Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2020 Corto numero 4: La Rosa dei venti
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Inizia il 2024: come sarà questo nuovo anno a livello di diffusione editoriale dei LG?

Corto numero 4: La Rosa dei venti

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Prima di tutto, mi devo scusare con l’amico autore di questo Corto: eh sì, ti ho beccato e no, la tua opera non mi è piaciuta.

Certo, l’ambientazione ha qualcosa di reale e d’intimista, il che non mi dispiace affatto e il fatto che il defunto padre sia stato un marinaio è per me un valore aggiunto. La narrazione è semplice, ma efficace e il gioco in sé è un buon vecchio escape nel quale un enigma ne porta ad un altro e tutte le soluzioni portano alla risoluzione del problema e al vero finale. L’autore ha anche inserito qualche battuta sul fatto di leggere tutti i paragrafi, bacchettandoci e questo mi ha fatto ridere. Però…

Non mi è piaciuta l’assenza totale di un regolamento: quando ho iniziato a trovare i numeri e a collegarli con i vari venti, mi sono chiesto “vabbè, ma cosa devo fare?”, credo che l’autore avrebbe dovuto inserire qualche riga di regolamento per evitare che il lettore si senta smarrito. I venti non sono così facili da indovinare, soprattutto se uno non conosce bene Genova e l’indizio dello scirocco è tutto tranne che scontato (l’attore abruzzese non si riconosce benissimo e non tutti hanno visto i suoi film: amico autore, ci sono forse dei minorenni sul forum e anche qualche donna*).

Quindi, buona scrittura che rende bene l’atmosfera triste, le illustrazioni sono belle, commuovente il finale, bene l’atmosfera di escape room, ma la ricerca degli indizi e il funzionamento della rosa dei venti rimane ermetica (almeno per me) e questo nuoce alla qualità del Corto. Il mio voto non sarà alto e mi dispiace.

Voto inviato a Mornon Gabrieleud


*Di solito, non gradiscono molto quel genere di film

"We will survive, fighting for our lives, the winds of fortune always lead us on,forever free, for the world to see,the fearless masters, Masters of the sea"

Pirata delle Alpi
Erede di Misson
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1098 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Rece:
L'idea del corto è buona: l'esplorazione di un ambiente in cerca di indizi. L'esplorazione non è sempre fluida: ad esempio, una volta che mi metto a osservare le pareti e noto due cartine e un quadro, voglio poterle esaminare tutte; invece non si può, va scelto uno dei tre elementi e poi si può solo tornare alla scrivania o al mobile; quindi per esaminare tutti e tre gli elementi sono dovuto ogni volta passare dalla scrivania/mobile. Molto belli i disegni. Devo dire che gli indizi numerici (spesso celati nei disegni come nei LG di Katakumbas) sono riuscito a trovarli tutti, anche se ci ho messo un po' a capirne qualcuno. Tuttavia la soluzione numerica da ottenere da quegli otto numeri non sono riuscito a trovarla (mi incaponivo a pensare che i numeri fossero collegati a due a due, nord-sud, est-ovest, etc, o che fosse una sequenza numerica); devo dire tuttavia che la soluzione pensata dall'autore ha una sua logica (media di tutti i venti, essendo il fulcro centrale della rosa dei venti). Buono il finale, anche se comunque rende indifferente aver trovato la soluzione rispetto ad essercene andati via subito. Forse si poteva mettere l'opzione di andare via (con link al par. 15) anche nei paragrafi 2, 3 e 11 a cui si viene continuamente rimandati durante l'esplorazione: diventa facile, dopo un po' che si esplora e si ragiona sui numeri, dimenticarsi di quella menzione di sfuggita al primo paragrafo (che hai letto una sola volta) che si può andare al 15 "in qualunque momento", e chiedersi a un certo punto "e ora?". Ad es., par. 2:

Penna, calamaio e fogli di brutta: Giovanni Ferrando era davvero un uomo di altri tempi. Puoi esaminare i suoi testi (al 5) o aprire i cassetti della scrivania (al 6). In alternativa puoi controllare il mobile intarsiato (al 3) o le pareti (all'11), o puoi decidere che è giunto il momento di andartene (vai al 15).

Il paragrafo nascosto 17 serve solo, immagino, ad arrivare alla cifra di 20 paragrafi.
Ho qualche appunto sul disegno del par. 14: data la natura dei precedenti indizi, ho immaginato che gli sci collegassero a "scirocco", ma assolutamente non ci vedo Rocco Siffredi in quel disegno; un indizio in più nel testo sarebbe stato utile.
Tirando le somme, una buona idea, un corto scritto bene e molto ben curato (basta guardare le virgolette usate per il discorso diretto e l'uso -rarissimo da vedersi ormai!- dell'a capo con divisione sillabica delle parole). Il tono malinconico ben si adatta alla struttura esplorativa del corto, e il finale lascia un retrogusto amaro.
Il mio voto è

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 20
Statistiche:
Num. paragrafi: 20
Num. pagine librogame: 6
Num. parole librogame: 978 (48,4%)
Introduzione/regolamento/epilogo: sì
Num. pagine intro/rego/epi: 2
Num. parole intro/rego/epi: 331 (55,2%)
Soluzione: sì
Dadi: no
ID count: 0
Accezione del tema "venti": rosa dei venti

Grafo:
Il grafo è abbastanza semplice, essendo un corto esplorativo:
https://i.ibb.co/zPp0v8y/Corto-04-grafo.jpg

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Non sono pratico di racconti ad enigmi, così ho proceduto nel modo più semplice, ovvero combinando tra loro i numeri delle foto per cercare rimandi a paragrafi nascosti. Così, dopo essermi spoilerato in questo modo i paragrafi finali, ho pensato che forse stavo sbagliando qualcosa e sono riuscito a decifrare l'indizio di Genova in modo corretto.  Mi sono ritenuto soddisfatto e sono andato a leggermi le soluzioni.
Non conoscendo il genere non ho le competenze per giudicare la qualità degli enigmi, per cui darò il voto in base a quanto mi sono divertito nel giocare il corto.

VOTO INVIATO A GABRIELEUD

Nota: mi pare di ricordare che quella degli indizi nascosti nei disegni fosse una meccanica di gioco della serie Detectives Club, ma è stata più recentemente usata anche nei fumetti-game della Cranio

La vita è dura per i soldati di ventura.

Jhongalli
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
516 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Pirata delle Alpi ha scritto:

non tutti hanno visto i suoi film

su questo, però, mi sento di spezzare una lancia in favore dell'autore: Pirata, ti assicuro che, almeno per la mia esperienza, in italia quasi tutti conoscono Rocco anche se ben pochi hanno visto i suoi porno. I più riconoscono il suo volto perché è un influencer / personaggio televisivo italiano (è stato conduttore, opinionista, testimonial pubblicitario e molto molto altro).

Per esempio, anche recentemente è stato il protagonista di una pubblicità (di uno snack) che andava in onda in ogni fascia oraria.

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1429 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Inoltre un piccolo riferimento testuale c'è: se si scrive "sempre con la massima ironia" su Google viene fuori che è una sua massima citata da Elio e Le Storie Tese. In effetti forse sarebbe stato meglio un personaggio più "nazionalpopolare" come Rocco Papaleo, ma devo dire che anche io lo conosco più per il suo ruolo di influencer che per il mestiere principale (odio il suo "stile").

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Online
1789 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Zakimos ha scritto:

un personaggio più "nazionalpopolare" come Rocco Papaleo

Rocco chi? hmm

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
  smile2
però è vero che Rocco Papaleo (magnifico nel Pinocchio di Garrone) ha un volto più "fumettabile" o "illustrabile"

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2712 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Pirata delle Alpi ha scritto:

(l’attore abruzzese non si riconosce benissimo e non tutti hanno visto i suoi film: amico autore, ci sono forse dei minorenni sul forum e anche qualche donna*).

Dal disegno non si capisce benissimo, ma Rocco è noto anche per la particolarità di avere una gamba più corta delle altre due.
La sinistra.

"La grammatica è tutto ciò che conta"

gabrieleud
Ssisaggi style
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6529 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

gabrieleud ha scritto:

Pirata delle Alpi ha scritto:

(l’attore abruzzese non si riconosce benissimo e non tutti hanno visto i suoi film: amico autore, ci sono forse dei minorenni sul forum e anche qualche donna*).

Dal disegno non si capisce benissimo, ma Rocco è noto anche per la particolarità di avere una gamba più corta delle altre due.
La sinistra.

Credevo parlassi di quella centrale XD

powerbob
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
449 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

FinalFabbiX ha scritto:

I più riconoscono il suo volto perché è un influencer / personaggio televisivo italiano (è stato conduttore, opinionista, testimonial pubblicitario e molto molto altro).

Se è per questo, anche in Francia. Ma mi ricordo che quasi vent'anni fa, ha recitato un film  francese (quasi) normale, ma lo si vedeva in vari talk show anche prima. Però, quando il film è uscito, c'erano molte persone che non lo avevano mais sentito nominare, nonostante la sua regolare presenza in trasmissioni popolari. Non ci crederai, ma conosco gente della generazione (inizio 80) che non conosce nemmeno i Simpson!

"We will survive, fighting for our lives, the winds of fortune always lead us on,forever free, for the world to see,the fearless masters, Masters of the sea"

Pirata delle Alpi
Erede di Misson
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1098 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto numero 4: La Rosa dei venti

Eccoci dunque arrivati al dunque!

Kenfalco ha scritto:



- "La rosa dei venti" -

La prima cosa che ho pensato giocando a questo Cortissimo è : "Mi trovo dentro un escape minibook!". La sensazione è quella tipica del cerca-il-modo-di-uscire-da-questa-stanza, e così mi sono messo a cercare.  Ho trovato la scrivania, ho cercato tra le pareti, prima immagine! C'è un una mappa, la Libia e il numero sei. Forse bisogna mettere questo numero sulla rosa dei venti... nel paragrafo precedente vedo un'altra immagine, c'è un numero?... si, otto. Ma non è che... Forse, per arrivare alla soluzione, il numero va associato alle informazioni scritte nel paragrafo. Speravo che fosse così ma poi ho capito che i paragrafi sono un pretesto per arrivare alle immagini. E tutto il gioco si è bruciato.

L'unico enigma che ha bisogno delle informazioni scritte è Levante ma, se abbiamo le altre soluzioni, questo si trova per esclusione.

In realtà per trovare la soluzione finale basta inserire a caso tutti i numeri che troviamo nelle otto immagini e poi fare l'operazione matematica per aprire il meccanismo.
Manca un sistema di controllo per bloccare la combinazione quando mettiamo un numero nella casella sbagliata. Un modo ci sarebbe e lo ricaviamo dalla soluzione: la somma dei numeri nelle caselle "+" N-S-O-E è uguale alla somma delle restanti caselle "x", ma nel racconto non c'è nessun indizio di questo fatto. Forse si poteva inserire un paragrafo prima di procedere all'apertura, con l'indicazione del tipo: "la somma + deve essere uguale alla somma x".

Il paradosso è che la soluzione con quattro coordinate è l'unica legata al nome dei venti, è più difficile da trovare di quella con otto, ma offre solo un finale secondario, anche se più allegro.

Sulla prosa non posso dire nulla, l'autore scrive molto bene e le descrizioni sono evocative.

Pro:
- C'è un mistero da risolvere.
- C'è la storia parallela del padre del protagonista.
- Ci sono immagini con indizi.
. Ci sono otto enigmi.

Contro:
- Le vignette contengono già tutte le informazioni necessarie per aprire la rosa dei venti. Dobbiamo far finta di non vederle e passare il tempo a cercare il modo per arrivare a quelle immagini sapendo già cosa troveremo. Ma questo non voleva essere lo scopo del gioco.
- La soluzione non è così immediata.
- Manca un premio finale. Il padre ci offre il suo esempio negativo e ci invita a essere ciò che non è voluto essere, senza dirci come farlo.
- Trovata la soluzione non è più rigiocabile.

Consiglio:
- Avrei raccolto tutte le immagini nella pagina iniziale, così il numero associato sarebbe potuto diventare il numero di paragrafo in cui trovare gli altri indizi necessari per la soluzione.

Tema Venti:
- Dobbiamo trovare la combinazione per aprire una rosa dei venti.

Test rompi-tema:
Possiamo sostituire la rosa dei venti con un altro oggetto a otto chiavi? Si, certo, ma in questo modo perdiamo il senso degli enigmi ventosi.

Dragan ha scritto:


La Rosa dei venti

Un padre morto da poco, un ufficio da svuotare, un monile a forma appunto di rosa dei venti che forse contiene un segreto, magari l’ultimo messaggio del proprio genitore. Prodotto molto interessante, corredato di numerose illustrazioni e di un gioco matematico non elementare ma neanche impossibile per approdare all’agognata soluzione e scoprire che cosa c’è dietro il medaglione ricevuto in eredità. L’ambiente è limitato ma contiene non pochi segreti. Quasi ogni parte del testo cela degli indizi che, se raccolti e bene interpretati, andranno a comporre una combinazione per svelare l’arcano. Tempo ce n’è a sufficienza e possibilità di tornare sui propri passi anche, ma per venirne a capo bisogna far funzionare il cervello anche con un po’ di pensiero laterale.

Pro:
> 9 illustrazioni in un prodotto così contenuto costituiscono un’eccellenza
> varie strade possibili per arrivare alla corretta soluzione, una chance in più
> paragrafo anti-bari, un lusso per un corto, purché non sia un riempitivo

Contro:
> la storia è insoddisfacente, lo sforzo di decrittare non vale ciò che si trova
> il finale positivo è solo un intermezzo in più che riconduce a quello negativo
> scrittura sbrigativa in alcuni passaggi, non aiuta a capire gli indizi

GabrieleUD ha scritto:


Un bell’incipit descrittivo, una scena apparentemente calma, triste, forse anche noiosa… e bum! Ci troviamo faccia a faccia con un mistero misterioso che mi ha affascinato immediatamente. Anche perché sono stato coinvolto da vicino nella realizzazione di diverse room escape, e questo Cortissimo ha azzeccato un tema poco sfruttato, ma calzante a pennello. L’esplorazione dello studiolo procede con la serafica pazienza di un figlio che ha appena perduto il padre, e per la prima volta entra nelle “cose sue”… e qui riceve la rivelazione che l’uomo che la vita ha dipinto come un perdente, in realtà aveva molti interessi sopiti, ai quali forse il figlio non ha mai badato. Toccante. D’altronde, ora che io stesso ho vissuto metà della mia vita, e solo per metà di essa ho avuto metà del padre che avrei voluto (sì, cit. Bilbo), mi ci rivedo. E se il babbo avesse lasciato qualche insegnamento, dandomi il compito di scoprirlo da solo? Devo saperlo. Vado all’1.

L’intreccio dei paragrafi è gradevole. Né troppo lento, né troppo veloce. Ci si sofferma sulle immagini, cercando di cogliere l’indizio… alcuni più evidenti, altri meno, come dev’essere in una room escape. Bisogna avere la soddisfazione di capire un po’ alla volta. Mi è piaciuto sia il “trucco” seminascosto per aprire il mobile, che il paragrafo 17 di ammonimento. Come se il papà stesse controllando se mi comporto onestamente.

Sulla soluzione… non avevo minimamente capito che bisognasse cercare la media dei numeri. Sono arrivato al 9 invece sommando tutto. Il totale dei Venti è 72, ma il 72 non c’è, quindi ho sommato 7+2 ed ecco apparire il 9. Ma non capivo come si potesse arrivarci avendo solo 4 risposte. Ho dovuto barare e guardare la soluzione (sì, mi pento e mi vergogno, come tutti).
La storia mi ha appassionato. Lo spazio è stato usato bene. Le immagini sono funzionali ed è stato piacevole trovare e collegare gli indizi. Credo che di questo Cortissimo si parlerà ancora.

"La grammatica è tutto ciò che conta"

gabrieleud
Ssisaggi style
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6529 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5711
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
153011
Media messaggi per ora:
1.0
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
9656
Ultimo Utente Registrato:
Dimensione Avventura