voto inviato a gabrieleud

Votiamo In Enciclopedia!
Copiate i messaggi prima di inviarli -pericolo slog/perdita dati!-

sancio
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1256 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Eccomi a valutare il secondo Corto 2020. Prima domanda: perché i numeri dei paragrafi a lato? Non mi sono mai piaciuti lì, mi sanno di opera frettolosa, come se non fosse importante mettere il numero centrato. Invece il numero centrato ha i suoi perché: è carino, preciso, ordinato, maggiormente visibile e non costa nulla. Ma forse ad altri piace più di lato. Ognuno ha i suoi gusti.

Ma veniamo al succo. L'idea di base del Corto è davvero molto bella e ricorda la fase finale iperaccelerata di molte avventure fantasy, film e videogiochi. In particolare, ottima l'idea del capitolo 18 dove non si muore mai, tipo "vite" dei videogiochi... e si mantengono anche gli oggetti. Come sempre, sviluppare belle idee è un'impresa non da poco. Il Corto risulta alla fine forse troppo tecnico e scarno dal punto di vista della narrativa anche se posso percepire bene la "fretta", andando spedito da un paragrafo all'altro in pochi secondi (o dovrei dire, minuti?). E ciò è indubbiamente coerente con le premesse: in 20 minuti, fuga dal castello. E la lettura velocissima di un paragrafo dopo l'altro amplifica il senso di fretta, di urgenza. Se si contano per bene i minuti, il percorso per concludere positivamente la storia (anche in 2 parti) risulta obbligato (possiamo parlare forse di true path serrato?) e il messaggio che esce è la dimostrazione che si possa fare tanto in poco spazio. E questa è una gran cosa. Dunque, non penalizzerei troppo la mancanza di "profondità" narrativa ed emotiva. Stesso discorso per i tanti rimandi destra/sinistra impreganti di casualità e privi di interattività logica. Siamo in un dungeon e non solo ciò giustifica questi rimandi ma anzi li rende necessari in ambientazioni di questo tipo. Senza esagerare, ovviamente, ma qui diverse scelte e situazioni ironiche controbilanciano le cieche diramazioni.

In conclusione, un bel Corto che mi ha divertito. Complimenti all'autore.
Voto inviato a gabrieleud

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2539 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Anima di Lupo ha scritto:

Eccomi a valutare il secondo Corto 2020. Prima domanda: perché i numeri dei paragrafi a lato? Non mi sono mai piaciuti lì, mi sanno di opera frettolosa, come se non fosse importante mettere il numero centrato. Invece il numero centrato ha i suoi perché: è carino, preciso, ordinato, maggiormente visibile e non costa nulla. Ma forse ad altri piace più di lato. Ognuno ha i suoi gusti.

I numeri dei paragrafi sono a lato per guadagnare una riga per ogni paragrafo, stratagemma necessario considerato lo stringentissimo spazio concesso quest'anno dal regolamento. Non mi stupirei se anche altri corti avranno adottato questa soluzione.

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

A tal proposito sarei curioso di scoprire se qualcuno, mediante questo o altri stratagemmi, sia stato effettivamente in grado di arrivare fino a 50 paragrafi.

powerbob
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
391 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

¿„ãßꪧ¬ ha scritto:

I numeri dei paragrafi sono a lato per guadagnare una riga per ogni paragrafo

Il nome scientifico è "Stratagemma di Zakimos".
La documentazione ufficiale si trova negli scritti chiamati FoglioGame.

kenfalco
Moderatore
useravatar
Offline
1171 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

kenfalco ha scritto:

¿„ãßꪧ¬ ha scritto:

I numeri dei paragrafi sono a lato per guadagnare una riga per ogni paragrafo

Il nome scientifico è "Stratagemma di Zakimos".
La documentazione ufficiale si trova negli scritti chiamati FoglioGame.

Beh, lo sarebbe stato se il misteriosissimo autore avesse messo il testo immediatamente dopo il numero di paragrafo sulla stessa riga, invece è andato a capo ogni volta, quindi è come se avesse giustificato il numero centrandolo smile2
O forse sono io che vedo diversamente le pagine? hmm

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2580 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

GGigassi ha scritto:

lo sarebbe stato se il misteriosissimo autore avesse messo il testo immediatamente dopo il numero di paragrafo sulla stessa riga, invece è andato a capo ogni volta

Infatti, come invece ha fatto l'autore di Venti Solari.
In questo modo:
1-testo

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2539 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Fuga dal Castello del Drago: cortissimo carico di simpatia, è una avventura sprint, ma che costringe il lettore a rigiocare per risolvere il puzzle dell'uscita. Altamente improbabile finirlo nelle prime 3 letture, evidenzia anche troppa velocità di redazione: il paragrafo 13 ha diversi errori di battitura e non amo nemmeno le indicazioni destra/sinistra alternate a sud ovest est.
Ho la bussola o non ce l'ho?
Apprezzabile il meccanismo del paragrafo di rientro al numero 1.
L'immedesimazione non la fa da padrona, ma l'epilogo soddisfa il lettore dopo aver corso a destra e sinistra e in lungo e in largo nel castello del Drago.
Resta un grande interrogativo. Chi cucinò quella coscia di pollo?!
Voto inviato a gabrieleud

In questo libro il protagonista sei TU!

LordAxim
Direttor. Lup. Mann.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1353 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 2: Fuga dal castello del drago

Anima di Lupo ha scritto:

GGigassi ha scritto:

lo sarebbe stato se il misteriosissimo autore avesse messo il testo immediatamente dopo il numero di paragrafo sulla stessa riga, invece è andato a capo ogni volta

Infatti, come invece ha fatto l'autore di Venti Solari.
In questo modo:
1-testo

Ops, davo per scontato che questo corto fosse quell'altro, dove ciò viene fatto  hmm
Allora hai ragione, l'allineamento a sinistra è disfunzionale!

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5540
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149909
Totale Messaggi Oggi:
3
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8637
Ultimo Utente Registrato:
Fabio79