Home Forum General Il Portale della Scrittura - LibriNostri The Making of: Farnese (titolo provvisorio)
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Play 2022 e Il Salone del Libro hanno avuto altissime adesioni, la stagione delle fiere sembra essere ripartita alla grande. Ritenete che il momento critico sia passato e che il trend dei librogame sarà di nuovo in forte crescita da adesso in poi?

Assolutamente si, i numeri lo dimostrano, i librogame hanno ripreso in pieno l'ascesa - 17.5%
Ci sarà ancora qualche strascico legato al costo dei materiali, ma il trend è comunque positivo - 19.7%
L'emergenza pandemica è finita, ma la situazione internazionale è complessa e il futuro sarà condizionato da continui alti e bassi - 15.3%
La pandemia tornerà in autunno e con la guerra in Ucraina il settore è destinato a un nuovo stop da cui ripartiranno solo in pochi, i meglio organizzati - 16.1%
È solo un fuoco di paglia. I problemi sono troppi, il settore è destinato a implodere e tornare aglli anni pre-Rinascimento - 15.3%
Ci sono eccessive variabili per lanciarsi in previsioni di qualsiasi tipo - 16.1%

Voti totali: 137

The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

TITOLO dell’OPERA, N° Volume e Serie: Farnese (titolo provvisorio) - Kata Kumbas 1

AUTORE: Ursha

IDEAZIONE AMBIENTAZIONE E BACKGROUND: 100% di Avanzamento - Con il GdR sono ben oltre il punto di fine del librogame. La trama è già definita nel suo sviluppo principale e conosco anche la conclusione. Le lettere di Farnese del mio blog sono comunque una versione edulcorata di ciò che è successo nel gioco. La vera Camelia non ha nessuno scrupolo a rigirare un coltello nella ferita di un prigioniero per estorcergli informazioni, e dandole tempo farà sicuramente di peggio. Alla fine ho deciso di non auto censurami eccessivamente.

STESURA REGOLAMENTO e SISTEMA DI GIOCO: 75% e anche più, per arrivare a 100 mancano solo i 6 elementi di biografia a scelta e la tabella dei mostri erranti.

STESURA PARAGRAFI: 25% siamo a 140 paragrafi in prima stesura su un obbiettivo di 350, conto di aggiungerne altri 150 per la struttura base e poi comincerò ad espandere.

REVISIONE e CORREZIONE: 10%per ora sto facendo una rilettura in corso d'opera con la giocatrice che collabora anche alla revisione degli altri miei lavori, ma è prevalentemente per gli errori di battitura la grammatica, al momento trovo la forma un po' incoerente, ma prima di pensarci voglio conclude il corpo principale del racconto.

BETATEST: 0% di Avanzamento

RIASSUNTO SITUAZIONE EFFETTIVA e STATO di AVANZAMENTO dei LAVORI: 25% di Avanzamento
La trama è completa, l'idea del personaggio e le regole bene o male ci sono, la storia è già stata sviluppata in precedenza, siamo a un buon punto come avanzamento nella scrittura, ma per esperienza da altri lavori che ho fatto in passato so che la parte che mi porta via più tempo è la revisione.

Ultima modifica di: Ursha
Feb-11-11 12:13:35
Ursha
Dott. Ing. Magister Laitiano
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Per i molti che non lo sanno Laìtia è una quasi italia in un quasi medioevo fantastico. Un mondo che ricorda quello tardo antico. Un mondo dove pestilenze e povertà si scontrano con un pungente umorismo. In questo modo è in atto un passaggio fra vecchie e nuove credenze.

Per non incrementare il casino (per me) ho deciso di narrare la storia non di un terrestre imprigionato su laitia ma di un suo abitante originario. Si tratta di una giovane donna della nobiltà di Maro (Roma) che ha deciso di predere i voti in un ordine di monaci guerrieri, contro i voleri della famiglia,  è un personaggio che deve scontrarsi con una società in cui il suo comportamento è spesso visto come minimo come "sconveniente".

E' un personaggio un po' atipico, anche sei li giocatore decide come agisce, essa ha già un passato che può andare ad influenzare le sue scelte.L'idea sarebbe che all'inizio il giocatore può scegliere alcuni eventi che possono essere accaduti a Camelia Farnese, e in base alle scelte alcune opzioni potranno essere disponibili o bloccate durante l'avventura.

Il problema è che è anche un personaggio di cui al momento non so scrivere in maniera convincente. Già l'originale non è molto femminile, pur essendo un pg generalmente gentile è contraddistinta da una certa freddezza. Inoltre dimostra una notevole assenza di scrupoli quando si devono perseguire stregoni e negromanti.
Descritto da me sembra presenti alcune stonature eccessivamente mascoline.

Ursha
Dott. Ing. Magister Laitiano
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Le regole

Introduzione

In questo librogame interpreti Camelia Farnese, una sacerdotessa guerriera. Per favorire l’immedesimazione con il personaggio, questo Librogame da ora in poi sarà scritto utilizzando la seconda persona femminile. Poiché sei nobile, e appartieni ad un’ordine monastico, spesso verrai chiamata con il titolo onorifico di Dominicella.

Hai 19 anni e hai da poco preso i voti nell’ordine militante dei Cavalieri della Fede, uno dei tre oridini di monaci che lodano il signore senza tempo, e probabilmente ora sei ansiosa di mettere la tua spada al servizio della luce per distruggere i demoni e gli eretici.
I cavalieri della fede fanno voto di obbedienza e si impegnano a difendere gli adepti della nuova fede da qualsiasi male terreno o ultraterreno ma non sono tenuti a seguire un rigido voto di castità, a differenza dei mistici.
Per iniziare nel migliore dei modi la tua vita di monaca guerriera hai deciso di recarti a porgere omaggio al conte Basianto di Imen, un nobile convertitosi da alcuni anni alla nuova fede, il cui domini però sono stati spesso piagati da demoni, stregoni e sacerdoti del vecchio culto.
Potresti offrirti di dare un supporto morale ed esprimere la benevolenza della famiglia Farnese nei confronti dei propri vicini.

Nell’avventura sarai accompagnata da un ladro della stirpe dei rom, Mascagno Uguccione. È un uomo che si è convertito da poco alla nuova fede e per penitenza per i peccati della sua vita precedente gli è stato ordinato di accompagnarti nel tuo viaggio come guardia del corpo.
Ufficialmente ha il dovere di proteggere la tua virtù, cosa che la sua brutta faccia è riuscita a fare molto meglio della sua (insesistente) presenza marziale, allontanando ogni possibile pretendente, poiché anche se è un sincero devoto, rimane comunque una persona lercia e maleodorante che non ha perso le cattive abitudini con le donne, il gioco d'azzardo e il bere.
Uguccione potrebbe esserti utile anche in modi più subdoli di una semplice guardia del corpo, vista la sua esperienza nel furto con scasso nella sua precedente carriera di deliquente.

Prima di iniziare la tua avventura però è opportuno spiegarti alcune regole.
(ovviamente non utilizzo il regolamento di Kata Kumbas perché sarebbe osceno ma ho optato per uno simile alla terra di mezzo, riadattato per i miei scopi e Per la verità un'opzione da non scartare sarebbe stata far spiegare come funziona il gioco ad Uguccione, solo che questo creerebbe un salto di stile notevole fra il regolamento e l'inizio del gioco perciò l'ho scartata)

Le caratteristiche

Forza: indica una misura della tua prestanza fisica e della tua robustezza.
Abilità: indica una misura della tua agilità e dei tuoi riflessi
Conoscenza: indica una misura della tua saggezza e intelligenza.
Il punteggio in queste tre caratteristiche influenza i valori delle tue abilità
punteggio / bonus
2-4 -1
5-8 /
9-10 +1
11-12 +2

Provvidenza
La provvidenza è una misura della capacità di evitare pericoli inattesi

Livello Vitale
il livello vitale è una misura della tua capacità di sopportare traumi e ferite prima della tua morte.

Poiché sei addestrata nelle arti della guerra e nei misteri della nuova fede inizi il gioco con 6 punti di forza e 6 punti di provvidenza. Tira 6 dadi e assegna uno dei lanci alla forza e uno al tiro della provvidenza, due all’abilità e due alla conoscenza.
Poiché appartieni al popolo antico, una stirpe di Laitia che tiene in gran conto l’istruzione e il sapere, se il suo punteggio di conoscenza è inferiore a 10 allora puoi aggiungere un ulteriore punto.
(utilizzare invece la creazione bilanciata e consentire di distribuire 21 punti fra le varie caratteristiche imponendo che la conoscenza deve essere almeno 6?)
Il tuo livello vitale è la somma delle quattro caratteristiche che hai determinato.

Essendo un seguace, è più debole di te (il personaggio principale) e non viene descritto nel dettaglio poiché il suo comportamento è determinato dal librogame e dalle scelte di Farnese. L’unica caratteristica che realmente serve sapere è il suo livello vitale pari a 10 più il lancio di tre dadi.

Abilità

Le abilità influiscono sulla possibilità di effettuare determinate azioni durante l'avventura. Quando dovrai effettuare una prova di abilità

Sia tu che Uguccione possedete le seguenti abilità

CdC (bonus di forza): rispecchia la tua capacità di attacco in combattimento corpo a corpo, CdC sta per capacità di combattimento

Tiro a distanza (bonus di abilità) rispecchia la tua capacità di attacco con un'arma da lancio come ad esempio una lancia o un arco.

Parata (bonus di abilità): rispecchia la tua abilità di evitare gli attacchi o intercettarli con un'altra arma o lo scudo

Corsa (bonus di abilità): rispecchia le tue capacità di sfuggire ad un periocolo

Generica (bonus di abilità): rispecchia la tua capacità di compiere azioni generiche quali nuotare, scalare, inseguire, cavalcare e cacciare.

Percezione (bonus di conoscenza): rispecchia il grado di consapevolezza che riesci ad avere dell'ambiente che ti circonda, tu inoltre sei in grado di utilizzare questa abilità anche per individuare i demoni che si celano sotto un aspetto umano. Riflette anche la tua abilità nel parlare e nel trattare con le ppersone  che incontri nelle tue avventure.

Inoltre tu hai la capacità di scacciare demoni e non morti (bonus di conoscenza) e conoscenza storica delle terre di Laìtia (bonus di conoscenza)

Uguccione invece possiede l' Astuzia (bonus di conoscenza) e la Furtività (bonus di abilità) tipiche dei ladri.

Hai a disposizione 7 punti da distribuire fra le tue abilità e 7 da distribuire fra quelle di Uguccione.
Su una singola abilità puoi assegnare massimo tre punti, con l'eccezione di corsa, inoltre per ogni abilità che non riceve almeno un punto devi assegnare una penalità di -2, sempre con l'eccezione di corsa.
Farnese può aggiungere a tali punteggi i bonus delle proprie caratteristiche se ne possiede, mentre Uguccione ha un bonus di un punto alle seguenti abilità: tiro a distanza, parata corsa, generica, e furtività.

Provvidenza
In varie occasioni durante l’avventura ti troverai, in battaglia o durante l'esplorazione, in situazioni dove potresti essere fortunata o sfortunata (i dettagli ti saranno dati di volta in volta). In questi casi gli adoratori del vecchio culto credono nel fato e nella casualità, mentre tu che una devota del nuovo culto ti affidi alla Provvidenza per ottenere un esito favorevole. Ma attenzione! Ricorrere alla Provvidenza non ottiene sempre una risposta alle proprie invocazioni, e se resti inascoltata le conseguenze potrebbero essere disastrose. Fra le altre cose la provvidenza andrà utilizzata quando uno stregone o un demone tenterà di utilizzare contro di te incantesimi o evitare trabocchetti particolarmente insidiosi.
La procedura per usare la Provvidenza è la seguente. Tira due dadi: se il risultato è inferiore o uguale al tuo attuale punteggio di Provvidenza, l’esito ti è favorevole. Se il risultato è superiore alla tua Provvidenza
attuale, le tue preghiere non sono state accolte e riceverai una penalità.
Questa proceduta viene indicata con fai un tiro della Provvidenza . Ogni volta che fai un tiro della Provvidenza devi sottrarre 1 al tuo attuale punteggio di Provvidenza. Tanto più ti affiderai alla Provvidenza, tanto più rischioso diventerà farlo.
Non avendo un punteggio di provvidenza Uguccione si affiderà alla tua per superare i momenti di difficoltà.

Equipaggiamento

tu puoi indossare un'armatura completa, un mantello, uno zaino, una cintura, con eventualmente appeso un pugnale, un borsello per le monete. Inoltre puoi portare un numero di oggetti pari al tuo punteggio di forza (la metà se sei priva di uno zaino) incluso un massimo di tre armi. Se perdi lo zaino perdi anche tutti gli oggetti in eccesso.
Le stesse restrizioni si applicano anche ad Uguccione, ma probabilmente lui vorrà disossare solo corazze in cuoio visto che le altre armature più pesanti penalizzano le sue abilità.
Alcuni oggetti (solitamente perché molto leggeri o perché non vengono tenuti nello zaino) non seguono queste restrizioni, nel qual caso ti verrà indicato espressamente durante il prosieguo dell'avventura.

Arma CdC Danno Note
pugnale -1 4 Può essere scagliato
spada corta +0 4
spada +1 5
asta +1 4 non si può usare lo scudo
spadone a due mani -1 8 non si può usare lo scudo
ascia a due mani -2 8 non si può usare lo scudo
Lancia +0 5 Può essere scagliata
Ascia da combattimento -1 6 Può essere scagliata
Martello da combattimento -1 6 - 7 contro avversari armati di cotta di maglia o corazza
Mazza +0 5 - 6 contro avversari armati di cotta di maglia o corazza
Mani nude -2 3
Scudo +1 parata
Scudo grande +2 parata
Arco +0 5 Solo arma a distanza

Armature
tipo protezione penalità
Armatura di cuoio 1 -1 furtività, astuzia e corsa
Cotta di maglia 2 -3 furtività, astuzia e corsa
Armatura pesante 3 -4 furtività, astuzia e corsa
La cotta di maglia e l'armatura ostacolano anche le pratiche magiche, ma ne tu ne Mascagno Uguccione avete alcuna conoscenza delle scienze occulte.

Tu hai una spada e una cotta di maglia, mentre Mascagno Uguccione ha una spada corta e un arco corto con 20 frecce.
Inoltre entrambi avete uno zaino con 3 razioni cibo conservato (occupano uno spazio nello zaino), una borraccia e 30 metri di fune.
Tu inoltre nello zaino hai uno specchio d'argento, un plico con lettere di presentazione per il Conte Basianto e la ricetta di famiglia dei canestrelli alle noci e miele (non conta nel numero massimo di oggetti) che tua nonna ti ha spedito con la lettera di congratulazioni per l'investitura a cavaliere e che non hai avuto il coraggio di gettare via, nonostante l'inutilità della stessa.
Uguccione invece ci tiene nello zaino i suoi attrezzi da scasso.

Combattimento

Nel corso del libro ti capiterà spesso di trovarti in situazioni dove ti verrà detto di combattere una qualche creatura. Potresti avere l’opportunità di fuggire, ma se così non fosse, o se decidi ugualmente di attaccare, dovrai svolgere la battaglia come indicato qui di seguito.
Per prima cosa prendi nota della differenza fra la tua CdC e la parata del tuo avversario, il tuo valore di combattimento.
Inlotre prendi nota della differenza fra la CdC del tuo avversario e la tua parata, il livello di combattimento del tuo avversario, e del livello vitale del nemico poi procedi come segue.

1.Essendo una combattente addestrata in genere comincerai sempre prima tu, a meno di non essere stata colta di sorpresa nel qual caso comincerà prima il tuo avversario. In genere ti sarà consentito di effettuare una prova di percezione per evitare di essere sorpresa. Se sei presa di sorpresa procedi al punto 4
2.Se sei in grado puoi effettuare un attacco con un'arma a distanza prima che il tuo avversario ti raggiunga. Per farlo tira un dado e aggiungi il tuo bonus di tiro a distanza, poi sottrai quello della parata del tuo avversario, se il risultato è sette o più hai colpito. L'avversario subisce un danno pari a quello dell'arma meno la sua protezione.
Nella rara eventualità che l'avversario sia in grado di attaccare a distanza allora tira un dado e aggiungi il suo bonus di tiro a distanza, poi sottrai quello della tua parata, se il risultato è sette o più l'avversario ti ha colpita e subisci quattro danni meno la tua protezione
3.A questo punto il tuo avversario cercherà di provocare un corpo a corpo, se vuoi continuare a sferrare attacchi con un'arma a distanza devi lanciare i dadi e sommare il tuo bonus di corsa. Se ottieni più di dieci per tentare un altro attacco a distanza.
4.Vieni coinvolta in un corpo a corpo, se sei colta di sorpresa inizia prima il tuo avversario altrimenti inizi prima tu.
Per te tira un dado e aggiungi il tuo valore di combattimento , se il risultato è sette o più hai colpito. L'avversario subisce un danno pari a quello dell'arma meno la sua protezione.
Per il tuo avversario tira un dado e aggiungi il tuo valore di combattimento, se il risultato è sette o più l'avversario ti ha colpita e subisci quattro danni meno la tua protezione.
5.Questa sequenza si ripete finché il tuo livello vitale o quello del tuo avversario non si riduce a zero (morte). Se muori, devi ricominciare l’avventura dall’inizio. In rari casi l'avversario potrebbe decidere di graziarti e catturarti, ma in genere ti conviene sperare che non accada mai, perchè per una giovane del popolo antico la prigione o la schiavitù potrebbero essere esperienze stremamente spiacevoli.
6.Se il paragrafo ti consente di fuggire puoi decidere di disimpegnarti tirando due dadi e aggiungendo il tuo bonus di corsa, se il risultato è 9 o più segui le indicazioni del testo.

Se Uguccione partecipa al combattimento potrà effettuare anche lui un attacco a distanzo o in corpo a corpo per ogni turno di scontro. L'avversario non attaccherà mai Uguccione.

Combattimento con più avversari
A volte dovrai combattere contro più di un singolo avversario. All’inizio di ogni scontro dovrai decidere chi attaccare e risolvere l'attacco contro di lui. Poi tira i dadi per ciascun avversario, per vedere se ti colpiscono.
Se sei colta di sorpresa, gli avversari attaccheranno prima di te.
Se Uguccione partecipa ad un combattimento multiplo allora lui combatterà separatamente contro l'ultimo degli avversari elencati, che quindi attaccherà Uguccione e non te, mentre gli altri attaccheranno te e lo ignoreranno.
Se Uguccione riesce ad eliminare il suo avversario poi si riposerà fino alla fine del combattimento, se invece viene ridotto a zero punti di livello vitale morirà.
Se ritieni che Uguccione sia troppo debole per sopravvivere puoi decidere che non ti aiuti e affrontare il combattimento multiplo da sola.

Il Sacrum Verbum dei monaci
Ogni monaco del nuovo culto è devoto ad un particolare sacro di cui cerca di emulare le gesta e imparare a memoria i motti, contenuti i un'opera chiamata Sacrum Verbum.
Alcuni di questi sono:
“sacra Purga si punisce con la verga
sacro Dondino beve sempre e solo vino
sacro Starza picchia solo con la mazza”

La tua scelta al momento dell'investitura però è ricaduta su “sacra malvasia protegge li credenti con la corda e li ferri roventi” In alcuni punti del librogame ti troverai in situazioni nelle quali potrai mettere in pratica gli insegnamenti della tua protettrice o rischierai di infrangerli. In ogni caso in cui le tue azioni saranno coerenti con il Sacrim Verbum recupererai un punto di livello vitale, in casio contrario invece ne perderai uno.

(Non introduco anche i cerchi celesti perché secondo me sono un'elemento che sbilancia, perché vi è una probabilità su sei di avere un +1 in combattimento.)

Ursha
Dott. Ing. Magister Laitiano
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Mi sembra che i presupposti per un buon librogame ci siano tutti. Una domanda. come conti di trattare le parti in cui Camelia si troverà davanti a eretici e presunti tali? Tu che sembri appassionato di questa parte della storia e oltretutto hai letto opere letterarie calate molto in quella realtà, sai che la lotta contro l'eresia sfociava spesso in pratiche di una ferocia inaudita, con prevaricazioni di ogni genere che spaziavano dalla violenza agli abusi, anche talvolta a sfondo sessuale, giustificati dalla lotta contro il demonio e il distorcimento della vera fede.
Ora questi passaggi secondo me per la buona riuscita del libro che stai scrivendo e per l'uniformità del contesto che hai creato sono fondamentali, ma forse sono troppo pesanti per essere crudamente raccontati in un librogame. D'altro canto edulcorarli, o rendere Camelia un personaggio troppo soffice, illuminato e  "modernista" stonerebbe. Partendo dal presupposto che, ovviamente, molte delle scelte devono essere gestite dal lettore, cosa avevi in mente per conciliare i due possibili eccessi e mantenere un taglio credibile sul personaggio?

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10790 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Prodo ha scritto:

Una domanda. come conti di trattare le parti in cui Camelia si troverà davanti a eretici e presunti tali?

Prima di risponedere alla domanda alcune considerazioni sull'argomento.
Primo il contesto: in Kata Kumbas sullo sfondo vi sono tracce di pratiche inquisitorie. Nella seconda avventura in cui si deve entrare nelle Carceri Catavine e abbiamo strumenti di tortura, teste impalate e disgraziati lasciati a morire di fame. Quindi diciamo che parlarne non sarebbe fuorviante rispetto al gioco originale, penso che anche Coniglio Mannaro sarebbe d'accordo.
Secondo: esiste una giocatrice che interpreta Farnese e il librogame riprende le sue avventure cercando "ampliarle" e lei gioca Farnese in maniera abbastanza sanguinaria. La stessa scelta di crearsi una nuova sacra ad hoc per il personaggio la dice lunga.

La Farnese del gdr ha avuto l’illuminazione sul suo futuro quando si è persa nelle strade di Maro ed è finita all’età di 10 anni a gettare una torcia su in rogo incitata dalla folla.
“Sono nata alla vita dal sangue di mia madre, sono nata alla fede dal fuoco purificatore”

Comunque è una donna che dedicato la sua vita a dare la caccia gente del tipo che tritura ossa umane, e le mischia con segue animale per divorare l’anima delle persone o peggio… non le interessano le vecchiette che mescolano erbe e radici o le fanciulle che intrecciano nodi con l’erba per incatenare il cuore di un giovane. Anche se penso che se beccasse le seconde consiglierebbe alla guarda municipale di amministrare loro una quindicina di frustate per insegnare che non si deve giocare con l’anima di una persona.

Prodo ha scritto:

Ora questi passaggi secondo me per la buona riuscita del libro che stai scrivendo e per l'uniformità del contesto che hai creato sono fondamentali, ma forse sono troppo pesanti per essere crudamente raccontati in un librogame. D'altro canto edulcorarli, o rendere Camelia un personaggio troppo soffice, illuminato e  "modernista" stonerebbe. Partendo dal presupposto che, ovviamente, molte delle scelte devono essere gestite dal lettore, cosa avevi in mente per conciliare i due possibili eccessi e mantenere un taglio credibile sul personaggio?

Diciamo che il problema nasce un po’ prima, Farnese non è una persona senza passato a differenza di altri protagonisti dei librogame. In fondo anche di Lupo Solitario non sappiamo nulla prima del massacro dei Ramas, ma non è indispensabile il massacro è un’ottima motivazione per le azioni del protagonista e mette in ombra qualsiasi fatto precedente. Una donna del medioevo non lascia una vita progettata per lei dalla famiglia per andare ad accedere roghi senza motivi precedenti.

La mia idea è prima di tutto di lasciare la possibilità di scegliere da una lista alcuni aspetti del passato di Farnese, diciamo da 1 a 3 su sei.
Non ho ancora deciso se il suo trauma “infantile” sia un aspetto mandatario o possa essere scelto, ma attualmente propendo per la prima.
Questi elementi influenzeranno le scelte del giocatore. Alcune opzioni sono si potranno scegliere a meno di non avere una certa opzione mentre altre saranno bloccate dalla stessa opzione.

Inoltre può sembrare strano ma Farnese non è giocata come una persona con una fede fanatica, è più una persona che applica la massima mali estremi estremi rimedi, ma spesso ha dubbi sulla scelta migliore e quindi il genere il giocatore avrà sempre più scelte da poter fare. Più che una persona insensibile è una persona che si costringe ad esserlo e questo quindi può lasciare margine di scelta al giocatore. Certo non è facile rendere questo aspetto perché potrebbe semplicemente apparire come l'offrire nel testo al giocatore opzioni contraddittorie.

Riguardo alla crudezza diciamo che in prima battuta vorrei ridurla rispetto al gdr, ma in che misura non mi è ancora chiaro. Un librogame non è un romanzo e ha modalità di immedesimazione diverse. Io vorrei creare un personaggio con cui sia piacevole immedesimarsi e che non abbia pare mentali, visto che neanche nel gdr ci sono. In genere quando combatti contro gli stregoni o fai una cosa o non la fai, non hai anche il tempo per pentirti in elucubrazioni quando i licantropi nascosti nell'ombra potrebbero azzannati la gola ad ogni passo.
(questa è un'opinione personale ma molti intendono una campagna dark come quella dove i personaggi sono oppressi e pieni di sensi di colpa, la mia idea è invece di una campagna dove i pg ne sono invece totalmente sprovvisti perchè devono fronteggiare situazioni troppo estreme)

Poi va ricordato K.K. ha anche un contenuto umoristico che cerca di stemperare  gli elementi di crudezza che introduce. Farnese probabilmente è una “santa vivente” votata a spaccare teste, ma il suo seguace è stato definito dalla giocatrice dopo mezz’ora di gioco un pu*****re.
Non possiamo considerare la donna integerrima senza tener conto della sua spalla peccatrice che quella si è fuori dal controllo del giocatore.

Diciamo che in definitiva il mio scopo ideale sarebbe cercare di ottenere qualcosa sullo stile de "l’Armata delle Tenebre". Secondo me fra il materiale moderno è quello che descrive meglio la piega Dark che si può dare a Kata Kumbas.
Ma in ogni caso voglio scostarmi il meno possibile dal gioco originale perchè non nasconderò che per me questo librogame ha anche un aspetto "pubblicitario" provare a diffondere lo spirito del gioco anche fra chi non lo ha mai visto ma magari ama i librogame.
Siccome stiamo parlando per K.K. di una nicchia di una ventina di persone anche 2 di più è un successo.  (Comunque il link alla pagina del bestiario ancora adesso mi viene cliccato almeno 2 volte alla settimana)
Sono questioni che sicuramente vanno definite fin dall’inizio ma penso che non si potranno risolvere prima della fase di revisione del manoscritto. Probabilmente in un lavoro di questo genere in realtà sarà la parte più “pesante”.

link all'incipit
http://ihoschronicles.wordpress.com/201 … copertina/

Ursha
Dott. Ing. Magister Laitiano
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Ursha ha scritto:

Più che una persona insensibile è una persona che si costringe ad esserlo e questo quindi può lasciare margine di scelta al giocatore. Certo non è facile rendere questo aspetto perché potrebbe semplicemente apparire come l'offrire nel testo al giocatore opzioni contraddittorie.

Ma è questo l'aspetto affascinante. Se fosse insensibile e senza dubbi esistenziali sarebbe un personaggio piatto. Così è affascinante, ma non vorrei che questo tipo di dinamica potesse sfociare in decisioni da cosienza sociale moderna. E' l'eccesso opposto, Camelia è prima di tutto un abitante di un mondo in cui l'inquisizione esiste ed è feroce, e lei è stata cresciuta tenendo presente, e talvolta abbracciando questi precetti. Che il dubbio ci sia aggiunge fascino, che la svolta sanguinaria e fustigatrice non venga prevaricata da scelte troppo "politicamente corrette" secondo me deve essere un imperativo, ben gestito ma immancabile, se non si vuole rischiare di appiattire il personaggio sfociando nell'eccesso opposto.
Questo naturalmente secondo la mia opinione smile.

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10790 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Non vedo questo pericolo...

Ursha ha scritto:

La tua scelta al momento dell'investitura però è ricaduta su “sacra malvasia protegge li credenti con la corda e li ferri roventi”... In ogni caso in cui le tue azioni saranno coerenti con il Sacrum Verbum recupererai un punto di livello vitale, in caso contrario invece ne perderai uno.

Ci sono scelte che sono arbitrarie ma andare contro il credo della sacra protettrice fa perdere punti di livello vitale. Il librogame per primo è scritto per non incoraggiare la coscienza moderna.

Non intendo impedire che Farnese contravvenga al suo credo, se il giocatore vuole farlo o non è in grado di comprendere quale sia la scelta più opportuna, è anche un elemento di plausibilità, ma sono cose che fa a suo rischio e pericolo, perché allontaneranno il pg dalla sua fede e per giocare i monaci del nuovo culto nell'rpg questo è sempre stato un aspetto importante anche in termini di gioco.

Ursha
Dott. Ing. Magister Laitiano
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Ipotesi di biografia di Farnerese

Elementi tassativi
Hai accesso il tuo primo rogo a 10 anni ed è stata una rivelazione sul tuo futuro
Anche se sei un cavaliere della fede ha spesso dubbi sulle tue azioni

Elementi facoltativi da zero a tre.
A.    Sei la secondogenita di una famiglia ricca e quindi ad essere buoni come minimo pecchi di superbia
B.    La verità è che dare la caccia agli eretici non è solo una questione di fede, ti piace veramente farli soffrire.
C.    Per una strana fatalità sei amica di Sora Berocchia, in fondo non è vero che l’unico fattucchiere buono è un fattucchiere morto.
D.    In fondo sei convita che dubitare sia sbagliato, il che ti porta cercare la penitenza
E.    Non hai nessun interesse per gli uomini il che ti porta a scontrarti con gli interessi politici della tua famiglia.

L’originale ha B e C.
Si accettano pareri, suggerimenti e critiche, non che altre idee.

Ursha
Dott. Ing. Magister Laitiano
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
666 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Lo sfruttamento dell'elemento "Background personalizzato" mi sembra davvero una bella trovata, nonchè un ottimo modo per elevare il grado di rigiocabilità del libro!
Inoltre trovo molto interessante l'ambientazione inusuale... mi ricorda molto "the Witcher" smile

Il buongiorno si vede dal mattino.
E' la giornata di merda che ti coglie completamente impreparato...

suaimondi
Miracle Blade
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
818 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: The Making of: Farnese (titolo provvisorio)

Ursha ha scritto:

Ipotesi di biografia di Farnerese

Elementi tassativi
Hai accesso il tuo primo rogo a 10 anni ed è stata una rivelazione sul tuo futuro
Anche se sei un cavaliere della fede ha spesso dubbi sulle tue azioni

Elementi facoltativi da zero a tre.
A.    Sei la secondogenita di una famiglia ricca e quindi ad essere buoni come minimo pecchi di superbia
B.    La verità è che dare la caccia agli eretici non è solo una questione di fede, ti piace veramente farli soffrire.
C.    Per una strana fatalità sei amica di Sora Berocchia, in fondo non è vero che l’unico fattucchiere buono è un fattucchiere morto.
D.    In fondo sei convita che dubitare sia sbagliato, il che ti porta cercare la penitenza
E.    Non hai nessun interesse per gli uomini il che ti porta a scontrarti con gli interessi politici della tua famiglia.

L’originale ha B e C.
Si accettano pareri, suggerimenti e critiche, non che altre idee.http://ihoschronicles.wordpress.com/

Mi sembrano tutti ottimi punti, l'unico un po' "visto e rivisto" che secondo me stona è quello C. O quantomeno, questa amicizia la imposterei in termini molto rudi: diciamo che talvolta Camelia apprezza una certa saggezza che trova nelle parole di Berrocchia, ma fondamentalmente è sempre convinta che lei sbagli e sia o un'ingenua o una mistificatrice ( o entrambe le cose), e che se il destino la porterà a doverla combattere lo farà senza pietà, al di là del rapporto di simpatia che la lega a lei.
I punti B e D sono davvero ottimi, caratterizzanto perfettamente il personaggio, l'A va bene come opzionale (potresti anche essere figlia di una famiglia che ha avuto ad esempio dei problemi e questi problemi ti hanno portata a sviluppare certe tendenze sanguinarie, ma anche come l'hai pensata tu è molto credibile), mentre il punto E è potenzialmente eccellente ma va un po' chiarito. Pensavi a un disinteresse per la sessualità che fosse totale (quindi la Farnese non sente il desiderio degli uomini, e di conseguenza non vive normalmente la propria sessualità per un problema che potrebbe essere addirittura patologico), oppure che Camelia fosse un po' come Eymerich, ovvero talvolta senta un forte impulso sessuale ma lo combatta con tutte le sue forze e finisca per non assecondarlo mai perché lo identifica con il male assoluto?

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10790 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5509
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149633
Totale Messaggi Oggi:
1
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8399
Ultimo Utente Registrato:
Lynn