Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2020 Corto numero 8: Paziente n. 20
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Corto numero 8: Paziente n. 20

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

Senza dubbio, l'autore si è impegnato moltissimo per costruire l'intero intreccio di enigmi che si dirama nella storia (alcuni dei quali rappresentano addirittura delle false). Purtroppo, per chi non è abituato al genere, questo si rivela un punto a sfavore, poiché si ritrova ad abbandonare il racconto senza essere riuscito a completarlo. Il che è un peccato, perché la trama è davvero avvincente! La sufficienza è quindi raggiunta... Ma senza particolari eccellenze a causa della limitata godibilità.

powerbob
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
375 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

Ho letto il primo numero del crossover Marvel "Absolute Carnage" e questo Corto nella stessa giornata... poi mi sono barricato in casa.

Mi è piaciuto l'ambientazione claustrofobica e paranoica: un diabolico assassino (dottor Hannibal Lecter?) colpisce in un manicomio nel quale tutti sono sospettati e nessuno è degno di fiducia, ottimo! Poi, ci sono vari enigmi: a volte facili, altri molto di meno e altri ancora che non ho capito e ringrazio che ci siano le soluzioni. Non so se è voluto, ma i punti di Follia mi rammentano il videogioco di "Wolverine" su MegaDrive (beh, non sono tanto giovane): se un puntino rosso arrivava fino alla testa del mutante canadese, il gioco finiva e c'era un'animazione stramba con una ragazzina, tipo "The Ring" e vi lascio immaginare il seguito.

Quindi, un buon Corto, caro amico autore che non ho smascherato. Ahimè ho trovato la fine troppo scontata: l'avevo già capita dall'inizio. Però, il mio voto non sarà troppo basso.

Voto inviato a Heimdal di Bifrost Gabrieleud

"We will survive, fighting for our lives, the winds of fortune always lead us on,forever free, for the world to see,the fearless masters, Masters of the sea"

Pirata delle Alpi
Erede di Misson
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1040 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

Questo racconto non è TROPPO: la definizione di TROPPO la lascio a certi corti irrisolvibili che abbiamo affrontato negli anni passati bigsmile. Questo corto invece si può risolvere, ma con davvero tanto, tanto trial and error dovuto a indizi che potevano essere forniti in modo migliore.
C'è davvero tantissima carne al fuoco e un paio di false piste avrebbero potuto essere rimosse per rendere più chiari i testi di quelle vere: a causa dei salti tra paragrafi senza i rimandi, più volte mi sono chiesto se ero sulla strada giusta.

La parte che ho trovato più difficile, paradossalmente, è stata quella iniziale

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
per prima cosa, associare le mancanze alle persone, secondariamente capire che ... bisogna fare le somme SUBITO e non una volta entrati nelle stanze incriminate!
da lì in poi sono andato abbastanza spedito, arenandomi all'enigma dello specchio - perché da scemo mi ero dimenticato la correzione nel forum!! Colpa mia, in questo caso (ma anche sintomo di playtesting non perfetto).

L'atmosfera claustrofobica c'è, la voglia di risolvere il tutto anche, però... non siamo assolutamente sul TROPPO, autore che forse ho identificato, ma un po' meno sarebbe stato meglio, quello sì! Anche perché partire con limite di pazzia di 7 rende la prima fase un true path serratissimo, al contrario di 12 con cui puoi fare un po' di tutto.

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1664 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

Veramente un gioiello. Solitamente non amo questo tipo di librogame, ma il formato “ridotto” dei Cortissimi mi ha spinto a giocarlo con piacere (che diamine, sono solo sei pagine, sarò in grado di trovare qualche soluzione, no?) e anche il ritmo narrativo ne ha giovato: incalzante e molto evocativo pur nello spazio ridotto, o forse proprio grazie a quello.
L’architettura del Cortissimo è curatissima, magari per voi sarà una sciocchezza fare un librogame così, io sono rimasto ammirato dall’abilità dell’autore. Ho fatto un po’ di fatica a muovermi inizialmente nel Cortissimo, ma una volta capito il meccanismo (più per tentativi che per ragionamento…) è stata una grande soddisfazione. Un tocco di gran classe le false piste.

A livello letterario l’atmosfera è stata resa in maniera fantastica e i vari personaggi mi sono sembrati “vivi” e ben caratterizzati. È vero che il colpo di scena finale era intuibile, ed è stata la prima cosa a cui ho pensato anch’io, però l’ultimo paragrafo è scritto molto bene e tutto sommato presenta una variazione originale di quello che più o meno tutti avevamo immaginato.
Buono l’uso dell’alea per determinare il livello massimo di pazzia, determinante ma non in maniera così decisiva. Le volte che ho ottenuto 1 o 2 ci andavo veramente coi piedi di piombo e l’atmosfera era ancora più tesa!
Voglio inoltre sottolineare come l’autore abbia scritto in maniera molto efficace e rigorosa le soluzioni del Cortissimo, mi sono sembrate le più eleganti e funzionali tra quelle lette finora.

È tutto oro quello che luccica? Eh, magari. L’enigma del paragrafo 26 per me era irrisolvibile, ho dovuto cedere alla lettura delle soluzioni per sbloccarmi. Il paragrafo 2 per come è posto sembra incompleto: ci viene chiesto se vogliamo andare al 10, ma non ci viene offerta nessuna altra alternativa. Ok, lo so che un’altra alternativa c’è, ma magari l’autore poteva accorciare qualche altra parte e darci la possibilità di tornare indietro.
Ben più grave è però il suggerimento sbagliato del paragrafo 13, prontamente corretto in fase di pubblicazione del Cortissimo, pratica tollerabilissima (e comune) per gli autori esordienti ma decisamente di meno per un autore di lungo corso come questo ha dimostrato di essere.
Inoltre il legame coi venti/20 è labilissimo. Sono a conoscenza della leggenda o diceria secondo cui

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 il vento forte farebbe impazzire gli uomini (o erano i cavalli?), ma qui si parla sempre di un solo ventO e mai di ventI diversi, se non nel paragrafo sbagliato.
Mi vedo pertanto costretto, anche in base alle considerazioni di cui sopra, a dargli un voto più basso di quello che secondo me meriterebbe in condizioni normali.

Voto inviato

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2548 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

GGigassi ha scritto:


Inoltre il legame coi venti/20 è labilissimo. Sono a conoscenza della leggenda o diceria secondo cui
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 il vento forte farebbe impazzire gli uomini (o erano i cavalli?), ma qui si parla sempre di un solo ventO e mai di ventI diversi, se non nel paragrafo sbagliato.

Non dimenticare il 20 dell' orologio  teach

Votiamo In Enciclopedia!
Copiate i messaggi prima di inviarli -pericolo slog/perdita dati!-

sancio
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1249 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

sancio ha scritto:

GGigassi ha scritto:


Inoltre il legame coi venti/20 è labilissimo. Sono a conoscenza della leggenda o diceria secondo cui
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 il vento forte farebbe impazzire gli uomini (o erano i cavalli?), ma qui si parla sempre di un solo ventO e mai di ventI diversi, se non nel paragrafo sbagliato.

Non dimenticare il 20 dell' orologio  teach

ah, giusto, perché

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 riflesso poteva dare solo 5 come numero.
Ma è una cosa relativa alla meccanica del Cortissimo, non alla sua tematica. Il numero poteva essere anche un altro tipo
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 22 e fai la somma dei numeri riflessi, oppure 7 ribaltato che sembra una L e allora vai al paragrafo che corrisponde al numero di quella lettera...
Insomma, non è che mi convinca molto... hmm

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2548 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

Paziente n°20 è sicuramente un ottimo corto.
La trama è avvincente, invoglia fin troppo a sbirciare per scoprire come andrà a finire, ma se si riesce a resistere si scopre che il gioco regala ancor più soddisfazioni.

Gli enigmi, a mio parere, non sono così complicati (usato le soluzioni una sola volta, all'inizio, per una mia svista), né ho trovato così "cattive" alcune sezioni senza uscita del gioco.
In fin dei conti, la falsa pista più grande è quella relativa

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
alla stanza 42, che è del tutto inutile
ma è possibile evitarla completamente se si ottiene un certo indizio, che, oltre ad essere facile da trovare, è posizionato vicino a indizi fondamentali per arrivare al finale.
Così come di solito, se qualcosa ci appare senza significato, raramente è spazio del tutto sprecato, spesso nasconde in realtà un segreto o simili.

Ho adorato l'atmosfera pazza che permea tutto il manicomio. Il miscuglio di allucinazioni e realtà che trasuda da alcuni paragrafi mi ha fatto immedesimare moltissimo nell'ambiente malato, e questo non può che essere un grande punto a favore.
Il finale, per quanto forse scontato, è comunque molto inquietante e ben contestualizzato, mi ha un po' ricordato le atmosfere dell'anime - anch'esso malatissimo - Tokyo Ghoul.
Altri elementi assolutamente lodevoli sono gli enigmi in cui si usano
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
maiuscole e minuscole mischiate, una grafia disturbante com'è giusto che sia considerando il contesto
e le descrizioni macabre, ben contestualizzate.

Purtroppo però, degli elementi che, secondo me, non fanno arrivare il corto all'eccellenza.
A volte, l'interattività non è gestita nel migliore dei modi.
Ad esempio, al paragrafo 1 l'ordine in cui scegliamo di esplorare può portarci ad andare avanti o a morire, senza un perché, infatti:
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
se andiamo subito alla finestra, non troviamo l'indizio sulle maiuscole e dopo neanche due paragrafi la nostra avventura finisce
forse sarebbe stato risolvibile anche senza quel suggerimento, ma le soluzioni lo menzionano e io mi baso su quelle
Allo stesso modo, ho trovato un po' tedioso l'enigma:
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
in cui dobbiamo associare i vari oggetti ai personaggi
perché essenzialmente si tratta di ripetere la stessa cosa tre volte, e anche qui l'ordine conta anche se non dovrebbe.
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
  da soluzione ufficiale, una delle associazioni va fatta sapendo che il personaggio non ha i baffi a differenza degli altri due, che però potremmo non avere ancora visto
Completamente bocciata, poi la meccanica dei punti pazzia, che è frustrante, aggiunge un tocco aleatorio non richiesto, e della difficoltà di cui non c'era bisogno.
La capisco solo in quelle situazioni in cui ci vengono dati punti pazzia come punizione per farci capire che stiamo sbagliando.
Non ho neppure gradito che sia stata sfruttata poco la meccanica delle chiavi. Sarebbe stato molto più figo se fosse stato quello il modo principale in cui ci si muove, e non mischiarlo ad altri indizi/introdurlo per una parte relativamente piccola del corto.

Si tratta di piccoli problemi, che si sentono, ma sono però ben poca cosa rispetto alle emozioni che il racconto riesce a far provare con le sue atmosfere cupe e opprimenti.
Questo corto, che mi sbilancerei essere stato scritto da un esordiente, riesce a toccare punti alti, e sono certo che in edizioni passate avrebbe avuto un posto nel podio ma quest'anno è veramente agguerrita, per cui chissà!

Edit: tolgo mezzo punto alla valutazione (un malus che ho applicato anche ad altri corti) perché, ripensandoci, ho realizzato che il tema venti è stato sfruttato un po' maluccio, come evidenziano i commenti sopra il mio.  Un po' mi dispiace, mi aveva colpito e a questo punto penso sia proprio fuori concorso.

Voto inviato a gabrieleud

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1372 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

Rece:
Questo corto è l'esempio più calzante di come la regola introdotta da alcune edizioni di allegare obbligatoriamente in coda al corto la soluzione degli enigmi (che Prodo continua a credere sia un'iniziativa spontanea degli autori) sia sbagliata. La soluzione uccide la discussione nel forum e impigrisce i lettori, che alla prima difficoltà cedono a leggerla. La discussione, nel caso di enigmi relativamente semplici come quelli visti in alcuni precedenti corti, non sarebbe stata indispensabile, ma per corti interamente strutturati come una vasta serie di enigmi, come nel caso attuale, avrebbe consentito di vivere il corto in comunità. La mia proposta per le edizioni future del concorso è di modificare la regola in modo che allegare la soluzione continui a essere obbligatorio, ma come file separato che gli organizzatori tengono per loro per fare i loro rilievi e poi pubblicano nel forum solo a chiusura votazioni.

Ad ogni modo ho voluto giocare il corto senza consultare la soluzione e senza leggere commenti nel forum.
La prima cosa che cade all'occhio sono gli originali "punti pazzia", che trovano precedenti storici nei Punti Sanità del Richiamo di Chthulu e nel punteggio di Paura di DA7. Diciamo che però il modo in cui sono assegnati questi punti pazzia puniscono proprio quella che è la caratteristica del corto, ovvero l'indagine esplorativa, in cui è normale voler mettere naso in ogni possibile paragrafo: allora dopo un paio di letture con morti premature ho deciso di ignorare i punti pazzia nel mio tentativo di risoluzione del corto (già difficile di suo anche senza questo balzello), per poi tornare a considerarli alla fine. In particolare, considerato che il limite è dato da 6+1d6, il corto deve essere terminabile con 7 punti pazzia (quindi racimolando un massimo di 6 punti nel corso della lettura), altrimenti sarebbe buggato. Di fatto i punti pazzia rappresentano un vincolo che introduce un true path nella risoluzione del corto.

Ci sono un paio di punti poco chiari o errori veri e propri.
Innanzitutto non è chiaro se ai par.19, 34 e 3 si debba aggiungere un punto pazzia ogni volta che vi si viene rimandati, al termine dell'esplorazione di una parte dell'ambiente o del dialogo con un paziente: io ho interpretato di sì, perchè il testo dice "aggiungi 1 punto pazzia", senza distinguo di sorta; tuttavia sembra eccessivamente punitivo.
Altra cosa non chiara è perchè al 14, usando l'indizio "orecchino" su Lino, questi si offenda sul fatto di essere cieco, mentre usando l'indizio "occhiali" no, anzi ci dà un nuovo indizio. In generale l'intero enigma del parlare con i tre pazienti e usare l'indizio relativo alla loro mancanza non è granchè chiaro e non è strutturato benissimo: al par.24 non posso sapere che Picchio è l'unico dei tre senza baffi, se prima non ho parlato con gli altri due; al par.14 vengono nominati tutti e tre i possibili indizi su Lino (occhiali, baffi e orecchino), ma l'indizio dei baffi non è usabile; l'indizio dei baffi è invece usabile sull'altro paziente coi baffi, Jack al par.30, ma l'indizio numerico rimanderebbe al 18 mentre l'autore ha inserito il testo all'8 (di fatto per questo errore, con Jack si può usare solo l'indizio dell'orecchino). Inoltre al par.18 si possono visitare le tre stanze nominate dai tre pazienti anche se non si è parlato con loro (quindi è lecito evitare di parlare con Picchio, che non dà altri indizi utili alla risoluzione oltre al numero di stanza e ci fa prendere 1 punto pazzia nel rimando al 34; l'indizio extra di evitare la stanza 42 possiamo semplicemente desumerlo dalle esplorazioni durante le varie letture del corto, così come si impara a evitare molte altre zone del corto).
Ritengo inoltre lecito risolvere gli enigmi con le lettere maiuscole senza l'indizio del par.7 (che comunque, anche avendolo letto, non avevo capito si riferisse a quello; gli enigmi sono sufficientemente semplici da essere riuscito a risolverli senza altro aiuto).
Al par.2 viene data l'opzione "se vuoi parlarle" (a Mariuccia), ma non esistono alternative, quindi è obbligatorio farlo anche se non si vuole.
L'enigma del par.31 non ha sbocco (dev'essere un vizio ultimamente  rolleyes ), quindi se non lo so risolvere o non ho i mezzi per farlo (l'orologio) si rimane bloccati, mentre bastava scrivere una ID come è stato fatto in altri casi.
Anche al par.18 in generale, se non si sono raccolti gli indizi giusti o non si capisce come usarli, si rimane bloccati senza avere nient'altro da fare che rivisitare le stesse stanze, con l'unica possibilità di sbocco data dall'incappare in altri punti pazzia fino a raggiungere il limite.

E comunque sì, alla fine sono riuscito a risolvere il corto con le mie sole forze! Il percorso che consente di rimanere nel limite dei 6 punti pazzia (p.p.) è:

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
1 - 19 (1 p.p.) - 44 - (enigma ->) 27 - 38 - 41 (indizio "occhiali +15") - 38 - 49 (indizio "orecchino +7") - 38 - 19 (2 p.p.) - 34 (3 p.p) - 30 - (usando l'indizio "orecchino" ->) 37 (fiore +30) - 34 (4 p.p) - 14 - (usando l'indizio "occhiali" ->) 29 (indizio "coniglio -9") - 34 (5 p.p) - 18 - 2 - (usando il fiore ->) 32 (2 p.p.; chiave 13) - 18 - 15 (usando l'indizio "coniglio" ->) 6 (pile +/-10) - 18 - 13 (chiavi 45, 3, 26; indizio "specchia il tempo") - 18 - 45 - 36 (4 p.p.; chiave 20) - 18 - 26 - (enigma ->) 4 - 33 - (usando le pile) 23/43 - 33 - (usando le pile) 43/23 - 40 (orologio digitale 20) - 18 - 20 - (enigma ->) 31 - (enigma orologio ->) 5 - 50.
Il finale è telefonatissimo e l'avevo intuito fin dalla lettura dell'introduzione, ma diciamo che quello del doppio è un topos letterario che risale alla notte dei tempi e data la brevità del racconto non c'erano molte altre possibilità di risoluzione.
In definitiva un bel corto, scritto bene e infarcito con buoni enigmi e fin troppi falsi indizi e falsi percorsi che puniscono l'esplorazione. Ottimi, ingegnosi e perfettamente calzanti con il tema del corto gli enigmi che giocano con i caratteri del testo, di complessità crescente, correlata al crescente grado di pazzia del protagonista.

Abbastanza flebile l'attinenza al tema del concorso.

Il mio voto è
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 VerosimilmEnte iNcluso Tra uno e dIeci
Statistiche:
Num. paragrafi: 50
Num. pagine librogame: 6
Num. parole librogame: 1508 (74,7%)
Introduzione/regolamento/epilogo: sì
Num. pagine intro/rego/epi: 2
Num. parole intro/rego/epi: 561 (93,5%)
Soluzione: sì
Dadi: sì
ID count: 3
Accezione del tema "venti": vento immaginario

Grafo:
https://i.ibb.co/KxChfqH/Corto-08-grafo.jpg

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

¿„ãßꪧ¬ ha scritto:


Accezione del tema "venti": vento immaginario

Anch'io l'ho interpretato così, ma mi è stato fatto notare che c'è il discorso del

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 20 sull'orologio
- un po' labile, secondo me hmm

Concordo sulle soluzioni nel Corto, ma vista la partecipazione come votanti di quest'anno mi sa che anche senza non abbiamo perso molti commenti in più smile2

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2548 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 8: Paziente n. 20

La storia è ben scritta anche se con paragrafi brevi: mi ha coinvolto e sono stato in tensione per tutta la durata della lettura (anzi, delle 5 letture).
Gli enigmi sono tanti e ben congegnati, anche se mi è capitato più volte di trovarmi bloccato senza sapere che fare (Il paragrafo 18 se non hai scoperto gli indizi, e il paragrafo 31).
In conclusione mi sono divertito ma soprattutto appassionato alla storia ben scritta - molto immersiva – e dagli enigmi particolari, motivi per i quali ricorderò questo corto.

Periodonikes
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
250 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5479
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149459
Totale Messaggi Oggi:
1
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8192
Ultimo Utente Registrato:
astrofagiano