Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Play 2022 e Il Salone del Libro hanno avuto altissime adesioni, la stagione delle fiere sembra essere ripartita alla grande. Ritenete che il momento critico sia passato e che il trend dei librogame sarà di nuovo in forte crescita da adesso in poi?

Corto 26 - P-616

Corto 26 - P-616

Scarica il corto



Scarica tutti i corti



Questo corto non prevede soluzioni.
Ricordo che le votazioni saranno aperte dal 22 Febbraio fino alle 23:59 del 30 Aprile.

Buona lettura e discussione!


(relativo numero della Gazzetta: 26 - P-616)

Ultima modifica di: Adriano
Apr-16-21 15:54:33

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1375 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

Classicissimo soggetto alla Frederick Brown, in cui si scopre (qui prestissimo) che il protagonista ritenuto umano è in realtà un alieno/mostro. Il Corto è scritto bene ma la prima volta l’ho finito in 5 “mosse”. Ho quindi rigiocato pensando di essermi perso qualcosa e di dover trovare il finale migliore, ma quello che ho trovato non era migliore dell’altro,

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 in cui il protagonista si rivela un “cattivo”
. Credo che questo Corto sia stato penalizzato dallo scarso spazio a disposizione.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2553 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

GGigassi ha scritto:

Ho quindi rigiocato pensando di essermi perso qualcosa e di dover trovare il finale migliore

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Da come l'ho interpretato io, non esiste un'unica storia, ma a seconda delle scelte fatte si scopre un colpo di scena diverso (molti sono ispirati a famosi film di fantascienza) che è in contraddizione con gli altri.
Un po' come se ogni percorso portasse a una storia a sé.
L'idea mi stuzzica parecchio. Non è il primo a proporre un approccio del genere, ma era parecchio che non ne vedevo corti con questa meccanica fatti così bene
Piccola chicca:
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
  per chi non lo sapesse, il titolo è un riferimento ai fumetti Marvel, in cui viene detto che ci sono infiniti universi e che quello in cui è ambientata la trama principale dei supereroi è il numero 616

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1375 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

Lo sto sviscerando e in effetti il gioco dell’autore è quello di cambiare le carte in tavola a seconda delle scelte del leggiocatore, stupendolo ogni volta con un finale diverso che cambia la prospettiva di quanto letto prima. Le citazioni cinematografiche non le ho però colte, se non forse quella con

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 la statua della libertà che potrebbe rimandare al Pianeta delle Scimmie.
Un progetto sicuramente lodevole, ma “bruciato” dalle dimensioni ridotte in cui è costretto: 4 finali su un totale di soli 15 paragrafi. Ci sarebbe poi da verificare che questi finali non descrivano mondi diversi delineando un multiverso e quindi mettendo fuori concorso il Corto.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2553 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

Vado avanti con il sorteggio causale dei corti per le prime giocate, e oggi tocca a questo.
Noto zero regolamento, e questo può essere sia un bene che viceversa. Vedremo.

Flay4Fight
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
82 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

Corto molto semplice nella sua struttura, con paragrafi più lunghi e descrittivi rispetto ai corti letti finora, e con duplici finali che però stravolgono la visione del racconto-game per via della loro diversità. Si può finire questo Corto con un

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
  finale cattivo oppure buono, oppure intermedio
a seconda del percorso che si decide di seguire.

Siamo in viaggio all'interno della ISS Explorer, verso un pianeta che dà il nome al Corto, per poi precipitarvi e in seguito essere costretti ad uscire dalla nave ed esplorare alla ricerca delle risorse necessarie a ripararla. Durante il nostro trip ci imbattiamo in alcuni scenari e incontri che ci danno modo di scegliere come comportarci. Non c'è un'esplorazione vera e propria, ma il Corto ci "guida" verso alcuni momenti clue dove, a seconda di come scegliamo di proseguire, si arriva poco dopo verso uno dei finali proposti.

Ammetto di non essere un grande fan dei LG con paragrafi lunghi/romanzati e totalmente privi di regole, ma devo dire che il Corto in questione è scritto bene e si legge con piacere. Come detto da GGigassi anch'io penso che lo spazio abbia influito, ma del resto non essendoci regole immagino che si sia puntato molto sul comparto testuale.

La
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
statua della libertà distrutta
mi ha ricordato un paio di film oltre al già citato
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Pianeta delle scimmie
, ma credo ce ne siano diversi con questo cliché.

Flay4Fight
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
82 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

Recensione di Prodo (già pubblicata sulla pagina Fb di LGL, ma la riporto anche qui):


26 P616: Racconto fantascientifico che si ispira a grandi classici del genere, a tratti con vere e proprio citazioni. La struttura è quella di un classicissimo Scegli la tua Avventura, di cui l’opera riprende anche la caratteristica dei finali multipli, molto spesso in contrasto tra di loro. Tanta varietà rende il titolo divertente, ma allo stesso tempo molto breve in ogni sua diramazione.
PRO
1)    L’autore dimostra di avere buone capacità narrative. La prosa non solo è adeguata, ma riesce nella non facile impresa di raccontare le evoluzioni della vicenda, le ambientazioni e i personaggi, rendendoli interessanti, nonostante l’approccio esplorativo prescelto, che costringe l’autore a rimanere spesso in sospeso tra il detto e il non detto. Leggere P616 è un piacere, il livello di interesse rimane costantemente alto: esplorarne tutte le possibili evoluzioni per capire come si conclude la vicenda nel suo insieme diventerà rapidamente imprescindibile.
2)    I finali multipli mi hanno divertito moltissimo. Mi hanno ricordato quelli dei primi SLTA come già accennato, dove ogni storia poteva concludersi in mille modi diversi, spesso in contrasto tra loro. Alcuni di essi poi sono delle autentiche chicche: la citazione del Pianeta delle Scimmie, con la Statua della Libertà in rovina, è fenomenale, così come l’epilogo che richiama la tematica del viaggio del tempo e del condizionamento dell’evoluzione umana. L’autore ha dimostrato tanta inventiva e conoscenza dei classici, e le evoluzioni così poliedriche che ha imposto all’intreccio costituiscono un valore aggiunto e rendono il lavoro più godibile.
3)    La tematica ambientalista di fondo, che permea tutto il racconto, mi è piaciuta. Aggiunge profondità alla storia e la carica di alcuni elementi “seri” che ne aumentano il peso specifico. Questo non significa che la narrazione sia buonista, o che si lanci in pistolotti edificanti. Ma la consapevolezza della decadenza che ci attende come razza umana si percepisce, ed è trattata con il giusto equilibrio, senza faciloneria, anche negli epiloghi più negativi o fantastici.
CONTRO
1)    Il racconto è poco equilibrato. La presenza di molte diramazioni e di un numero ampio di epiloghi rende ogni filone della storia molto corto, e il lettore tende a rimanere insoddisfatto perché le conclusioni talvolta sono frettolose, lasciando tanto in sospeso. Questo difetto è amplificato dal fatto che l’ideatore ha spesso scelto di sviluppare parti dell’intreccio tenendole separate tra loro, e ricorrendo solo raramente all’accavallamento di diramazioni diverse per allungare il tempo di giocolettura. Ci troveremo quindi ad affrontare cinque o sei evoluzioni distinte, tutte potenzialmente molto interessanti, ma tutte brevissime. È questo secondo me il principale difetto del lavoro.
2)    Appena atterrati sul pianeta ci viene paventato un filone che sembra il principale, e che appare come interessante. Esplorare cioè l’ambiente intorno all’astronave per trovare liquidi e mercurio, rimettere in azione il reattore e ripartire. Questa evoluzione, che poteva essere sfruttata a fondo e costituire l’ossatura centrale di P616, viene abbandonata quasi immediatamente, quasi che l’autore, distratto da altre idee che aveva in testa, abbia occupato tutto lo spazio a disposizione e sia stato costretto quindi a non approfondire la vicenda. Un vero peccato, perché si sente la mancanza di una main quest e le premesse affinché il racconto potesse averne una valida c’erano tutte.
3)    Non c’è alcun regolamento, non esistono registri, non ci sono dadi, nessun enigma, nessuna prova, nessun combattimento. Lo sottolineo perché so che molti appassionati vedono come il fumo negli occhi approcci così lineari. Personalmente se il lavoro è valido, interessante, non ho problemi né pregiudizi, ma so già che, proprio per la sua stessa natura, con alcuni dei votanti P616 finirà per pagare dazio.
GLOBALE: Avventura fresca, godibile, ricca di buone idee, che alla fine riesce anche a far riflettere. Tanti pregi che vengono di fatto ridimensionati dalla natura molto lineare e breve dell’opera, che offre tante possibili evoluzioni ma non ne approfondisce nessuna. A me complessivamente è piaciuto e il voto sarà positivo, ma credo che le sue caratteristiche strutturali difficilmente lo potranno portare, nella classifica finale, a ridosso delle primissime posizioni.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
5301 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

Apprezzo molto i corti SLATA, ma forse quest'anno il limite di pagine era veramente troppo elevato per crearne uno di qualità eccellente. Rispetto a Sopravvivere Sottoterra, ad esempio, qui ogni strada non può che terminare nel giro di due-tre paragrafi, rendendo la moltitudine di finali (tutti validissimi) raggiungibili con percorsi molto brevi, e quindi non sempre interessanti.

Forse sacrificando uno o due finali dei cinque disponibili i restanti avrebbero avuto maggiore respiro; ma al netto di questo difetto, P-616 è un'opera pregevole, ben scritta e che sa sorprendere grazie alla varietà di situazioni che l'autore ha inventato. Mi sento pertanto di promuovere il corto e invitare l'autore ad ampliarlo in qualcosa di più.

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1667 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

RECENSIONE
Corto a tema fantascienza che si apre con un inutile prefazione "Questa è una storia interattiva.." e prosegue con un lungo prologo non molto lineare e logico: la mia astronave è il fiore all'occhiello della flotta, dieci righe per spiegare le sue meraviglie.. e io sono su un "misero sedile" a "girare leve". Inoltre non ci dice nulla su chi sono io protagonista, si scopre nel primo paragrafo qualche dettaglio che la mia razza ha squame, gobba e tentacoli! Tutta l'avventura continua su questa falsariga ed è davvero breve: 15 paragrafi (media di meno di due a pagina) di cui 5 sono epiloghi. Questi ultimi piombano inaspettatamente sul lettore lasciando quasi sempre la storia monca. Se ne salva solo uno, classico ma apprezzabile, sul modificare il passato per salvare il presente o un fatto in particolare. In conclusione una giocolettura molto breve e poco chiara che necessita dei soliti ingredienti per affermarsi. L'autore certamente esordiente, spero farà tesoro di quanto appreso dalle altre opere e commenti e ci riprovera' l'anno prossimo. 

Votiamo In Enciclopedia!
Copiate i messaggi prima di inviarli -pericolo slog/perdita dati!-

sancio
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1250 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 26 - P-616

In questo corto ci diamo all’esplorazione dello spazio con un regolamento talmente leggero da essere inesistente e senza alcuna aleatorietà, come in uno Scegli la tua avventura. Con queste premesse, nel corto prevale l’aspetto letterario su quello ludico e, come nella succitata serie, scelte diverse portano a finali diversi modificando la storia, se questo aumenta la rigiocabilità, al contrario il basso numero di paragrafi la riduce. L’autore forse si sarebbe dovuto sforzare di ridurre il contenuto dei paragrafi per aumentarne il numero, perché quindici paragrafi è un numero molto basso se consideriamo che cinque sono finali diversi tra di loro. Questo corto, come altri, meriterebbe un ampliamento.

F.A.S.
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
177 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5497
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149561
Totale Messaggi Oggi:
1
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8312
Ultimo Utente Registrato:
Vivianamusmarra