Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2021 Corto 23 - Nel nome dell'imperatore
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Si avvicinano le vacanze natalizie: quale delle più amate collane classiche di librogame EL è perfetta da leggere in questo periodo dell'anno?

Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Scarica il corto



Scarica tutti i corti



Questo corto non prevede soluzioni.
Ricordo che le votazioni saranno aperte dal 22 Febbraio fino alle 23:59 del 30 Aprile.

Buona lettura e discussione!


(relativo numero della Gazzetta: 23 - Nel nome dell'imperatore)

Ultima modifica di: Adriano
Apr-09-21 09:07:50

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1388 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Entusiasmo iniziale per l’ambientazione e lo stile di scrittura, parziale delusione per la struttura “true path rigenerante”. Devo ancora sviscerarlo per bene.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2581 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Oggi provo questo. L'introduzione ben scritta promette bene. Non ho visto tracce di regolamento quindi immagino che l'autore si sia concentrato sul racconto piuttosto che sul gioco.

Flay4Fight
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
82 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Qualche commento da precisino: in italiano non si applicano le regole del plurale delle altre lingue, quindi non andava scritto “voltigeurs” con la s, che oltretutto alla fine dell’introduzione è riferito al protagonista e quindi andava comunque al singolare. “Dobois” è un cognome francese? Io ho sempre sentito Dubois, inoltre mi pare che in francese i nomi composti vadano scritti con il trattino, quindi il protagonista dovrebbe chiamarsi Jean-Baptiste. Ci sono poi (rari) errorini sparsi come al paragrafo 3 in cui una “e” andava accentata in quanto voce del verbo essere. Lo stile di scrittura è comunque piacevole ed evocativo.
Venendo al gioco, la trovata di cominciare in medias res è molto azzeccata, tanto più che poi scopriremo il vero quadro generale e che

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 l’1 è un checkpoint. Le ferite “mortali” che subisce il protagonista non sono sempre congruenti con il paragrafo in cui si sveglia di continuo, ma posso capire che essendo uno zombi o una cosa così rigeneri ogni volta fino a trovare il finale corretto. Finale che ha un retrogusto vagamente militarista, probabilmente incidentale e scelto per fare cogliere l’indizio della citazione in latino (e io non sono tra quelli che ci sono riusciti rolleyes ). Anche se però ci sono altre situazioni in cui facciamo gli eroi e veniamo trucidati lo stesso! hmm
Secondo me l’aderenza al bando c’è, ottenuta oltretutto con una certa originalità ed eleganza.
Bella l’illustrazione, e buona idea metterla alla fine rischiando meno di spoilerare il nodo principale del Corto.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2581 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Letto e giocato, anche se devo approfondire meglio tutte le "scelte" disponibili. Mi è piaciuto, anche se confermo come dice GGigrassi gli errorini sparsi (sugli appunti dei nomi francesi invece non mi esprimo, essendo ignorante in materia).

Molto bella l'illustrazione finale, che definisce il nostro

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
protagonista zombettoso

Flay4Fight
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
82 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Flay4Fight ha scritto:



Molto bella l'illustrazione finale, che definisce il nostro

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
protagonista zombettoso

Non direi:

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 ha tutte e due le braccia wink

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2581 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

GGigassi ha scritto:

Flay4Fight ha scritto:



Molto bella l'illustrazione finale, che definisce il nostro

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
protagonista zombettoso

Non direi:

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 ha tutte e due le braccia wink

Azz! Ma sai che non ci avevo fatto assolutamente caso! bigsmile

Flay4Fight
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
82 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Recensione di Prodo (già pubblicata sulla pagina Fb di LGL, ma la riporto anche qui):


23 Nel nome dell’Imperatore: Uno strano racconto strutturato come un classico Scegli la tua Avventura: solo bivi, niente regolamento, niente enigmi, niente dadi. Nulla di male: per chi mi conosce sa che io ho un debole per lavori di questo tipo. La lettura però mi ha lasciato una sensazione particolare: come se, nel messaggio di fondo e nell’anima del racconto fosse presente un “conto” impossibile, a qualche livello, da far tornare…
PRO
1)    Ancora una volta mi trovo a promuovere il taglio narrativo di una delle opere in concorso. Al netto di un po’ di refusi residui il pathos e la vividezza delle immagini e delle situazioni descritte in questo lavoro colpiscono. Si narra di una battaglia tra i francesi, al seguito di Napoleone I visti gli accenni all’impero, e la coalizione degli altri eserciti europei che li fronteggiano. Non solo il tema è trattato con cognizione di causa, ma ci sono passaggi carichi di emotività che fanno riflettere e colpiscono il cuore del lettore. Ancora una volta mi trovo ad apprezzare tanta capacità scrittoria, in un’edizione dei Corti dove i buoni autori, da questo punto di vista, hanno abbondato.
2)    L’epilogo principale, in sé e per sé, mi è piaciuto. Non tanto per il messaggio che trasmette, di quello parlerò più avanti, ma per i tempi e i ritmi letterari con cui è proposto. L’autore non solo ha saputo pensare a una conclusione di impatto, ma è stato capace di prepararla adeguatamente dedicandole il giusto spazio. Chi ha letto le mie recensioni sa che di alcuni racconti in concorso ho criticato la frettolosità dell’epilogo: qui abbiamo un ottimo esempio di come, senza scrivere poemi, si possa, anche in un contesto breve, creare qualcosa di valido.
3)    L’idea di non inserire istant death o percorsi alterativi, ma un’unica evoluzione che porta all’epilogo e una serie di vie “specchietto” che ci fanno ripartire dal paragrafo 1 è buona. Non solo perché è una variante sul modo usuale di approcciare un racconto simile, che ben si sposa con la necessità di risparmiare spazio e aumenta la longevità/rileggibilità, ma anche perché è particolarmente adatta al contesto. Siamo morti, la nostra esistenza si è conclusa, è giusto che, se non troviamo un modo per garantire la pace alla nostra anima, si rimanga intrappolati in un loop senza fine.
CONTRO
1)    In una edizione del concorso in cui gli autori sono stati molto attenti a sistemare i propri racconti, in sede di revisione, in questo in particolare abbondano i refusi. Ne ho trovati diversi, alcune anche pesanti (e senza accento o a senza h). Probabilmente è accaduto perché l’autore è andato lungo con i tempi, o forse, ipotizzo, perché ha presentato più racconti in concorso e questo è stato l’ultimo (e quindi il meno curato). Sia come sia, la fase di revisione e testing andava fatta meglio.
2)    Il racconto in sé può piacere o non piacere, il difetto che trovo qui è molto soggettivo. Non ho gradito, e questo fatto ha fatto calare in me la considerazione per il racconto, che l’unico modo per porre fine al nostro stato di anima in sospensione, sia quello di porsi alla testa di una avanzata disperata e farsi massacrare definitivamente. Bella l’idea del “non fuggo più”, ma il messaggio di fondo non è nelle mie corde. Avrei gradito la presenza di un epilogo diverso, magari da affiancare a questo. Il messaggio poteva essere il medesimo, e il protagonista trovare la pace nel non fuggire di fronte, per esempio, la necessità di aiutare dei civili o condannare con fermezza gli orrori della guerra.
3)    L’autore conosce il periodo storico che descrive e ne parla con cognizione di causa. Non ho potuto fare a meno di pensare però che qualche accenno più preciso e circostanziato avrebbe aumentato la qualità dell’opera. Quelli che ci sono rimangono, immagino volutamente, vaghi. E per questo motivo aiutano poco il lettore a immedesimarsi. Per fare un esempio, un racconto identico a questo intitolato Sedan, e ambientato durante la guerra franco-prussiana con rimandi più precisi mi avrebbe coinvolto ed esaltato di più. Anche se in quel caso avremmo combattuto per il meno carismatico Napoleone III.
GLOBALE: L’autore è bravo e lo dimostra senza che possano esserci dubbi. Ha pensato un buon racconto, lo ha strutturato adeguatamente e lo ha reso godibile. Per ragioni che spero di aver illustrato con chiarezza in precedenza, per lo più soggettive, quest’opera però non è riuscita a prendermi come altre in concorso. Senza nulla togliere alla validità dell’idea e alla qualità del lavoro, e attribuendo comunque un voto positivo, non mi sento di piazzare Nel nome dell’Imperatore nelle primissime posizioni.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
5301 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

Apprezzo sempre un racconto con ambientazione storica, anche se era abbastanza vaga e per lo più filtrata attraverso le lenti del fantasma intrappolato in un loop. L'epoca napoleonica è una di quelle che conosco meno in assoluto, ma ha una sua drammatica epicità che sa risvegliare emozioni forti.
Questo corto ti porta a respirare la polvere da sparo e vivere l'orrore realistico di una guerra europea vivendola attraverso gli occhi di un fantasma in cerca di una via d'uscita dal suo loop. Come Prodo anche io non ho apprezzato al massimo il fatto che l'unico modo di uscire dal loop fosse prendere la bandiera e lanciarsi in una carica suicida; perchè doveva essere quello l'unico modo? L'autore sembra voler dire che in fondo il "peccato" del protagonista fosse quello di non essersi lanciato all'assalto con il resto della sua truppa, abbracciando la morte sul campo di battaglia come la retorica dell'eroismo suicida da trincea  richiedeva. Personalmente avrei preferito che ci fosse la possibiltà di uscire dal loop anche in un altro modo, per non passare un messaggio così spiccatamente bellicista che non mi ha entusiasmato. Mi rendo conto però che è una considerazione ideologica personale, e che l'autore aveva il diritto di passare il messaggio che più sentiva adatto in cuor suo.

Librogame Digitali
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
163 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Corto 23 - Nel nome dell'imperatore

RECENSIONE
Corto dall'ambientazione storica molto ben scritto, che ci fa sentire veramente nei campi di battaglia di quell'epoca. Impersonifichiamo un soldato da poco trapassato e in cerca di vendetta o solo di tornare "a casa". Il comparto game consiste solo nei canonici bivi ma grazie ad un sapiente uso dei paragrafi di morte, l'autore crea un effetto circolatorio. I suddetti paragrafi non terminiano infatti con una istant death, ma con un "vai all' 1", e il testo che si lega bene e non subisce interruzioni, giova moltissimo alla lettura e l'opera, che conta solo 24 paragrafi, da l'impressione di essere più lunga. Si poteva fare ancora meglio e ottimizzare, evitando alcuni capoversi dopo solo un paio di parole, e recuperare spazio prezioso. Al termine del corto c'è un disegno molto bello ma anche grande, che richiede altra mezza pagina abbondante di dazio al testo. E anziché in fondo forse stava meglio dopo l'introduzione o a metà.
In conclusione è comunque un lavoro che ho molto apprezzato, sia per l'ottima scrittura che per il gioco che, anche se troppo poco impegnativo, in certi momenti è preferibile.

Votiamo In Enciclopedia!
Copiate i messaggi prima di inviarli -pericolo slog/perdita dati!-

sancio
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1256 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5543
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
149921
Totale Messaggi Oggi:
1
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
8643
Ultimo Utente Registrato:
willaus