Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2022 Considerazioni sul concorso dei Corti 2022
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Play 2022 e Il Salone del Libro hanno avuto altissime adesioni, la stagione delle fiere sembra essere ripartita alla grande. Ritenete che il momento critico sia passato e che il trend dei librogame sarà di nuovo in forte crescita da adesso in poi?

Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

powerbob ha scritto:


Si, intendevo dire "autore" Sorry  smile2
Il concetto è che certe volte è meglio avere dei vincoli. Paradossalmente, un  racconto in un concorso a tema libero risulterebbe più complesso per me da realizzare rispetto a un tema specifico. Per lo stesso principio, preferisco che i corti da leggere mi vengano "instradati" un po' per volta.

assolutamente, in teoria più paletti ci sono e più sono stimolato. C'è però anche la possibilità che un concorso senza tema permetta di far uscire finalmente un Corto che magari qualche autore aveva in mente da tempo e non ha mai avuto la possibilità di presentare in concorso.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2565 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

TEMA: Ammetto che dopo l’entusiasmo iniziale, nella pratica anche io l’ho trovato troppo vago. Nel senso: in qualunque librogioco con una struttura lineare le scelte fatte nel passato (leggi “inizio del librogioco”) influenzano il futuro (leggi “fine del librogioco”, sia come finale positivo che come ID) quindi paradossalmente era difficile andare fuori tema, considerando ESCLUSIVAMENTE ciò che è scritto nel bando: “L’eredità del passato: come scelte lontane nel tempo possono influire sul futuro”. Certo, quel ‘lontane’ fa suonare qualche campanello, e infatti nel corso dei mesi, seguendo i vari thread su LGL, ci sono stati spunti e chiarimenti. Uno per me fondamentale è stato quello di considerare un evento vecchio di quindici anni come lontano nel tempo, intenso all’interno della vita di una persona. Però non tutti sapevano di questa cosa e le interpretazioni rimangono comunque sfumate.

ADERENZA SCELTA DAI VOTANTI: Questa per me è stata una buona idea. Come diceva sancio, questo può portare a situazioni paradossali dove un corto che se ne infischia del tema può vincere, ma se è ciò che il popolo vuole, così sia. Forse si potrebbe migliorare istituzionalizzando la penalità? Ad esempio: “Se non ritieni il corto a tema, decurta 2 punti” oppure “Se non ritieni il corto a tema, dagli 5”. Ammetto che non mi piace molto come soluzione. Però la classifica di quest’anno ci chiarirà le idee in merito.

UN CORTO A TESTA: Mi dispiace per il povero GGigassi, ma è una soluzione che io ho apprezzato molto. Considerando che il mio corto preferito dello scorso anno del buon GG (arrivato pure secondo!) era un corto scherzo, chissà quali opere d’arte ci siamo persi quest’anno a causa di questo limite… Ma oggettivamente, dare modo a chi scrive il corto di concentrarsi su un’unica opera secondo me, in generale, ne aumenta la qualità. Ma il motivo principale che me lo fa apprezzare è il numero complessivo di corti. Anche con solo diciannove corti in gara ammetto che ho arrancato a postare sempre in tempo la recensione, soprattutto volendola fare accurata. Senza questo limite magari sarebbero entrati in gara altri cinque corti, portando tutte le settimane al rilascio di tre corti… Forse un po’ ingestibile, da lettore.

RILASCIO GRADUALE: Logisticamente, da lettore, il rilascio in un’unica soluzione è più comodo, ma ammetto che il rilascio graduale aiuta a concentrare il focus e le discussioni sui corti della settimana, aumentando il confronto tra i votanti.

ISCRIZIONE A LGL NON OBBLIGATORIA: Come ho già detto nel thread di “De Cuius”, penso che l’obiettivo del concorso sia coinvolgere più persone possibili. E questa apertura ha portato a tante new entry come autori, quindi missione compiuta!

FACEBOOK: Come per gli autori, quest’anno ha portato a tanti votanti nuovi. Alcuni rimasti fino alle ultime battute. Io lo vedo come un bene, ripeto, nell’ottica di quello che penso essere l’obiettivo del concorso, ovvero attirare nuovi appassionati. Questo ovviamente comporta anche un aggiustamento del tiro da parte degli autori che, se puntano a vincere il concorso, dovranno creare corti più “friendly”. Questa riflessione l’ho fatta più volte nel corso delle recensioni, e si potrebbe aprire un thread a parte su se sia meglio fare un’opera complessa che per essere capita va sviscerata o un’opera alla mano che faccia divertire anche chi legge un corto game per la prima volta. Sicuramente l’apertura a FB porta a far crescere i voti della seconda categoria a discapito della prima, e ne sono la prova corti come “A un passo dalla sabbia” che con la sua struttura iniziale piena di ID ha portato i votanti di fb a stancarsi in fretta, contro un corto più lineare come “Per un bicchiere di troppo” che però perde tutto il suo appeal già a una seconda lettura. Nessuno dei due approcci è sbagliato, sono categorie diverse entrambe con il loro scopo e il loro pubblico, solo che bisogna prendere atto che un concorso aperto su fb predilige i corti accattivanti (anche come tematiche) a corti complessi e da rileggere più volte, che probabilmente avrebbero medie più alte in un concorso in cui votano solo membri del forum o solo una giuria di esperti.

LINK IPERTESTUALI: Premetto che a me non ha infastidito la mancanza, ma ho letto che a molti altri sì. Si potrebbe mettere come condizione necessaria per la partecipazione? Capisco che magari uno scrittore alla prime armi potrebbe trovarsi in difficoltà, ma ricordo anche che all’interno del forum c’è una guida molto intuitiva su come fare (anche se non la trovo più…). Si potrebbe mettere nel bando il link a quella pagina così da agevolare chi scrive anche questo aspetto.

FORMATO PDF: Visti i problemi degli scorsi anni, sono favorevole nel responsabilizzare chi scrive del proprio file, anche qui si potrebbe allegare un link con una semplice guida su come fare: anche perché una volta scritto su word è un attimo convertirlo in pdf senza fare troppi danni. Sul mio vecchio pc lo potevo fare direttamente da word stesso.

LIMITE DI PAGINE: Dunque. Io sono d’accordo con la proposta di Zage sul provare un limite diverso dalle pagine. Lui proponeva un numero di battute/parole, che mette un limite alla lunghezza dei corti senza compromettere l’impaginazione e la conseguente leggibilità… Però capisco che questo comprometterebbe la partecipazione di corti a fumetti. Purtroppo non ho ancora trovato una soluzione a questo, però si potrebbe pensare di tornare a un limite di numero di paragrafi? Magari dando un massimo di battute per paragrafo? Quindi, ad esempio, corti di massimo 30 paragafi, dove ogni paragrafo non può essere più di tot parole e contenere al massimo una immagine. Se nell’immagine compare del testo, la parole di questo testo vengono conteggiate nei limiti del paragrafo. Cosa ne pensate?

VOTI PUBBLICI: Anche io non ho apprezzato l’iniziativa. Il voto numerico attira l’attenzione più della recensione stessa, può causare astio e eventuali ripicche a chi pensa di aver intuito chi ha scritto cosa. Certo, occultando i voti numerici non si risolve del tutto il problema, ma per lo meno si attenua. Inoltre, per quanto questi voti siano giusti, dico per esperienza che può far male prendere un 3.

Detto questo, nelle settimane di concorso ho pensato a un metodo di votazione che potrebbe risolvere alcuni di questi problemi, che vado a esporre:

Rilascio graduale dei corti, uno o due a settimana, con obbligo di postare una recensione entro la scadenza (come quest’anno, ma senza voto).
Nella settimana finale, bisogna postare (io preferisco pubblicamente, ma anche privatamente con PM ai giudici) la propria TOP X dei corti. La TOP X deve avere le seguenti caratteristiche:
-    X è il numero minimo di corti che vanno letti per validare i propri voti (Ad esempio, quest’anno sarebbe stata una TOP12)
-    La TOPX è valida solo se completa, quindi non vengono conteggiate TOPX parziali (Così si obbliga i votanti a leggere il numero minimo di corti)
-    Tutti i titoli inseriti nella propria TOPX devono essere stati recensiti durante la settimana di pubblicazione del corto stesso (come quest’anno)
-    A ogni posizione viene dato un punteggio predefinito (Seguendo l’esempio di quest’anno: Ogni corto riceve 12 punti per ogni 1° posto, 11 per ogni 2° posto, … , 1 punto per ogni 12° posto)
-    Sommando questi punti, si ottiene il vincitore.

In alternativa, si potrebbero fare le settimane doppie, andando incontro a chi è più impegnato:
La coppia di corti rilasciata durante la settimana 1 può essere recensita durante tutta la settimana 1 e 2. Durante la settimana 2 però viene rilasciata una seconda coppia di corti, che potrà essere recensita durante tutta la settimana 2 e 3. Quindi, all’inizio della settimana 3, si chiudono le votazioni per la prima coppia di corti e viene pubblicata la terza coppia di corti, ecc ecc.

Cosa ne pensate?

Periodonikes
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
251 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

L'analisi di periodonikes mi ha dato degli spunti interessanti sulla questione voti. Se non vogliamo complicarci troppo la vita, potremmo fare semplicemente che durante la settimana dei corti si pubblicano le recensioni SENZA voto... Poi, al termine del rilascio di tutti i corti, gli utenti che hanno espresso una recensione (e solo loro) hanno il diritto di comunicare ai giudici in privato il voto di ciascuno dei corti che hanno giudicato nel rispettivo thread. In questo modo, gli utenti possono analizzare l'opera, conservando il giudizio solo alla fine, quando possono confrontarlo con tutti gli altri corti pubblicati.
In questo modo, la settimana che ora è dedicata alla modifica dei voti verrebbe trasformata nella settimana in cui invece si vota a tutti gli effetti... E si evita di penalizzare i primi corti rilasciati.

powerbob
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
378 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

Sulla questione Facebook, personalmente sono d'accordo con Ggigassi. Facebook è la morte dei forum (e anche d'un sacco d'altre cose a mio parere ma vabbè non entriamo nel merito...) e i forum sarebbero superiori in molti aspetti quando si parla di argomenti specifici. Facebook è la piazza e in piazza si parla di tutto, mentre il forum è un circolo privato dedicato a uno specifico tema.

È chiaro che se vuoi entrare in quel circolo sei interessato a quel tema, non ne sei necessariamente un esperto ma verosimilmente un minimo di cultura in merito ce l'hai o intendi fartela e infine hai magari anche piacere a conoscere i partecipanti di quel circolo e a farti riconoscere da quelle stesse persone, persone che tu reputi a buon diritto come competenti in quello specifico campo. Con loro ti confronterai coi toni pacati che ben si convengono all'ambiente. In quell'ambiente inoltre è conservata una storicità consultabile nel tempo.

Di contro in piazza chiunque si sente in diritto di urlare la sua opinione su qualunque cosa e ciascuno si sente esperto di librigame proprio come un momento fa si sentiva esperto di pandemie, di equilibri geopolitici o della partita del pallone. E dopo che ha urlato la sua opinione può benissimo sparire senza salutare.

Poi per carità, capisco pure l'esigenza di usare facebook come una vetrina ma questa vetrina dovrebbe avere lo scopo ultimo di fare entrare le persone nel circolo, non di portarle FUORI dal circolo.

E se proprio proprio non volete rinunciare al facebook allora propongo di usare due pesi due misure: premio della giuria di facebook e premio della giuria forum. Naturalmente il secondo dovrebbe essere in qualche maniera più prestigioso.

Tutto ciò a mio personalissimo parere ovviamente.

Per il resto ho apprezzato molto l'idea della TopX per il futuro.

Infine, se me lo permettete, volevo fare i miei più sinceri complimenti a tutti, sia autori-partecipanti che agli organizzatori del concorso.
Per i primi: complimenti perché so che non è facile, sono due anni che mi riprometto di partecipare e sono due volte che rinuncio per una ragione o per l'altra. A chi è riuscito a partecipare va dunque tutta la mia stima, sia per aver realizzato il lavoro sia per il coraggio di mettersi in gioco.
Per i secondi: non lo so in effetti quanto possa essere stata difficile o meno l'organizzazione di un concorso del genere, non ne ho la minima idea in effetti, ma scommetto che non sia affatto facile e ritengo che abbiate fatto un ottimo lavoro. Perciò grazie.

Budellaro
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
97 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

Allora.
Io ti voglio tanto bene, Gig. Sono molto dispiaciuto che questa edizione non ti sia piaciuta, sia perché in generale mi dispiace che il concorso non piaccia agli utenti, sia perché tu sei un utente storico e più di altri meriti di avere parola.
Però onestamente il tuo messaggio (e una parte di questa discussione) mi ha dato fastidio.

Ci sta che a te non sia piaciuto il bando. Ci sta che non ti sia piaciuto come abbiamo organizzato. Sicuramente potevamo fare molto meglio.
Però non mi sta bene che un post di critica abbia così tanti dati errati. Qualche esempio:

Ormai i giochi sono fatti? Non direi. Il 20% dei votanti è a rischio squalifica se non invia delle recensioni per arrivare a 12: potenzialmente la classifica può cambiare sensibilmente. Per me era opportuno aspettare ancora un po'.

Mornon assente quest'anno? È dal 2014 che non partecipa come autore in concorso.

Convertitori online? Ma stai scherzando spero. Word permette di salvare in PDF dal 2007. Basta cliccare su "Salva con nome" e l'esportazione è perfetta, perché il PDF è stato progettato proprio per questo scopo: serve a fissare un'impaginazione e impedire che si scompagini.

Mancanza di discussioni/flame? Come ti hanno già fatto notare, le liti peggiori sono avvenute su facebook. Inoltre, come già ripetuto più volte, il voto pubblico non serve principalmente a quello. È un modo per semplificare la votazione e, allo stesso tempo, consentire di modificare il voto in seguito alla discussione. Dati alla mano, ha funzionato: tu stesso hai modificato alcuni tuoi voti.


Assenza paradossale di indicazioni sul voto? Sono due anni che non ci sono. Nel 2020 vennero messe ma poi ignorate per scegliere un calendario diverso. Il bando è pubblicizzato e rilasciato come "bando per scrittori": contiene le indicazioni per gli scrittori.


Sul tema e sul resto ti rispondo quando potrò farlo citando i dati senza paura di spoilerare. Ti anticipo, però, che i dati sono incoraggianti: è stata l'edizione con più autori e più votanti, e inoltre la classifica finale è mette ai primi posti corti a tema.

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1383 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

Budellaro ha scritto:

Facebook è la piazza e in piazza si parla di tutto, mentre il forum è un circolo privato dedicato a uno specifico tema.

Anche qui: con tutto il rispetto, ma non è vero nel modo più assoluto.

Noi NON facciamo votare a chiunque su Facebook. Facciamo votare ai soli iscritti al gruppo "Librogame Italia". È un gruppo privato, a cui bisogna iscriversi compilando un questionario in cui si spiega qual è il proprio librogame preferito. È un sottospazio moderato con severità e che vede la partecipazione dei principali autori di librogame del momento.

Non è una fogna. È un luogo in cui ci sono tanti utenti competenti e preparati. Se vi sembrano poco preparati è perché è il loro primo concorso. Voi siete soddisfatti dei voti che avete dato nella vostra prima edizione? Io no.
In queste settimane ho sentito volare accuse di ogni tipo. Tutte rigorosamente smentite dagli eventi successivi.

Chi scrive che il tono qui è pacatissimo ha poca memoria. Sulla copertina di un libronostro tradotto sono volati insulti vergognosi. Anche nei corti ci sono stati hater e flame. C'è stato un autore che dice di aver pianto dopo che lo accusavano di avere strappato la vittoria per un colpo di fortuna. C'è stato un autore che era secondo e si è auto squalificato perché era esasperato dalle accuse di brogli.

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1383 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

Periodonikes ha scritto:


1) UN CORTO A TESTA: Mi dispiace per il povero GGigassi, ma è una soluzione che io ho apprezzato molto. [...] Ma oggettivamente, dare modo a chi scrive il corto di concentrarsi su un’unica opera secondo me, in generale, ne aumenta la qualità.

2) ISCRIZIONE A LGL NON OBBLIGATORIA: Come ho già detto nel thread di “De Cuius”, penso che l’obiettivo del concorso sia coinvolgere più persone possibili. E questa apertura ha portato a tante new entry come autori, quindi missione compiuta!

3) LINK IPERTESTUALI: Premetto che a me non ha infastidito la mancanza, ma ho letto che a molti altri sì. Si potrebbe mettere come condizione necessaria per la partecipazione? Capisco che magari uno scrittore alla prime armi potrebbe trovarsi in difficoltà, ma ricordo anche che all’interno del forum c’è una guida molto intuitiva su come fare (anche se non la trovo più…). Si potrebbe mettere nel bando il link a quella pagina così da agevolare chi scrive anche questo aspetto.

4) LIMITE DI PAGINE: Dunque. Io sono d’accordo con la proposta di Zage sul provare un limite diverso dalle pagine. Lui proponeva un numero di battute/parole, che mette un limite alla lunghezza dei corti senza compromettere l’impaginazione e la conseguente leggibilità… Però capisco che questo comprometterebbe la partecipazione di corti a fumetti. Purtroppo non ho ancora trovato una soluzione a questo, però si potrebbe pensare di tornare a un limite di numero di paragrafi? Magari dando un massimo di battute per paragrafo? Quindi, ad esempio, corti di massimo 30 paragafi, dove ogni paragrafo non può essere più di tot parole e contenere al massimo una immagine. Se nell’immagine compare del testo, la parole di questo testo vengono conteggiate nei limiti del paragrafo. Cosa ne pensate?

5) la propria TOP X dei corti. La TOP X deve avere le seguenti caratteristiche:
-    X è il numero minimo di corti che vanno letti per validare i propri voti (Ad esempio, quest’anno sarebbe stata una TOP12)
-    La TOPX è valida solo se completa, quindi non vengono conteggiate TOPX parziali (Così si obbliga i votanti a leggere il numero minimo di corti)
-    Tutti i titoli inseriti nella propria TOPX devono essere stati recensiti durante la settimana di pubblicazione del corto stesso (come quest’anno)
-    A ogni posizione viene dato un punteggio predefinito (Seguendo l’esempio di quest’anno: Ogni corto riceve 12 punti per ogni 1° posto, 11 per ogni 2° posto, … , 1 punto per ogni 12° posto)
-    Sommando questi punti, si ottiene il vincitore.

1) per me e per altra gente non funziona così: dopo un po' che lavori sempre a quello non vedi più quello che stai effettivamente scrivendo/dipingendo/componendo/ecc. ma quello che PENSI di star scrivendo/dipingendo/ecc. Lavorare su più cose contemporaneamente ti fa vedere subito gli errori di una di quelle cose.

2) se l'obiettivo è quello d'accordo, ma allora al forum che funzione resta? Sì, c'è l'enciclopedia e altro, ok...

3) fino all'anno scorso, se non ricordo male, i link erano obbligatori. Però secondo me potrebbero essere direttamente gli organizzatori ad aggiungerli.

4) cose del genere si sono fatte fino all'anno scorso, secondo me è meglio un limite come quello di quest'anno, sia per il discorso dei fumetti-game (di cui in tutta la storia di LGL mi pare se ne siano visti solo due) sia per semplificare le cose. E poi anche se da bando si davano limiti venivano dribblati senza eccessivi problemi.

5) a me l'idea piace, ho sempre avuto la fissa (e proposto) l'idea della classifica. Mi pare che uno dei primi anni si fece proprio una cosa del genere.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2565 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

powerbob ha scritto:

L'analisi di periodonikes mi ha dato degli spunti interessanti sulla questione voti. Se non vogliamo complicarci troppo la vita, potremmo fare semplicemente che durante la settimana dei corti si pubblicano le recensioni SENZA voto... Poi, al termine del rilascio di tutti i corti, gli utenti che hanno espresso una recensione (e solo loro) hanno il diritto di comunicare ai giudici in privato il voto di ciascuno dei corti che hanno giudicato nel rispettivo thread. In questo modo, gli utenti possono analizzare l'opera, conservando il giudizio solo alla fine, quando possono confrontarlo con tutti gli altri corti pubblicati.
In questo modo, la settimana che ora è dedicata alla modifica dei voti verrebbe trasformata nella settimana in cui invece si vota a tutti gli effetti... E si evita di penalizzare i primi corti rilasciati.

Non sarebbe una cattiva idea.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2565 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

FinalFabbiX ha scritto:

Anche qui: con tutto il rispetto, ma non è vero nel modo più assoluto.

Noi NON facciamo votare a chiunque su Facebook. Facciamo votare ai soli iscritti al gruppo "Librogame Italia". È un gruppo privato, a cui bisogna iscriversi compilando un questionario in cui si spiega qual è il proprio librogame preferito. È un sottospazio moderato con severità e che vede la partecipazione dei principali autori di librogame del momento.

Allora magari lo rivaluto e lo vado a vedere. Capace pure che mi iscrivo a questo punto. È che ho proprio in antipatia facebook tout court e l'utente medio che mi capita di leggere su facebook ma se dici che qui stiamo parlando di una cosa un po' diversa, posso tranquillamente rivedere le mie posizioni

FinalFabbiX ha scritto:

Chi scrive che il tono qui è pacatissimo ha poca memoria

Più che poca memoria, non sono sul forum da abbastanza tempo da aver visto le cose di cui parli

Budellaro
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
97 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Considerazioni sul concorso dei Corti 2022

FinalFabbiX ha scritto:


1) Sono molto dispiaciuto che questa edizione non ti sia piaciuta

2) Ormai i giochi sono fatti? Non direi. Il 20% dei votanti è a rischio squalifica se non invia delle recensioni per arrivare a 12: potenzialmente la classifica può cambiare sensibilmente. Per me era opportuno aspettare ancora un po'.

3) Mornon assente quest'anno? È dal 2014 che non partecipa come autore in concorso.

4) Convertitori online? Ma stai scherzando spero. Word permette di salvare in PDF dal 2007. Basta cliccare su "Salva con nome" e l'esportazione è perfetta, perché il PDF è stato progettato proprio per questo scopo: serve a fissare un'impaginazione e impedire che si scompagini.

5) Mancanza di discussioni/flame? Come ti hanno già fatto notare, le liti peggiori sono avvenute su facebook. Inoltre, come già ripetuto più volte, il voto pubblico non serve principalmente a quello. È un modo per semplificare la votazione e, allo stesso tempo, consentire di modificare il voto in seguito alla discussione. Dati alla mano, ha funzionato: tu stesso hai modificato alcuni tuoi voti.

6) Assenza paradossale di indicazioni sul voto? Sono due anni che non ci sono. Nel 2020 vennero messe ma poi ignorate per scegliere un calendario diverso. Il bando è pubblicizzato e rilasciato come "bando per scrittori": contiene le indicazioni per gli scrittori.

1) ma sì che mi è piaciuta, dai, solo che le ultime edizioni mi sono piaciute di più. wink  E poi che colpa avete voi organizzatori se i Corti non erano entusiasmanti?

2) "i giochi sono fatti" nel senso che buona parte del concorso è finita, mi rendo conto che c'è ancora un bel margine e per questo mi sono autocensurato una parte che poteva spoilerare qual era il mio Corto, ma il pezzo era in canna da tempo e non ho voluto tergiversare oltre!

3) Ma non aveva partecipato anche il primo anno che partecipai io, con quel Corto di Ultima Forsan che poi è diventato un librogame? Vabbè, comunque avrei potuto citare anche Dario III o altri, era tanto per dire.

4) Ma è ovvio che stavo scherzando, dai! Mi credi davvero così rincoglionito?! smile2 Convertitori online? Ma quando mai. Figurati. Dai, non scherziamo.

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Sul serio si può ottenere un pdf da un Word? hmm
Resta il dubbio del perché del doppio invio.

5) Ti credo sulla parola e d'altronde non ho motivo di dubitarne. Io ero qui nel mio club esclusivo, nel "tavolo dei grandi" e non prestavo attenzione a quello che facevano i bambini bigsmile2

6) Ma infatti l'edizione 2020 fu assai criticata per i cambi "in corsa". Forse ero abituato troppo bene dai concorsi precedenti.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2565 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5517
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149709
Messaggi di questa settimana:
14
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8495
Ultimo Utente Registrato:
Vanja90